Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cacciatori nelle tenebre

Di ,

Editore: Rizzoli

3.4
(344)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 200 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817017302 | Isbn-13: 9788817017305 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Calligrafo o Letterer: Recreo

Genere: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Cacciatori nelle tenebre?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'ispettore Carmelo Tancredi, già incontrato nelle avventure dell'avvocatoGuido Guerrieri, non è un poliziotto come gli altri. Si occupa di casi cheprocurano poca carriera e nessuna gloria. Cerca persone smarrite. Soprattuttoragazzi e bambini ingoiati da un mondo buio popolato di mostri. Un riccoimprenditore è stato brutalmente assassinato. Qualcosa, nell'ambiguo passatodella vittima, spinge Tancredi e la sua squadra a condurre una freneticaindagine parallela nel cuore oscuro di una città. Dove i confini fra bene emale si confondono.
Ordina per
  • 4

    Dopo aver letto tutti e 4 i romanzi dell'ispettore Guerrieri ho voluto curiosare in questa graphic novel per visualizzare il personaggio. Devo dire che la storia e la grafica sono carine, le fisionomie umane sono un po' abbozzate, però l'insieme è gradevole

    ha scritto il 

  • 4

    E'la versione fumettistica...

    E'la versione fumettistica, realizzata da Francesco Carofiglio in collaborazione con il fratello Gianrico, di un romanzo che ha come protagonista l'ispettore Tancredi, personaggio delle famose vicende dell'avvocato Guerreri. Parla di bambini rapiti e si legge attraverso le illustrazioni, le immag ...continua

    E'la versione fumettistica, realizzata da Francesco Carofiglio in collaborazione con il fratello Gianrico, di un romanzo che ha come protagonista l'ispettore Tancredi, personaggio delle famose vicende dell'avvocato Guerreri. Parla di bambini rapiti e si legge attraverso le illustrazioni, le immagini che devo dire sono state realizzate veramente bene. Mi è piaciuto molto, soprattutto il gioco d'ombre, i colori chiaro-scuro, l'immagine di una città nascosta e notturna, dove appunto è ambientata la storia narrata. Sono felice di averlo acquistato! Bravi i fratelli Carofiglio: Gianrico per la storia narrata, Francesco per l'adattamento fumettistico della storia narrata!

    ha scritto il 

  • 2

    Mah.. boh! Non mi è piaciuta la storia e neanche i disegni... troppo rigidi, impostati. Forse la cosa più carina del tutto è l'ambientazione di una Bari che conosco poco, anch'essa tristemente squadrata. Si salvano quelle poche frasi profonde d'eccezione, due/tre, leggermente banali ma vere.

    ha scritto il 

  • 2

    I Carofiglio Bros toppano.

    Gianrico caro, mio diletto, ho imparato ad apprezzarti per il carattere, l'umanità e l'attrattiva che sai infondere nei tuoi personaggi. Ti ho letto con adorazione anche quando questo comportava la messa in secondo piano dell'intreccio narrativo e solo rare volte non sono stata ripagata del tempo ...continua

    Gianrico caro, mio diletto, ho imparato ad apprezzarti per il carattere, l'umanità e l'attrattiva che sai infondere nei tuoi personaggi. Ti ho letto con adorazione anche quando questo comportava la messa in secondo piano dell'intreccio narrativo e solo rare volte non sono stata ripagata del tempo che ti ho dedicato. Questo per dire che non m’importa se anche questa tua storia perde in originalità, non sorprende e non regala sussulti emozionali.
    Quello che mi disorienta profondamente, invece, è la piattezza, l’insignificanza e l’inespressività dei protagonisti che la abitano: i ruoli di Iena e di Nora, per esempio... Uno parla tanto e combina niente; l’altra viene descritta come una combattente letale nelle arti marziali e l’unica azione di cui si rende capace è una strizzata di palle al buttafuori di turno (cosa che, tra l’altro, anche una comunissima donna in preda a nervosismo da pre-mestruo saprebbe fare). Poi troviamo Vito Lotàr che viene descritto come “così taciturno da mettere a disagio chiunque, tranne i bambini”. Ma di chi stiamo parlando? E’ il conversatore privilegiato da Tancredi stesso: parla più lui in poche tavole che Nora nell'arco dell'intero fumetto, senza esagerazioni. Passi poi l’ispettore Tancredi, unico personaggio che abbia veramente una storia alle spalle.

    Al contrario, ho trovato invece ottima l’atmosfera della “Bari noire” che entrambi gli autori sono stati abili nel ricreare. Eccellenti i disegni di Francesco, anche se talvolta li ho trovati fin troppo abbozzati.

    Nel complesso, però, non posso proprio dare più di due stelline. E spiace.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho preso in biblioteca questo fumetto, giusto per poter dire di aver letto tutti i libri di Carofiglio. Non amo i fumetti, o graphic novel se vogliamo essere precisi. Quindi non so giudicare grafica, disegni ecc. Giudico solo la storia, che è stata scritta da Gianrico. L'ho apprezzata, stranament ...continua

    Ho preso in biblioteca questo fumetto, giusto per poter dire di aver letto tutti i libri di Carofiglio. Non amo i fumetti, o graphic novel se vogliamo essere precisi. Quindi non so giudicare grafica, disegni ecc. Giudico solo la storia, che è stata scritta da Gianrico. L'ho apprezzata, stranamente, nonostante appunto fosse in questa forma insolita. Già dalla presentazione dei personaggi mi sono incuriosita: ricordo Tancredi dai libri di Guerrieri (bella la nuca di Guido, tra l'altro). Dopo un inizio un po' sottotono la storia si sviluppa bene e ha un bello svolgimento e una bella fine.
    Mi permetto, da inesperta, di dire che però i disegni di Francesco Carofiglio li ho trovati un po' simili tra loro, i personaggi maschili mi pare avessero facce simili, insomma, forse uno stile un po' monotono?
    Se si è fatto leggere volentieri da una persona che non legge fumetti, si merita tutte le sue 4 stelline.

    ha scritto il