Caffè Babilonia

di | Editore: BEAT
Voto medio di 496
| 99 contributi totali di cui 93 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Marjan Aminpour è nata in Persia, una terra di antichi deserti dove il suolo arido si confonde con i resti sgretolati delle colonne di Persepoli, eppure ha un vero talento per le piante. Guidata dalle mani gentili di Babà Pirooz, il vecchio giardinie ...Continua
Layura
Ha scritto il 16/04/18

Il cibo come veicolo di incontro e confronto, come strumento per abbattere le distanze e la diffidenza verso il "diverso"

aithusa
Ha scritto il 01/03/18
E' la storia di tre sorelle iraniane, che scappate dai pericoli del loro paese d'origine porteranno scompiglio in un piccolo paesino irlandese (e noi lo vediamo tutti i giorni quanto sia difficile accettare e comprendere il "nuovo" per chi è chiuso e...Continua
Alby051
Ha scritto il 25/08/17
Un libro delizioso. Scritto con una leggerezza, quasi poesia, pur trattando argomenti tragici della storia. L'amore per la cucina e il profumo dei piatti preparati si sprigiona attraverso le pagine del libro....Molto carina anche l'idea di inserire u...Continua
Bobby
Ha scritto il 12/12/16

Tre sorelle in fuga dall'Iran che aprono un Caffè in un piccolo paese dell'Irlanda.
Personaggi pittoreschi, ricette profumate ed esotiche...
E' mancato un pizzico di magia in più.

Alisea
Ha scritto il 24/11/16
Lettura leggera ma non banale. Buono il ritmo, la cucina persiana, speziata e profumata, affascina, ben caratterizzati i personaggi, manca forse l'approfondimento di alcuni aspetti, in particolare lo spaccato storico meritava qualche pagina in più.....Continua

girasole75
Ha scritto il Apr 27, 2012, 07:07
O aveva ragione Estelle Delmonico a dire che continuava a comportarsi verso le sorelle come una madre? Forse il consiglio della vedova era giusto: non si poteva tenere tutto sotto controllo. Certe cose dovevano seguire il loro corso, esaurirsi da sol...Continua
Pag. 225
girasole75
Ha scritto il Apr 27, 2012, 07:02
Perchè aveva scelto la peggior spiegazione possibile? Perchè si era lasciata prendere dalla paranoia? Se voleva sopravvivere, se voleva migliorare, avrebbe dovuto imparare a non pensare subito al peggio, anche riguardo alle persone..... Si era sentit...Continua
Pag. 231
Maristella
Ha scritto il Apr 26, 2011, 23:26
«Io dico che non vi dovete preoccupare. Voi sorridete e basta: a Thomas Mc Guire, a tutte quelle donne di chiesa con la faccia così acida che sembrano aver mangiato un limone. Insegnategli voi a essere gentili.»
Pag. 164
Maristella
Ha scritto il Apr 25, 2011, 20:19
Per Malachy la vista del profilo esotico di Layla che riempiva un sacchetto di cipolle bianche era un segno, un "sì" riecheggiante che rispondeva alle domande millenarie sul divino. Sì, Dio esisteva. Sì, c'era una vita oltre le valli sonnacchiose di...Continua
Pag. 44
Maristella
Ha scritto il Apr 25, 2011, 20:16
«Vedi, ragazzo, ogni paese ne ha un tipo diverso. Non esistono due fate uguali al mondo»
Pag. 115

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi