Caligola

di | Editore: Bompiani
Voto medio di 724
| 104 contributi totali di cui 71 recensioni , 33 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
È possibile riconoscere questo dramma di Camus come opera emblematica, nella sua produzione, per via dei numerosi rimaneggiamenti e delle tre versioni rielaborate e ritoccate nel corso di circa venticinque anni. Nell’edizione esaminata, il testo trad ...Continua
LelaCosini
Ha scritto il 19/02/18
CALIGOLA
I titoli più noti di Camus sono La peste e Lo straniero, eppure finora ho apprezzato di più La caduta e Caligola. In questo testo teatrale vediamo Caligola alle prese con il suo dolore, con la distruzione della morale, poi della sua coscienza. Nessun...Continua
  • 1 mi piace
m1ss4mer1c4 -...
Ha scritto il 13/02/18

Semplicemente geniale.

Cris [piccola iena]
Ha scritto il 13/02/18

"Il grande vuoto creato nell'anima e nel corpo dell'eroe dall'assenza d'amore è tutto colmato dalla tragica logica dell'assurdo, dal bisogno dell'impossibile."

Sinapsi Ispanis
Ha scritto il 20/05/17
Breve ed intensa opera teatrale che racconta della insoddisfazione esistenziale dell'uomo, del suo desiderio di onnipotenza e della illusorietà della verità. Caligola nella sua solitudine, nel suo dolore , nella sua follia, perso nella ricerca de...Continua
Biblioteche Off...
Ha scritto il 26/01/17

recensione:
https://bibliotecheofftorino.wordpress.com/2016/11/02/consigli-di-lettura-novembre2016/#more-1490


Roberta D'Agostino
Ha scritto il Sep 13, 2017, 09:34
Si è sempre liberi a spese di qualcuno.
Pag. 27
Roberta D'Agostino
Ha scritto il Sep 13, 2017, 09:32
Voi dite che è un anarchico. Lui crede di essere un artista. Ma in fondo non c'è differenza.
Pag. 20
Davide Giandonato
Ha scritto il Apr 05, 2017, 21:13
CALIGOLA: Io sono il solo artista che Roma abbia mai conosciuto. Il solo, capisci Cherea?, capace di mettere il suo pensiero d'accordo coi suoi atti. CHEREA: Semplicemente perché hai il potere. CALIGOLA: Ecco, sì. Gli altri creano per difetto di pote...Continua
Pag. 145
Davide Giandonato
Ha scritto il Apr 05, 2017, 21:11
Ho notato che avevate tutti delle brutte facce e addosso un certo odore di vigliaccheria; l'odore insipido di quelli che non hanno mai rischiato né sofferto.
Pag. 139
Davide Giandonato
Ha scritto il Apr 05, 2017, 21:10
Dobbiamo almeno riconoscere che quest'uomo esercita un'innegabile influenza. Costringe a pensare. Costringe tutti a pensare. La mancanza di sicurezza fa sempre pensare. E così si trova addosso tanto odio.
Pag. 136

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi