Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Campo di fuoco

Sniper n.1

Di

Editore: TEA

3.8
(82)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 279 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8850205333 | Isbn-13: 9788850205332 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Campo di fuoco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Russel Kane è lo "sniper", il cecchino, un soldato delle forze speciali addestrato a compiere appostamenti in condizioni estreme e tiri di precisione. Inviato in missione nella giungla messicana, Kane si trova al centro di un micidiale intrigo tra narcotraficanti, servizi segreti e guerriglieri. La foresta è un luogo ideale per soffrire, per seppellire i fantasmi del proprio passato, ma per Kane non è ancora tempo, ha ancora alcuni conti da regolare...
Ordina per
  • 2

    Per quanto si senta l'impronta di Reitermaister Altieri il libro è proprio poca cosa, una trama lineare che andrebbe bene per al massimo un telefilmaccio di seconda categoria, con un po' troppi strappi alle regole. Lo si può considerare un divertissement e si arriva in fondo senza troppa fatica, ...continua

    Per quanto si senta l'impronta di Reitermaister Altieri il libro è proprio poca cosa, una trama lineare che andrebbe bene per al massimo un telefilmaccio di seconda categoria, con un po' troppi strappi alle regole. Lo si può considerare un divertissement e si arriva in fondo senza troppa fatica, ma alla fine è comunque una mezza delusione.

    ha scritto il 

  • 4

    per Masedomani.com

    La sana competizione su MaSeDomani.com è sempre viva, e dopo la pubblicazione delle 3-recensioni-in-1 sulla saga di Twilight non potevo esimermi dal replicare con letteraria “recensione-una-e-trina”.


    Non credo di essere nato con la camicia, ma di tanto in tanto una botta di cu fortuna pu ...continua

    La sana competizione su MaSeDomani.com è sempre viva, e dopo la pubblicazione delle 3-recensioni-in-1 sulla saga di Twilight non potevo esimermi dal replicare con letteraria “recensione-una-e-trina”.

    Non credo di essere nato con la camicia, ma di tanto in tanto una botta di cu fortuna puo’ indirizzare favorevoli congiunture anche su questi lidi: stavo rileggendo – come faccio spesso in cerca di ispirazioni libresche – “New Italian Epic” dei Wu Ming, e mi ha incuriosito una nota alla seconda edizione in cui i nostri si cospargevano la capoccia di cenere per non aver citato Alan D. Altieri tra gli autori di riferimento della nuova galassia narrativa italiana (meglio descritta qui). Ho stretto gli occhiucci come faccio sempre in cerca di concentrazione: ricordavo dei titoli su cui mi era capitato di appoggiare il naso in libreria, ma per un motivo o per l’altro (e adesso mi chiedo davvero quali potessero essere) i libri in questione erano rimasti sullo scaffale.

    A Milano pioveva – e questa estate non è stata una novità – e un salto in libreria lo si fa volentieri, in particolare se hai in programma qualche giorno di totale relax da riempire con vagonate di pagine e punteggiature. Torno a casa con “Campo di Fuoco”, primo volume della serie Sniper che mi attrae riportandomi immediatamente alla memoria le nottate passate su Ghost Recon. Il videogame consentiva di selezionare i sei membri del commando di assalto, ed io ho sempre optato per almeno un paio di cecchini in grado di colpire da grande distanza: un’arma micidiale sul terreno aperto, senza dimenticare che inquadrare il bersaglio con un mirino telescopico e colpirlo senza essere stati rilevati era – da una punto di vista videoludico – una gran soddisfazione.

    E’ proprio in Campo di Fuoco che Altieri introduce la figura di Russel Kane: personaggio lacerato, con un passato da medico ed un presente che mal si rapporta con il giuramento di Ippocrate: master sniper delle forze speciali britanniche (i SAS), come dire l’eccellenza della capacità di sopravvivere a qualsiasi evento bellico. E per far meglio comprendere quale sia stato l’impatto, si sappia che in un paio di giorni mi sono dovuto procurare anche “L’ultimo muro” (che prosegue la serie con una intrigante ambientazione a Gerusalemme) e “Victoria Cross” (al momento ultimo romanzo con lo stesso protagonista, anche se sono attese ormai da un paio di anni novità su questo fronte), ed ecco che la recensione una-e-trina era bella che pronta. Tre avventure divorate in quattro giorni, accomunate da una trama che si fa assolutamente adrenalinica, e con un fiorilegio di armi, sparatorie, assalti, fiotti di sangue, serrati combattimenti ed esplosioni apocalittiche. Altieri trascina per mano il lettore nella azione piu’ pura, senza troppi compromessi e senza per questo tralasciare la caratterizzazione dei personaggi di contorno: immancabile la gnocca di turno, qui in versione special e quindi parimenti accessoriata da un punto di vista militare, e inevitabile la presenza del cattivo-cattivissimo, con varianti che vanno dal ricco-che-se-ne-fotte-dell’ecologia al terrorista fondamentalista che di fondamentale ha solo la volontà di far grana.

    Tre libri per lasciarsi rapire e abbandonarsi totalmente alla vera azione. Io ve li consiglio.

    ha scritto il 

  • 5

    Divorato! Romanzo nato per Segretissimo quindi con quelle peculiarità: tutta azione, dialoghi stretti, capitoli veloci.
    Russell Brendan Kane, 22° Reggimento SAS, il miglior sniper contro tutti e tutto: narcos, guerriglieri, politici corrotti, servizi deviati, doppio-triplo-giochisti... il s ...continua

    Divorato! Romanzo nato per Segretissimo quindi con quelle peculiarità: tutta azione, dialoghi stretti, capitoli veloci.
    Russell Brendan Kane, 22° Reggimento SAS, il miglior sniper contro tutti e tutto: narcos, guerriglieri, politici corrotti, servizi deviati, doppio-triplo-giochisti... il suo passato ("nessuno può salvare nessuno").

    ha scritto il 

  • 4

    Russell Brendan Kane, tenente colonnello del 22° Reggimento SAS, corridori della lama dei commandos di Sua Maestà Britannica. Sul suo volto, il tempo pareva aver scavato le angolazioni squadrate di una maschera totemica. Non solamente il tempo. Un uomo senza volto, un soldato nella penombra, uno ...continua

    Russell Brendan Kane, tenente colonnello del 22° Reggimento SAS, corridori della lama dei commandos di Sua Maestà Britannica. Sul suo volto, il tempo pareva aver scavato le angolazioni squadrate di una maschera totemica. Non solamente il tempo. Un uomo senza volto, un soldato nella penombra, uno sniper, un letale cecchino in grado di penetrare, esplorare, colpire e svanire nel nulla... Spedito in missione nella giungla messicana, con una collega molto pericolosa e con informazioni incomplete, Kane si trova in prima linea al centro di un micidiale intrigo di politici corrotti, servizi deviati e guerriglieri narcos. La foresta è un luogo ideale per uccidere e morire, per affrontare l'oscurità e seppellire i fantasmi del proprio passato. Ma per Kane non è ancora tempo di deporre il fucile d'assalto. Un inseguimento senza pause sui terreni più difficili, l'ombra del tradimento, il crepitare delle armi automatiche: un thriller adrenalinico con un guerriero indimenticabile.

    ha scritto il 

  • 4

    Alan D. Altieri è sempre una garanzia! il maestro dell'action thriller italiano non ha pietà nel descrivere un mondo che non ha spazio per la pietà. Russell B. Kane è l'emblema di questo mondo duro e metallico, dove l'unico sentimento che ha dignotà di esistenza è la consapevolezza del compimento ...continua

    Alan D. Altieri è sempre una garanzia! il maestro dell'action thriller italiano non ha pietà nel descrivere un mondo che non ha spazio per la pietà. Russell B. Kane è l'emblema di questo mondo duro e metallico, dove l'unico sentimento che ha dignotà di esistenza è la consapevolezza del compimento del propirio dovere, anche se "nessuno può salvare nessuno".

    ha scritto il 

  • 4

    Il romanzo che apre la serie Sniper. Forse meno ambizioso di "Kondor" (l'altro libro di Altieri che ho letto), ma comunque ben scritto e avvincente. La trama è molto classica: il guerriero consumato dai rimorsi e dai suoi demoni interiori, cattivi carismatici, doppiogiochisti, violenza. Ma il rom ...continua

    Il romanzo che apre la serie Sniper. Forse meno ambizioso di "Kondor" (l'altro libro di Altieri che ho letto), ma comunque ben scritto e avvincente. La trama è molto classica: il guerriero consumato dai rimorsi e dai suoi demoni interiori, cattivi carismatici, doppiogiochisti, violenza. Ma il romanzo si legge volentieri. Aiuta anche la scrittura cinematografica (del resto, il romanzo è stato pubblicato per la prima volta su "Segretissimo" della Mondadori). Consigliato.

    ha scritto il 

  • 2

    Personaggi scolpiti nella roccia. Mania per la citazione di oggettistica militar/tecnologica. Ritmo rapido.
    Efferratezze (senza eccessivo compiacimento).

    Se puo' interessare un libro che descrive in modo piu' articolato e con personaggi piu' "arrotondati" la guerra della droga USA/Me ...continua

    Personaggi scolpiti nella roccia. Mania per la citazione di oggettistica militar/tecnologica. Ritmo rapido.
    Efferratezze (senza eccessivo compiacimento).

    Se puo' interessare un libro che descrive in modo piu' articolato e con personaggi piu' "arrotondati" la guerra della droga USA/Messico riferirirsi a: La legge del cane di Winslow

    ha scritto il 

  • 4

    Azione al quadrato con protagonista un veterano S.A.S. (è il primo di tre libri con lo stesso interprete) che agisce e parla un po' come ci si apetterebbe da un personaggio simile ma che in un occasione cita Truman Capote...

    ha scritto il 

  • 4

    Il mio commento su www.operanarrativa.com

    Campo di Fuoco è il romanzo che apre la serie Sniper, con il protagonista Russell Brendan Kane.
    Alan D. Altieri è considerato il maetro italiano del thriller d’azione e con questo romanzo mette in campo tutte le sue abilità, sia narrative, sia tecniche.
    Un romanzo che non vive pause e g ...continua

    Campo di Fuoco è il romanzo che apre la serie Sniper, con il protagonista Russell Brendan Kane.
    Alan D. Altieri è considerato il maetro italiano del thriller d’azione e con questo romanzo mette in campo tutte le sue abilità, sia narrative, sia tecniche.
    Un romanzo che non vive pause e già dalla prima pagina conduce il lettore dentro l’azione, o meglio dentro, nel campo di fuoco, nella battaglia vera dove esiste solo vivere o morire.

    Kane viene presentato subito come un protagonista duro e micidiale, ma presto ci rendiamo conto che questo non è solo un romanzo d’azione. Il personaggio infatti non è piatto, ma costruito al 100% e presto metterà in mostra anche la sua umanità, centellinata a dovere. Un personaggio che piace subito al lettore, spietato, esperto, il migliore, senza ombra di dubbio.

    Altieri (che recentemente si è dedicato a una serie interessantissima ambientata durante la guerra dei trent’anni) ci trasporta al confine tra il Messico e gli USA in una lotta spietata che ruota attorno al controllo della cocaina, tra servizi segreti e disperati zapatisti persi tra le montagne messicane. Per chi non è abituato a questo tipo di letture saranno solo le prime pagine a essere più ardue, ma rapidamente il romanzo prende piede e dalla metà in poi scorre veloce fino alla fine. A volte forse troppo tecnico, con nomi di armi e mezzi che a volte rendono difficile la lettura al meno esperto, ma che caratterizzano molto bene personaggi e scenari.

    Alla fine una lettura buona, che lascia con il desiderio di leggere il continuo della serie, di andare ancora dentro insieme a Kane, e combattere al suo fianco. Per vivere o morire. One shot, one kill.

    ha scritto il