Canada

di | Editore: Mondolibri
Voto medio di 511
| 91 contributi totali di cui 82 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
‟Prima di tutto parlerò della rapina commessa dai nostri genitori. Poi degli omicidi, che avvennero più tardi.” Ai nostri giorni, a distanza di mezzo secolo dai fatti, il professor Dell Parsons, americano trapiantato in Canada e alla vigilia della pe ...Continua
carlottam
Ha scritto il 02/04/18
Raccontare con lentezza
Ho letto questo libro grazie ai continui elogi che sentivo nei confronti di questo scrittore cui non mi ero ancora avvicinata. È la storia di Dell Parsons, adolescente americano, che negli ’60 vede la sua vita stravolta da una rapina compiuta dai suo...Continua
Rossella
Ha scritto il 07/10/17
Una storia di resilienza, la capacità di trarre nuova energia dagli urti cui la vita ci sottopone e farne materia per trasformarsi. Un professore di sessant’anni racconta la sua infanzia bruscamente travolta dall’abbandono singolare dei suoi genitori...Continua
marilia gallus
Ha scritto il 07/09/17
minuziosa indagine su una vita

più volte ho pensato di interrompere le lettura.
poi, ho trovato affascinante la dovizia di particolari, il ripetersi nel racconto di minuzie apparentemente senza nessuna finalità.

jeffrey.hammond
Ha scritto il 08/08/17

ogni volta con Ford... prolisso, ingombrante, pieno di autocommiserazione e piagnistei

three
Ha scritto il 17/07/17
SPOILER ALERT
è uno dei libri più strani che mi sia capitato di leggere. Uso la categoria della stranezza, invece di quelle più normali della bellezza o della bruttezza, perché sono rimasta spiazzata da questa storia così poco prevedibile all'inizio. C'è un'interm...Continua

Jongbloed
Ha scritto il Feb 02, 2014, 09:00
Per concludere, Charley disse che Arthur continuava a vedersi come il giovane studente intelligente e ingenuo che non aveva mai voluto uccidere nessuno e che aveva sofferto per averlo fatto - per caso e per stupidità - ma che voleva che il suo castig...Continua
Pag. 346
Jongbloed
Ha scritto il Feb 02, 2014, 08:58
Il suo principale attributo era che incorporava un'assenza, un'assenza di cui era consapevole e che aveva un assoluto bisogno di colmare. Quello che voleva era la prova - rappresentata da me o ottenuta grazie a me - che era riuscito a colmare questa...Continua
Pag. 321
Jongbloed
Ha scritto il Feb 02, 2014, 08:49
Avrei voluto abbracciarla. Sembrava la cosa più naturale da fare se volevo avere il controllo di tutto. Il telefono nel corridoio cominciò a suonare: squilli sonori, striduli, infelici, che distrussero il silenzio della casa. E così il momento passò:...Continua
Pag. 174
Jongbloed
Ha scritto il Feb 02, 2014, 08:46
Anche se è sbagliato desiderare che le cose non siano accadute, persino le peggiori, come se uno avesse mai potuto trovare la sua strada fino al presente con altri mezzi.
Pag. 158
Jongbloed
Ha scritto il Feb 02, 2014, 08:44
Oppure era arrivato alla conclusione di essere un fallito, di avere rovinato tutto, e ardeva dalla voglia di fare qualcosa di notevole (qualcosa di più che vendere ranch o automobili o rubare vacche), qualcosa che ci avrebbe sistemato finanziariament...Continua
Pag. 100

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi