Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Cani selvaggi

By Helen Humphreys

(403)

| Paperback | 9788889113240

Like Cani selvaggi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

In una piccola città della provincia canadese, la chiusura di un mobilificio vero centro economico dell'area - genera inquietudine. Le vittime di un clima a tratti pesante sono soprattutto le donne, i bambini e i cani. Proprio sei cani, senza apparen Continue

In una piccola città della provincia canadese, la chiusura di un mobilificio vero centro economico dell'area - genera inquietudine. Le vittime di un clima a tratti pesante sono soprattutto le donne, i bambini e i cani. Proprio sei cani, senza apparenti avvisaglie, fuggono o sono spinti a fuggire dalle case dove sono cresciuti e dove sono stati nutriti, scegliendo di vivere nel bosco, di essere selvaggi, liberi. I loro padroni - Alice, Jamie, Lily, Walter, Malcolm e una misteriosa biologa - ogni sera si ritrovano in un campo ai margini del bosco e chiamano i loro cani nella speranza che tornino a casa. Fra i sei padroni si stabilisce un legame molto stretto, che sovrappone all'attesa del ritorno dei cani, speranze di amore, di amicizia e di risoluzione delle proprie solitudini, mentre, sullo sfondo, si prepara la resa dei conti, la dolorosa soluzione alla incomprensibile e "intollerabile" storia dei cani che hanno scelto di diventare selvaggi.

110 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    ci penso.
    non lo so.
    sono confuso.
    succede a volte con i libri.

    c'e' sempre di mezzo il maledetto dio/demone dell'amore.
    pensi di aver capito tutto, poi capisci che non hai capito, perche' tutto si muove e cambia. ti si ribalta tutto. finisci a test ...(continue)

    ci penso.
    non lo so.
    sono confuso.
    succede a volte con i libri.

    c'e' sempre di mezzo il maledetto dio/demone dell'amore.
    pensi di aver capito tutto, poi capisci che non hai capito, perche' tutto si muove e cambia. ti si ribalta tutto. finisci a testa in giu'.

    forse ha ragione rachel: meglio prendere, andar via, scappare, nascondersi tra i lupi.
    forse ha ragione alice: meglio restare, subirlo, viverlo.

    no, non lo so. ci sono giorni in cui preferirei essere fanatico di squadra di calcio. una qualsiasi, mica dovrebbe vincere sempre e per forza. che diamine.

    Is this helpful?

    ps said on Oct 19, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    "Tutto è perduto. Lo sento in quel momento. E la cosa tremenda è che lo spazio che occupa qualcosa di vicino a noi è ancora lì quando quel qualcosa se n'è andato, solo che è pieno di niente. E' pieno del senso della perdita."

    Is this helpful?

    La Tammina said on Oct 10, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    "Essere selvaggio significa vivere d'istinto e non d'immaginazione. Vivere selvaggiamente significa non poterlo raccontare"

    Accade, a volte, che la cornice sia più bella e preziosa del quadro che contiene.

    Il mattino è arrivato disfatto e tutte le cose peggiori, le cose di cui bisogna aver paura, si sono riversate in questo giorno.

    Is this helpful?

    alice said on Jul 26, 2014 | Add your feedback

  • 7 people find this helpful

    “Tutto è perduto. Lo sento in quel momento. E la cosa tremenda è che lo spazio che occupa qualcosa di vicino a noi è ancora lì quando quel qualcosa se n’è andato, solo che è pieno di niente. E’ pieno del senso di perdita.”
    Difficile da spiegare come ...(continue)

    “Tutto è perduto. Lo sento in quel momento. E la cosa tremenda è che lo spazio che occupa qualcosa di vicino a noi è ancora lì quando quel qualcosa se n’è andato, solo che è pieno di niente. E’ pieno del senso di perdita.”
    Difficile da spiegare come l’amore possa essere condannato a convivere con il senso di solitudine e di perdita. Difficile da spiegare con altrettanta forza emotiva quanto concreta e dolorosa possa essere questa condizione fatta di contrasti che appartengono irrimediabilmente gli uni agli altri; cosa sia il senso dell’attesa privo d’illusioni, e la ferma volontà di emanciparsi da tutto questo...
    “Non penso più che la mia vita riguardi ciò che mi è successo. Riguarda ciò che ho scelto di credere. Non è quello che vedo, ma quello che penso sia lì fuori…”.

    Is this helpful?

    on my way to better thing said on Jul 7, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Perfetta partitura polifonica - come l’ululato dei lupi - con un incipit misterioso e vibrante che racchiude tutto il libro (ma lo capisci solo dopo).
    C’è Alice che ama i cani. Ama il suo cane. Il suo cane dorme con lei. Vabbè, niente pulizia. C’è u ...(continue)

    Perfetta partitura polifonica - come l’ululato dei lupi - con un incipit misterioso e vibrante che racchiude tutto il libro (ma lo capisci solo dopo).
    C’è Alice che ama i cani. Ama il suo cane. Il suo cane dorme con lei. Vabbè, niente pulizia. C’è un gruppo di persone che condivide la stessa passione di Alice, e riversa sul suo proprio cane un affetto eccessivo che inevitabilmente colma sempre qualcosa. Poi Alice si innamora di una donna. La donna dei lupi. Problemi?. Spero proprio di no. Perché il libro merita davvero. Poi infatti c’è il bosco che cela la meravigliosa magia del lato selvatico. Il lato selvaggio del bosco in sé, degli animali, di noi stessi (ognuno ne custodisce uno). E c’è la caccia immobile dell’airone, il lupo solitario cacciato dal branco, una volpe che guizza sui campi, il lento volteggiare dei falchi nel cielo, l’urlo del picchio crestato al crepuscolo, i grugniti del procione. C’è la ritualità degli uccelli che cantano all’alba o dei cervi che ogni mattina si chinano guardinghi e vulnerabili sul ruscello a bere. E poi ci sono loro, i cani selvaggi.

    Is this helpful?

    Albe said on May 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ululate, cani! Un lupo è morto questa notte.

    Sarà che i libri della Playground - lo dico da profana - mi piacciono davvero tanto.

    Ma questo è assolutamente un gioiello.

    Is this helpful?

    Furettocurioso said on May 18, 2014 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (403)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 167 Pages
  • ISBN-10: 8889113243
  • ISBN-13: 9788889113240
  • Publisher: Playground
  • Publish date: 2007-10-01
  • In other languages: other languages English Books
Improve_data of this book