Canne al vento

Voto medio di 2.867
| 330 contributi totali di cui 299 recensioni , 30 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Unica donna insignita dal Nobel nell'ambito della letteratura italiana e autrice di più di cinquanta volumi tra romanzi e novelle, Grazia Deledda è forse ancora tutta da scoprire, un po' come la sua Sardegna. Canne al vento è in questo senso ... Continua
Ha scritto il 16/10/17
Una bella sorpresa
Commentare un premio Nobel è sempre un po' paradossale, perché chi sono io per mettere bocca su libri del genere. Ad ogni modo, mi aspettavo un tomo lento e noioso: ero dubbiosa se sarei riuscita ad arrivare alla fine perché il "peso" del Nobel ...Continua
Ha scritto il 27/09/17
una storia d'amore
un mondo apparentemente immutabile con rari casi di ribellione. quel che più mi ha colpito è la sostanziale uniformità di modo di vivere tra ricchi e poveri, il ricco ha terre , quindi certezza del cibo, soldi con cui comprare altre terre e ...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 30/08/17
Canne al vento
Grazia Deledda, scrittrice autodidatta e premio Nobel per la Letteratura nel 1926, sfugge per il suo stile ad ogni catalogazione di corrente. Nel romanzo Canne al vento del 1913, allude al tema profondo della fragilità umana e del dolore ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 30/08/17
Potente
Storia di un "ultimo" che in realtà è un re: padrone di se stesso e del proprio destino perchè capace di amare; Efix è una figura che rimane nella mente e nel cuore del lettore, o almeno così è avvenuto nel mio. Un romanzo ambientato in un ...Continua
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 15/08/17
Notevole. Alcune descrizioni del paesaggio nuorese sono incantevoli, come il personaggio del devoto servo Efix, in fondo un puro di cuore, anche se si porta dietro un pesante rimorso.Molto meno datato di quanto si può pensare per un testo ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Oct 16, 2016, 22:29
Le porte, i sostegni e la balaustrata del balcone erano in legno finemente scolpito: tutto però cadeva, e il legno corroso, diventato nero, pareva al minimo urto sciogliersi in polvere come sgretolato da un invisibile trivello”
Ha scritto il Oct 10, 2016, 13:23
Dimmi, tu che hai girato il mondo: è da per tutto così? Perché la sorte ci stronca così , come canne?— Sí, — egli disse allora, — siamo proprio come le canne al vento, donna Ester mia. Ecco perché! Siamo canne, e la sorte è il vento.— ...Continua
Ha scritto il Oct 06, 2016, 07:00
Siamo nati per patire.
Ha scritto il Oct 05, 2016, 06:28
La vita passa e noi la lasciamo passare come l'acqua del fiume, e solo quando manca ci accorgiamo che manca.
Ha scritto il Oct 03, 2016, 07:12
Egli sapeva che tutte le azioni compiute così, per forza sovrannaturale, sono azioni buone.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Nov 10, 2016, 14:48
853.9 DEL 4136 Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi