Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Canne al vento

By Grazia Deledda

(288)

| Paperback | 9788844031916

Like Canne al vento ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Unica donna insignita dal Nobel nell'ambito della letteratura italiana e autrice di più di cinquanta volumi tra romanzi e novelle, Grazia Deledda è forse ancora tutta da scoprire, un po' come la sua Sardegna. Canne al vento è in questo senso u Continue

Unica donna insignita dal Nobel nell'ambito della letteratura italiana e autrice di più di cinquanta volumi tra romanzi e novelle, Grazia Deledda è forse ancora tutta da scoprire, un po' come la sua Sardegna. Canne al vento è in questo senso un'opera esemplare: induce, già nel titolo, un'inconfondibile immagine dell'aspro ed essenziale paesaggio dell'isola, ma evoca nel contempo l'immagine universale, ''biblica'' dell'uomo, fragile e oscillante creatura battuta dalla sorte, ma sempre tentata da un confronto diretto con la forza potente di una misteriosa Giustizia. Forse, dopo aver letto il romanzo, molti lettori avranno come l'impressione che in Sardegna non si va, ma dalla Sardegna si viene.

258 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ammetto che il titolo di questo libro è la prima cosa che mi ha colpita, oltre la magnifica copertina con "La libecciata" di Giovanni Fattori.
    Il perchè di questo magnifico titolo, già si evince dalle prime pagine, ma dobbiamo saper attendere per com ...(continue)

    Ammetto che il titolo di questo libro è la prima cosa che mi ha colpita, oltre la magnifica copertina con "La libecciata" di Giovanni Fattori.
    Il perchè di questo magnifico titolo, già si evince dalle prime pagine, ma dobbiamo saper attendere per comprenderlo appieno.
    Le canne sono l'immagine del destino degli uomini e della fatalità, due elementi importanti nel romanzo. Ogni personaggio è permeato dal suo destino oppure ne è schiacciato. Le canne frusciano al vento, suonano la loro musica sublime e quasi inafferrabile, ma che tutti i protagonisti sentono, sopratutto Efix.
    Le canne pregano e avvertono l'uomo che la vita è fragile, basta un soffio di vento per spezzarla. Ma le canne sono anche solide, possono resistere ai colpi più duri, accettarli. Per gli uomini il loro destino è come quello di una canna, Efix l'ha capito e lo spiega a Donna Ester:
    "Ma dimmi, dimmi Efix", proseguì accorata, "non è una gran cattiva sorte, la nostra? Giacinto che ci rovina e sposa quella pezzente, e Noemi che rifiuta invece la buona fortuna. Ma perchè questo Efix, dimmi, tu che hai girato il mondo: è da per tutto così? Perchè la sorte ci stronca come canne?" "Sì, siamo proprio come canne al vento, donna Ester. Ecco perchè. Siamo canne, e la nostre sorte è il vento."...

    Is this helpful?

    Claudia (Il giro del mondo attraverso i libri) said on Aug 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ero molto dubbioso se iniziare questo libro o no. Di primo acchito la trama non mi entusiasmava; tre nobili dame in rovina e il loro servo, ambientato in un recondito paesino della Sardegna... non erano affatto le premesse ideali per farmi piacere qu ...(continue)

    Ero molto dubbioso se iniziare questo libro o no. Di primo acchito la trama non mi entusiasmava; tre nobili dame in rovina e il loro servo, ambientato in un recondito paesino della Sardegna... non erano affatto le premesse ideali per farmi piacere questo romanzo, tuttavia volevo leggere qualcosa di questa autrice e questo libro già lo possedeva mia madre, quindi gli ho dato una possibilità e non me ne pento per niente. Lo ho trovato un grandissimo libro, uno stile elaborato ma allo stesso tempo una prosa che scorre agevole; vi sono grandi scene immaginifiche che definirei quasi dei quadri di parole.

    Is this helpful?

    Rykketid said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Profondo Indaco

    E' come leggere un quadro impressionista per le descrizioni favolose.
    E' come leggere l'Inferno di Dante dal punto di vista di un popolano che scandaglia il suo personale tormento fino al riscatto.

    Da leggere.

    Is this helpful?

    EcletticaMente said on Jun 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Empatica allegoria della fragilità dell'umana esistenza. Paesaggi antropomorfizzati che riflettono le inquietudini dei personaggi. Accorato, coinvolgente racconto d'una grande narratrice.

    Is this helpful?

    Roxy said on Jun 19, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Nobel italiano al femminile

    Romanzo sulla decadenza della nobiltà sull'espiazione e sulla fragilità umana:siamo come canne al vento in balia della tempesta e anche se ci appoggiamo l'une sulle altre alcune si piegano e altre si spezzano.
    Ammirevole il personaggio del servo Efix ...(continue)

    Romanzo sulla decadenza della nobiltà sull'espiazione e sulla fragilità umana:siamo come canne al vento in balia della tempesta e anche se ci appoggiamo l'une sulle altre alcune si piegano e altre si spezzano.
    Ammirevole il personaggio del servo Efix fedele alle tre sorelle Pintor in una Sardegna antica,dominata dalla superstizione e timorata da dio.Bellissimo.

    Is this helpful?

    Piffipoffi said on Jun 14, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book