Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cantami o DJ...

Lezioni d'italiano (parecchio alternative)

Di

Editore: Kowalski

3.6
(28)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8874967705 | Isbn-13: 9788874967704 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Education & Teaching

Ti piace Cantami o DJ...?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Insegnare la metrica attraverso le canzoni è un'idea veramente carina. Potrebbe avvicinare i ragazzi all'Orlando Furioso. Godibile, nonostante un paio di refusi che puzzano un po' di errori ...continua

    Insegnare la metrica attraverso le canzoni è un'idea veramente carina. Potrebbe avvicinare i ragazzi all'Orlando Furioso. Godibile, nonostante un paio di refusi che puzzano un po' di errori grammaticali, e visto il genere andava forse fatta un po' di attenzione in più.

    ha scritto il 

  • 5

    Le figure retoriche vi sono sempre risultate indigeste? Siete quelli che a scuola il libro di poesie l'avrebbero volentieri gettato in testa al professore o giù dalla finestra? Allora questo è il ...continua

    Le figure retoriche vi sono sempre risultate indigeste? Siete quelli che a scuola il libro di poesie l'avrebbero volentieri gettato in testa al professore o giù dalla finestra? Allora questo è il libro che fa per voi!

    ha scritto il 

  • 2

    Insomma

    Altro non è che un normalissimo manuale di retorica, solo che ogni figura è spiegata con una canzone italiana, sfortunatamente quasi sempre pessima. Non mi ha colpito sia per come è scritto che ...continua

    Altro non è che un normalissimo manuale di retorica, solo che ogni figura è spiegata con una canzone italiana, sfortunatamente quasi sempre pessima. Non mi ha colpito sia per come è scritto che per l'idea

    ha scritto il 

  • 3

    Spunto originale ma fortemente indirizzato

    L'idea di base del libro è buona e devo dire che secondo me raggiunge l'obiettivo prefissato. Spiegare la poesia, la retorica e le sue regole sfruttando il mezzo più immediato e accessibile: la ...continua

    L'idea di base del libro è buona e devo dire che secondo me raggiunge l'obiettivo prefissato. Spiegare la poesia, la retorica e le sue regole sfruttando il mezzo più immediato e accessibile: la musica. In questo senso devo dire che gli esempi sono chiari, spiegati benissimo (ho capito finalmente la storia della rime e dei versi!) e tutte le proposte musicali sono interessanti. Peccato però che per chi ha già una cultura letteraria la letture risulti un po' noiosa..in fondo a me non diceva quasi niente di nuovo. Però se penso ad un ragazzo più giovane, magari qualcuno che odia la letteratura e la poesie..credo che possa essere uno strumento utile..

    ha scritto il 

  • 5

    L'ho regalato per Natale

    a mio figlio, così, un po' per ironizzare sulla sua passione "rockettara"... Beh, si è così "gasato" con questo libro che mi segue mentre faccio i lavori di casa per leggermene dei pezzi! E' stato ...continua

    a mio figlio, così, un po' per ironizzare sulla sua passione "rockettara"... Beh, si è così "gasato" con questo libro che mi segue mentre faccio i lavori di casa per leggermene dei pezzi! E' stato per lui ciò che "Come un romanzo" di Pennac è stato per me.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho utilizzato molti degli spunti presenti nel libro per avvicinare i miei alunni di terza alla consapevolezza che la riflessione teorica sugli strumenti della lingua, soprattutto di quella ...continua

    Ho utilizzato molti degli spunti presenti nel libro per avvicinare i miei alunni di terza alla consapevolezza che la riflessione teorica sugli strumenti della lingua, soprattutto di quella letteraria, può partire anche dalla "colonna sonora" che li accompagna quotidianamente. Un po' di (ovvio, credo...) stupore e il desiderio, da parte di alcuni alunni, di completare l'elenco delle figure con altri esempi tratti dal loro personale ascolto. Direi che è un buon risultato; un grazie sincero al collega autore del volume.

    ha scritto il 

  • 5

    Corso di "Italiano" alternativo

    Nel film "Pensieri pericolosi", Michelle Pfeiffer è una giovane professoressa di lettere assegnata ad una classe di sbandati in una scuola di periferia. Stupito dei suoi successi, all'uscita della ...continua

    Nel film "Pensieri pericolosi", Michelle Pfeiffer è una giovane professoressa di lettere assegnata ad una classe di sbandati in una scuola di periferia. Stupito dei suoi successi, all'uscita della scuola, un collega invidioso le chiede di svelargli il suo segreto. Lei tranquillamente gli racconta: "Sto spiegando Dylan ai ragazzi". "Ah - commenta il collega - Dylan Thomas, uno dei padri della letteratura americana!". "No - dice la bionda Michelle - Bob Dylan!".

    Forse partendo dalla stessa idea, In questo piccolo manualetto, de Benedittis spiega la metrica, le figure retoriche e le rime usando canzoni pop e rap, scoprendo che anche i testi delle canzoni di Jovanotti, Max Pezzali, Battiato, Dj-Ax possono contenere del materiale apprezzabile dal punto di vista letterario. Un endecasillabo è un verso di undici sillabe? Niente affatto! E' un verso che ha l' ultimo accento tonico alla decima sillaba! Non lo sapevo, non me l'aveva mai detto nessuno. Già solo questo basterebbe a giustificare i 12 euro del prezzo di copertina: avete presente quanto costa un' ora di ripetizioni di italiano al giorno d'oggi?

    Dopo Piazza [vedi Filmosofia], de Benedittis è un'altro professore che avrei voluto trovare nel mio liceo. Anche in questo caso, questo breve saggio/manuale è indicato per gli studenti liceali o per chi vuole recuperare le lezioni di italiano bigiate a scuola senza addormentarsi. Dovrebbe diventare un testo fondamentale per i giovani cantautori in erba.

    ha scritto il