Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Capitanes intrépidos

By

Publisher: El País

3.7
(789)

Language:Español | Number of Pages: 164 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , Chi traditional

Isbn-10: 8496246566 | Isbn-13: 9788496246560 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Hardcover , Library Binding , Mass Market Paperback , Others

Category: Fiction & Literature , Sports, Outdoors & Adventure , Travel

Do you like Capitanes intrépidos ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Harvey Cheyne -hijo de un multimillonario- viaja con sumadre en un lujoso transatlántico hacia Europa para recibir una refinada educación. En la travesía cae al mar y es recogido por una goleta que se dirige a los bancos de bacalao. Al cabo de res meses de duro trabajo en el barco, de niño egoista y consentido pasa a ser un buen compañero y un curtido pescador.
Sorting by
  • 3

    Un nuovo romanzo di formazione

    Una volta, specie nell'800, si è affermato il concetto di romano di formazione, in cui il protagonista affronta mille peripezie e ne esce migliorato, alla fine dell'ultima pagina.
    Mutatis mutandis, qu ...continue

    Una volta, specie nell'800, si è affermato il concetto di romano di formazione, in cui il protagonista affronta mille peripezie e ne esce migliorato, alla fine dell'ultima pagina.
    Mutatis mutandis, questo romanzo di Kipling rappresenta una forma più moderna di questo genere letterario: un ragazzino viziato e cresciuto nella ricchezza del padre, cade da un piroscafo e viene raccolto/salvato da una goletta, dove i suoi modi vengono limati dall'equipaggio e su cui il lavoro dei pescatori (in cui viene forzatamente coinvolto) diventa un sostanziale insegnamento sui valor veri della vita e sulla necessità di profondere impegno per raggiungere i propri obiettivi.
    Il ragazzo alla fine ne uscirà cambiato e si riguadagnerà il rispetto del proprio padre.
    La lettura è piacevole, grazie anche ai dialoghi serrati. Per chi non è addentro alle questioni nautiche, può risultare un po' disorientante sentire parlare di gomene e cime, insieme ad altri elementi di una nave; per cui, in alcune parti in cui si descrive l'attività di pesca, la lettura può risultare un po' più pesante.

    said on 

  • 3

    Mi dato del filo da torcere ma sono arrivata alla fine, scoprendo un bel finale e rivalutando l'intero romanzo.
    L'ho trovato difficile da leggere per la sua narrazione non proprio fluida, e per il lin ...continue

    Mi dato del filo da torcere ma sono arrivata alla fine, scoprendo un bel finale e rivalutando l'intero romanzo.
    L'ho trovato difficile da leggere per la sua narrazione non proprio fluida, e per il linguaggio altamente tecnico, non riuscivo ad appassionarmi a quest'avventura di del tutto maschile, ma in realtà nasconde un gran bel significato.
    La vicenda riporta tradizioni ed abitudini di fine ottocento dei pescatori.
    Lo definirei un romanzo di formazione, in cui si evince il sacrificio, l'educazione, la fatica, l'importanza del lavoro e del coraggio e della dignità, anche l'amicizia e la riconoscenza.
    Non è solo un romanzo per ragazzi, può interessare anche un vasto pubblico adulto.

    said on 

  • 2

    Harvey Cheyne è un ragazzino di quindici anni, figlio di un ricco magnate delle ferrovie americane. Già dalla sua età ha tutto, però non conosce il valore della fatica e del denaro guadagnato col sudo ...continue

    Harvey Cheyne è un ragazzino di quindici anni, figlio di un ricco magnate delle ferrovie americane. Già dalla sua età ha tutto, però non conosce il valore della fatica e del denaro guadagnato col sudore.
    Durante una traversata che lo dovrebbe portare in Europa, il ragazzo cade dalla nave. Viene salvato da una barca di pescatori che stava lavorando nelle vicinanze, la We're Here (Noi siamo qui), sotto la guida di Disko Troop, burbero capitano. Lì impara a conoscere e apprezzare la lealtà e la solidarietà degli uomini di mare, uomini di poche parole ma di grande coraggio e abilità. A poco a poco diventa parte attiva di essa, tant'è che i marinai della goletta iniziano ad apprezzarlo e stimarlo e nasce così uno stretto legame tra l'equipaggio, composto dal burbero capitano, il superstizioso e allegro Manuel, il carismatico Long Jack, l'ex soldato Tom Platt, lo zio Salters e il suo misterioso amico Pennsylvania Pratt divenuto folle dopo aver perso tutta la famiglia in un'alluvione e il silenzioso cuoco afro-gaelico, e il giovane Harvey; così il ragazzo si ritrova ad essere felice di ricevere 10 dollari e mezzo al mese per il faticoso lavoro di pesca svolto durante la navigazione e a gioire di ogni piccolo successo e ogni nuova lezione. È aiutato anche da Dan, mozzo di bordo e figlio di Disko Troop, dal quale riesce, quasi subito, ad ottenere la stima.
    Il ragazzino viziato diventa così un giovane consapevole ed un perfetto marinaio.

    said on 

  • 3

    6/10

    Un libro semplice, scritto in maniera piacevole con una trama con morale. Non è un brutto libro, ma lo trovo perfetto da leggere al proprio figlio piuttosto che leggerlo per se stessi. Un romanzo di f ...continue

    Un libro semplice, scritto in maniera piacevole con una trama con morale. Non è un brutto libro, ma lo trovo perfetto da leggere al proprio figlio piuttosto che leggerlo per se stessi. Un romanzo di formazione più che un libro da ombrellone.

    said on 

  • 4

    Una bella storia di amicizia, di sacrificio, di edificazione, di crescita, di maturazione che mette in risalto valori quali la dedizione, la fatica, il lavoro, il coraggio, la dignità, la generosità, ...continue

    Una bella storia di amicizia, di sacrificio, di edificazione, di crescita, di maturazione che mette in risalto valori quali la dedizione, la fatica, il lavoro, il coraggio, la dignità, la generosità, la solidarietà, lo spirito di gruppo di un certo mondo, non solo con riferimento al microcosmo della We're Here (la goletta su cui sono imbarcati i protagonisti) ma relativamente a tutta la comunità dei pescatori dei Banchi che battono con indomito coraggio l'Atlantico settentrionale nel tentativo di guadagnarsi di che vivere ma che pagano anche un alto tributo di vite ogni anno, nel farlo.
    E' vero, forse i personaggi sono stati tratteggiati in modo poco credibile (sembrano tutti essere pieni di sole virtù), ma infondo si tratta di una favola che ha come tema principale il percorso iniziatico di Harvey che da bamboccio viziato e "perduto" lo porterà ad essere un uomo che si riappropria dei valori importanti della vita, oltre che un pescatore parte di una comunità, accettato e benvoluto (al contrario, all'inizio era schivato e deriso).
    Un percorso che, come ogni iniziazione che si rispetti, passa dal rischio, dalla paura, dalla fatica, dal superamento del vecchio io per rinascere simbolicamente a nuova vita.
    Adatto a tutti ma particolarmente indicato per i ragazzi delle elementari e medie.

    said on 

  • 3

    La storia è sviluppata in modo da far convergere in una vicenda unica una serie di "racconti" sulle tradizioni e le usanze dei pescatori di fine ottocento.
    Piacevole ma un po disomogeneo a mio parere. ...continue

    La storia è sviluppata in modo da far convergere in una vicenda unica una serie di "racconti" sulle tradizioni e le usanze dei pescatori di fine ottocento.
    Piacevole ma un po disomogeneo a mio parere. Bella la parte finale.

    said on 

  • 0

    la biblioteca della scuola riserva ancora delle tane di ristoro, e i piccoli grandi classici sono come dei porti dove puoi sentirti comoda e bere un bicchiere. ho aperto questo libro e sono arrivata a ...continue

    la biblioteca della scuola riserva ancora delle tane di ristoro, e i piccoli grandi classici sono come dei porti dove puoi sentirti comoda e bere un bicchiere. ho aperto questo libro e sono arrivata al punto in cui il viziatello ricco e spocchioso capisce l'antifona e gli tocca di abbassare la cresta. ah, i libri che parlano di uomini di mare! ah, i libri che parlano di Uomini! intanto che son qui, lontano da loro, saranno ancora a contare il pescato, ad aspettare la cena.

    said on 

  • 2

    A story of a spoiled rich boy that ends up learning how to earn a living after being swept overboard from a ocean liner and being picked up by a New England fishing boat. Harvey Cheyne Jr. learns abo ...continue

    A story of a spoiled rich boy that ends up learning how to earn a living after being swept overboard from a ocean liner and being picked up by a New England fishing boat. Harvey Cheyne Jr. learns about life which pleasantly surprises his father after they're reunited. The main theme of the story is a good one but you get too distracted reading the late nineteenth century New England fisherman's language that sometimes you just have to guess what the crew is saying/doing. One example (pgs. 101-102)

    "The men was all to the Banks and Counahan he whacked up an iverlastin' hard crowd fer crew. Rum! Ye cud ha' floated the Marilla, insurance an' all in what they stowed aboard her. They lef' Boston Harbour for the great Grand Bank wid a roarin' nor'wester behind 'em an' all hands full to the bung. An' the hivens looked after thim, for divil a watch they did set, an' divil a rope they lay hand to, till they'd seen the bottom av a fifteen-gallon cask o' bug-juice... "

    said on