Cappuccetto Giallo

Di

Editore: Corraini

4.1
(67)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 14 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8875701040 | Isbn-13: 9788875701048 | Data di pubblicazione: 

Illustratore o Matitista: Bruno Munari

Genere: Bambini

Ti piace Cappuccetto Giallo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un lupo in automobile insidia Cappuccetto Giallo, ma questa ha un piano, d'accordo co is uoi amici canarini...
Ordina per
  • 5

    Favoloso!

    Una versione d’annata, targata 1972, di un Cappuccetto metropolitano, immaginato dal grande Bruno Munari. Cappuccetto e la mamma (single?) abitano in uno scantinato, e la nonnina in un sottotetto. La ...continua

    Una versione d’annata, targata 1972, di un Cappuccetto metropolitano, immaginato dal grande Bruno Munari. Cappuccetto e la mamma (single?) abitano in uno scantinato, e la nonnina in un sottotetto. La strada e’ irta di pericoli, del traffico di una milano congestionata e tumefatta. Il lupo e’ alla guida di un’auto e ci spaventa col suo ghigno maligno. L’aiuto degli uccellini permette a Cappuccetto di arrivare sana e salva.

    La serie di Cappuccetto di Bruno Munari, oltre a testimoniare della genialita’ di quest’autore, ci conferma che un classico e’ davvero per sempre, e puo’ esser declinato in mille modi senza stancarci mai.

    Le illustrazioni modernissime sono davvero godibili. Ottima e di pregio l’edizione Corraini. Da non perdere.

    ha scritto il 

  • 4

    Esercizi di stile

    A partire dalla classica e rinomata fiaba, già raccolta da Perrault, Munari come lo scrittore Quenau, a lui contemporaneo, si cimenta in variazioni sul tema. La gamma di varietà di tecniche artistich ...continua

    A partire dalla classica e rinomata fiaba, già raccolta da Perrault, Munari come lo scrittore Quenau, a lui contemporaneo, si cimenta in variazioni sul tema. La gamma di varietà di tecniche artistiche e spunti narrativi è davvero significativa, per non parlare dell’esercizio di stile vero e proprio con soluzioni lessicali e testuali assolutamente inaspettate. Continua su http://scaffalebasso.it/post/69409437441/esercizi-di-stile-locchio-che-bruno-munari

    ha scritto il 

  • 5

    Ben detto Munari! Come spiegare che esistono i lupi cattivi anche oggi, anche se non ci sono boschi o fiorellini da raccogliere. Però il lupo si dimentica presto e rimane la poesia.

    ha scritto il 

  • 4

    Il lupo è ancora qualcuno di cui è bene non fidarsi ma Cappuccetto Giallo non solo non ha bisogno del cacciatore che la liberi ma riesce a non cadere nella (vera e propria) insidia del lupo grazie all ...continua

    Il lupo è ancora qualcuno di cui è bene non fidarsi ma Cappuccetto Giallo non solo non ha bisogno del cacciatore che la liberi ma riesce a non cadere nella (vera e propria) insidia del lupo grazie all'aiuto dei suoi amici canarini. Niente scene di sangue e nessuna delle "tante altre orribile cose" che tanto spaventano la gnomix: chissà se cappuccetto giallo, a differenza di quello rosso, le piacerà di più.

    ha scritto il