Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Caro Michele

By Natalia Ginzburg

(375)

| Others | 9788806159610

Like Caro Michele ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Lessico familiare" dieci anni dopo. Ma la famiglia è distrutta e nessunosembra avere più nulla da dirsi. Un romanzo dai personaggi dispersi, divisidall'incomunicabilità e destinati alla solitudine, dove la scelta del g Continue

"Lessico familiare" dieci anni dopo. Ma la famiglia è distrutta e nessunosembra avere più nulla da dirsi. Un romanzo dai personaggi dispersi, divisidall'incomunicabilità e destinati alla solitudine, dove la scelta del genereepistolare suona provocatoria e simbolica. "Caro Michele" è il figlio lontanofisicamente e distante nelle idee, nelle esigenze, negli affetti e nei doloricui una madre scrive, oppressa dal rancore eppure incapace di reciderel'ultimo cordone fatto di sole lettere. Con una prefazione di Cesare Galboli.

60 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una madre, la signora Adriana, separata dal marito e padre dei suoi figli, fra cui il Michele del titolo; una ragazza-madre, peregrina con il suo bambino da una casa all'altra; un amico, Osvaldo, anche lui separato dalla facoltosa moglie Ada: questi ...(continue)

    Una madre, la signora Adriana, separata dal marito e padre dei suoi figli, fra cui il Michele del titolo; una ragazza-madre, peregrina con il suo bambino da una casa all'altra; un amico, Osvaldo, anche lui separato dalla facoltosa moglie Ada: questi alcuni dei personaggi di questo romanzo della Ginzburg, composto con il suo consueto tratto leggero. E' una società di solitari questa in cui entriamo, sembra che nessuno riesca a penetrare nello spazio vitale del proprio prossimo. Sarà perché Michele non risponde, alle lettere della madre, ma risponde magari a quelle della sorella Angelica, e poi brucia velocemente, quasi più velocemente di quanto ci mette ad arrivare una lettera dall'Inghilterra all'Italia, il proprio matrimonio. In questo romanzo la felicità coniugale non esiste, eppure sembra che solo fuggendo dalla solitudine si possa aspirare ad un po' di felicità.

    Is this helpful?

    angiolina said on Jul 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un'altro libro della meravigliosa Natalia Ginzburg. Ci sono certi scrittori che sanno disegnarti tutto il carattere di un personaggio in poche parole, e la Ginzburg è uno di loro. Qui c'è tutta l'ansia di una società in cui la gente non sa comunicare ...(continue)

    Un'altro libro della meravigliosa Natalia Ginzburg. Ci sono certi scrittori che sanno disegnarti tutto il carattere di un personaggio in poche parole, e la Ginzburg è uno di loro. Qui c'è tutta l'ansia di una società in cui la gente non sa comunicare né volersi bene. Tutta quest'inquietudine di chi non sa dove dirigersi, gente senza scopo ma anche senza amore per nessuno. Mi è piaciuta questa citazione: "Ma non si amano soltanto le memorie felici. A un certo punto della vita, ci si accorge che si amano le memorie". Tante volte con questo libro mi sono detta, "Quanto è vero quello che dice". A volte questo piccolo libro ha una profundità che sorprende.

    Is this helpful?

    Makenzie said on Mar 6, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    L'equilibrio dopo il Sessantotto

    Equilibratissimo e delicato romanzo che inquadra le logiche contestatarie dei primi anni Settanta nell'ambito, quasi minimalista, di un lessico familiare interrotto, frantumato, incapace di comunicare. E non è la chiusura di Michele, ma l'incomunicab ...(continue)

    Equilibratissimo e delicato romanzo che inquadra le logiche contestatarie dei primi anni Settanta nell'ambito, quasi minimalista, di un lessico familiare interrotto, frantumato, incapace di comunicare. E non è la chiusura di Michele, ma l'incomunicabilità dei singoli individualismi e dei personali dolori a rendere impossibile un dialogo sempre tentato e mai riuscito. Alternando una narrazione frammentaria ed essenziale alle lettere che si scambiano i protagonisti, la Ginzburg realizza un ritratto commovente e denso che merita l'aggettivo di "indimenticabile".

    Is this helpful?

    Imagus 2011-2014 said on Jan 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro dopo libro, Natalia Ginzburg si sta inserendo sempre di più tra i miei autori preferiti. Leggo descrizioni di "Caro Michele" che parlano di istantanee di una famiglia borghese. Personalmente sono più d'accordo con chi vede il tema della solitud ...(continue)

    Libro dopo libro, Natalia Ginzburg si sta inserendo sempre di più tra i miei autori preferiti. Leggo descrizioni di "Caro Michele" che parlano di istantanee di una famiglia borghese. Personalmente sono più d'accordo con chi vede il tema della solitudine e dell'infelicità come predominanti. Temi resi, a mio avviso, magnificamente.

    Is this helpful?

    Riccardo Celesti said on Nov 21, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book