Casa d'altri e altri racconti

Voto medio di 471
| 128 contributi totali di cui 122 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In gioventù, lo chiamavano Doctor Ironicus per la sua intelligenza sottile; ormai sessantenne, il protagonista di Casa d'altri non è che un «prete da sagre», confinato in un paesino della provincia emiliana dove non succede mai niente e dove «appaion ...Continua
Topografo
Ha scritto il 27/10/17

Pur minimalista, anzi, forse proprio per quello, di altissimo livello il racconto che dà il titolo alche al libro. Un po’ meno gli altri. Grave per la letteratura italiana che l’autore sia mancato così giovane.

Xenja
Ha scritto il 15/09/17
Una cosa splendida, mi ha lasciato incantata. Non solo “Casa d'altri”, ma tutti i racconti, e quel pezzetto di autobiografia. Da leggere e rileggere, soffermandosi su ogni frase. Perché D'Arzo scrive in modo unico. Stile personalissimo. Anche i conte...Continua
Suni
Ha scritto il 17/08/17
«E alla fine quasi tutti imparammo quello che si dovrebbe imparare nascendo, la verità che fa nascere tutte le altre: che a ogni uomo può capitare tranquillamente ogni cosa. [...] Il mondo non è casa tua; e a te sembra di starci a dozzina. Come nei f...Continua
AdrianaT.
Ha scritto il 28/05/17
Basta l'esergo...
- Così in treno non ci si arriva, lassù... - No. E neanche in corriera. - ... - Vi ci vogliono tre ore di mulo. E poi non d'inverno, s'intende. E neanche quando le nevi si sciolgono. Allora, non ce la fareste nemmeno con cinque. - Beh... e suppongo c...Continua
Greg
Ha scritto il 14/05/17
D'Arzo mi ha ricordato, più che Bernanos, un piccolo Fenoglio. "Due vecchi" mi ha richiamato anche alla mente "Umberto D", una sorta di neorealismo di sghimbescio, senza ideologia e con tanta compassione, per tutti e tre i personaggi (studente compre...Continua

orlando
Ha scritto il Jun 09, 2013, 11:59
Abbiamo saputo esser giovani in gioventù e vecchi adesso: e non vedo chi saprebbe dire altrettanto. [Due vecchi]
Pag. 121
orlando
Ha scritto il Jun 08, 2013, 17:30
A una nuova scossa ella non avrebbe, forse, resistito: ma, certamente, non avrebbe resistito allo spegnersi di quella infelicità. Ella se l'era venuta costruendo giorno per giorno, come altri, giorno per giorno, si va costruendo la sua illusione: era...Continua
Pag. 103
orlando
Ha scritto il Jun 08, 2013, 13:01
Il mondo non è casa tua; e a te sembra di starci a dozzina. [...] Dappertutto c'era una piacevole aria d'attesa. Molta gente rientrò: altri sparirono: le finestre e i balconi erano tutti affollati di gente che guardava divertita in istrada giocare a...Continua
Pag. 68
orlando
Ha scritto il Jun 07, 2013, 14:17
- Tutte le mattine alzarsi alle cinque e andare giù in fondo valle per pigliare gli stracci e fermarsi a mezzogiorno un momento a mangiare olio e pane sopra l'erba di un fosso: e poi venire su fino a monte a pigliar la carriola e andarsene al canale...Continua
Pag. 45
Kobayashi
Ha scritto il Dec 26, 2012, 07:07
Ma in Croazia, a Credévick e a Musrak, il caso volle che fossi io di scena. Naturalmente ero l'uomo meno adatto per questo: tutt'al più, io ero uno di quei talenti irrequieti eternamente alla posta del bello, e mai disposti, però, a fare un mezzo pas...Continua
Pag. 64

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi