Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Casa del tempo

Di

Editore: La Margherita

4.8
(85)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 64 | Formato: Altri

Isbn-10: 8887169950 | Isbn-13: 9788887169959 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Roberto Innocenti

Genere: Art, Architecture & Photography , Children , Comics & Graphic Novels

Ti piace Casa del tempo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'architrave sulla mia porta segna l'anno 1656, un anno di pestilenza, l'anno della mia costruzione. Sono stata costruita di pietra e legno, ma con il passare del tempo le mie finestre hanno iniziato a vedere e le mie grondaie a sentire. Ho visto famiglie crescere e alberi cadere. Ho sentito risate e spari. Ho conosciuto tempeste, martelli e seghe e, alla fine, l'abbandono. Poi, un giorno, alcuni bambini si sono avventurati fin quassù, alla ricerca di funghi e castagne: ho iniziato una nuova vita all'alba dell'era moderna. Ecco la mia storia, da una vecchia collina, attraverso il ventesimo secolo.
Ordina per
  • 5

    Casa del tempo è un libro straordinario. Inutile dilungarsi sui mille stupefacenti aspetti di questo libro il cui massimo piacere sta proprio nell’essere sfogliato. Le illustrazioni di Innocenti sono straordinarie, e l’osservazione dell’evoluzione di alberi, rocce, terra e persone è assolu ...continua

    Casa del tempo è un libro straordinario. Inutile dilungarsi sui mille stupefacenti aspetti di questo libro il cui massimo piacere sta proprio nell’essere sfogliato. Le illustrazioni di Innocenti sono straordinarie, e l’osservazione dell’evoluzione di alberi, rocce, terra e persone è assolutamente commovente, ci si ritrova verso la metà del libro con le lacrime agli occhi, lacrimoni enormi e non si sa nemmeno il perché. Una sensazione lancinante, ma ineluttabile, perché il tempo comunque va avanti, e ce lo ricordano le parole di Roberto Piumini che sono poesie con metro e rima libera molto delicate e in alcuni momenti particolarmente calzanti come nel verso ungarettiano «m’ingravido di pietra» per descrivere come la casa si allarga con nuove stanze, che poi crolleranno, e verranno ricostruire, e ricrolleranno, e verranno di nuovo ricostruite… in un ciclo senza fine che continuerà anche dopo la fine del libro. È un testo stupendo di una profondità che va oltre quella delle sue pagine. È un libro da rileggere spesso.

    ha scritto il 

  • 5

    Raccontare il '900 italiano

    Casa del Tempo è il racconto di un intero secolo vissuto attorno e dentro una casa costruita sugli Appennini in età medievale e riscoperta nel primo ‘900. Attraverso la poesia evocativa di Roberto Piumini e le illustrazioni particolareggiate e sempre fedeli alla realtà storica di Roberto Innocent ...continua

    Casa del Tempo è il racconto di un intero secolo vissuto attorno e dentro una casa costruita sugli Appennini in età medievale e riscoperta nel primo ‘900. Attraverso la poesia evocativa di Roberto Piumini e le illustrazioni particolareggiate e sempre fedeli alla realtà storica di Roberto Innocenti, è la casa stessa a divenire testimone attento della vita di chi la abita e in maniera riflessa di tutti i mutamenti storico-sociali che interessano il novecento italiano. La complementarietà di testo e immagini è il punto di forza di questo libro. Infatti, i vestiti, gli strumenti di lavoro, i mezzi di trasporto, le usanze contadine, gli svaghi, ecc … si evolvono visivamente col trascorrere degli anni, in questo modo la Casa del Tempo diventa una casa vera, le persone diventano vere e così anche le stagioni, la natura, le tradizioni, la guerra. E’ accaduto tutto. E’ tutto vero.

    ha scritto il 

  • 5

    Il tempo scorre, sulle persone e sulle cose, lasciando segni visibili e segni nascosti all’interno. La forza di questo albo illustrato non è tanto nelle parole, quanto nelle immagini che evocano, colorano ricordi, trasmettono realtà che il lettore fa proprie anche se non le ha vissute. E’ un man ...continua

    Il tempo scorre, sulle persone e sulle cose, lasciando segni visibili e segni nascosti all’interno. La forza di questo albo illustrato non è tanto nelle parole, quanto nelle immagini che evocano, colorano ricordi, trasmettono realtà che il lettore fa proprie anche se non le ha vissute. E’ un manuale di storia delle sensazioni che grazie al suo linguaggio grafico arriva dritto al cuore senza poter in alcun modo annoiare.
    Sfogliare queste suggestive immagini mi ha portato alla mente un altro libro, scritto da Jonhatan Foer, intitolato “Ogni cosa è illuminata”. Così è nelle illustrazioni di Roberto Innocenti: ogni cosa è illuminata dallo scorrere della quotidianità che, semplice e umile, osserva silente il palcoscenico della grande Storia. Un gatto bianco che riposa sul tetto, una crepa nel muro, un bambino che gioca, un pozzo coperto; e nei vetri delle finestre il riflesso della guerra.

    ha scritto il 

  • 5

    Spulciando libri alla Fnac nella sezione “Infanzia” ho scoperto questo volume illustrato da Roberto Innocenti, disegnatore italiano vincitore di numerosi premi in ambito grafico e letterario che non conoscevo affatto.
    A casa ho fatto qualche ricerca, ho trovato il volume in biblioteca e ho ...continua

    Spulciando libri alla Fnac nella sezione “Infanzia” ho scoperto questo volume illustrato da Roberto Innocenti, disegnatore italiano vincitore di numerosi premi in ambito grafico e letterario che non conoscevo affatto.
    A casa ho fatto qualche ricerca, ho trovato il volume in biblioteca e ho scoperto che in realtà questo libro, ma anche gli altri illustrati da Innocenti, sono molto noti anche tra i lettori adulti oltre che tra i bambini a cui in teoria i volumi si rivolgono.
    Questo perché le sue illustrazioni sono frutto di dettagliatissime ricerche culturali e iconografiche che rendono i disegni acquerellati dei veri capolavori certosini, è come vedere delle istantanee, dei brevi momenti di vita quotidiana di tanti anni fa.
    Ovviamente mentre scrivo mi riferisco solo a “Casa del tempo”, che è l’unico che ho visto finora, ma ho già trovato in biblioteca tutti, ma proprio tutti, gli altri libri illustrati da Innocenti (a volte il sistema bibliotecario ha dei pregi: i libri di Innocenti non si trovano più in commercio se non per un paio di titoli, “Casa del Tempo” è in vendita perché edito da poco).
    “Casa del Tempo” è la storia negli anni (nei secoli) di una casa le cui parole, i cui racconti, sono affidati ai testi di Roberto Piumini - che devo dire ho trovato un po’ troppo criptici in alcuni punti.
    La casa è sempre lì, attorno a lei si susseguono le stagioni, le persone che la abitano, lo spazio e la natura che la circondano vengono piano piano manipolati dall’uomo per maggiore comodità e benessere.
    La casa stessa viene allargata, risistemata ma lei è comunque contenta, in questo modo resta in vita e vive dei passi, delle voci, della quotidianità di chi la abita, fino a quando però il progresso e la modernità scacciano anche gli ultimi animali selvatici che scorrazzavano nei boschi dietro la casa e la poesia propria di tutte le tavole del libro scompare definitivamente nell’ultima illustrazione, così moderna, triste, brutta...
    E’ un bellissimo libro, da osservare, sfogliare e da scoprire pagina per pagina, ci ho ritrovato tanti piccoli particolari dei racconti delle mie nonne, di come vivevano al tempo di guerra, del lavoro nei campi, del piacere di stare insieme e di vivere in tanti sotto lo stesso tetto aiutandosi e di come poi con l’abbondanza e la ricchezza questo aspetto della vita si sia affievolito.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello sì, ma mi aspettavo qualcosa di diverso. Mi ero fatta un'idea sulle illustrazioni più fantastica, più onirica.
    Me ne sono fatta una ragione e l'ho regalato a un'amica che invece è innamorata di Roberto Innocenti.

    ha scritto il