Catch-22 CD

By

Publisher: Caedmon

4.1
(1329)

Language: English | Number of Pages: | Format: Audio CD | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , German , French , Italian , Dutch , Swedish , Polish , Latvian , Portuguese , Norwegian

Isbn-10: 0060890096 | Isbn-13: 9780060890094 | Publish date:  | Edition Unabridged

Also available as: Paperback , Hardcover , Audio Cassette , Mass Market Paperback , Library Binding , School & Library Binding , Unbound , Others , Leather Bound , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Humor

Do you like Catch-22 CD ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Catch-22 is like no other novel we have ever read. It has its own style, its own rationale, its own extraordinary character. It moves back and forth from hilarity to horror. It is outrageously funny and strangely affecting. It is totally original.

It is set in the closing months of World War II, in an American bomber squadron on a small island off Italy. Its hero is a bombardier named Yossarian, who is frantic and furious because thousands of people he hasn't even met keep trying to kill him. (He has decided to live forever even if he has to die in the attempt.)

Catch-22 is a microcosm of the twentieth-century world as it might look to someone dangerously sane. It is a novel that lives and moves and grows with astonishing power and vitality. It is, we believe, one of the strongest creations of the mid-century.

Performed by Jay O. Sanders

Sorting by
  • 3

    Ingredienti: un pilota bombardiere stanco di causare la morte e rischiare la vita, un campionario della peggiore umanità in battaglia (vili, ruffiani, arrivisti, esaltati, ecc.), un insieme di capitol ...continue

    Ingredienti: un pilota bombardiere stanco di causare la morte e rischiare la vita, un campionario della peggiore umanità in battaglia (vili, ruffiani, arrivisti, esaltati, ecc.), un insieme di capitoli contenenti vari paradossi della vita militare, un comma rappresentativo dell’assurdità di ogni guerra.
    Consigliato: a chi prepara guerre per vivere “in pace”, a chi è fatto per “credere, obbedire, combattere”.

    said on 

  • 3

    Complicato ma assolutamente da leggere!

    E' senza dubbio un capolavoro, ricco di spunti ma soprattutto di retorica; il mondo militare, per me così lontano in quanto ne ho odio, è ben presentato nella sua ottusità e profonda insensatezza. Cur ...continue

    E' senza dubbio un capolavoro, ricco di spunti ma soprattutto di retorica; il mondo militare, per me così lontano in quanto ne ho odio, è ben presentato nella sua ottusità e profonda insensatezza. Curioso che sia stato ambientato in Italia, distaccamento militare americano nella nostra piccola e strana penisola. Alcuni passaggi sono a dir poco da inserire nella top ten della letteratura mondiale ma ci sono capitoli prolissi e forse non del tutto utili allo scopo, anche difficoltosi da inserire all'interno di un contesto di retorica antimilitarista. Nel complesso devo dire che lo ricorderò con ammirazione e lo consiglierò a tutti i guerrafondai che conosco...purtroppo sempre troppi.

    said on 

  • 5

    Sequestrato

    Ai tempi del liceo artistico, una mia carissima amica mi sequestrò questo libro, non potendone più che le citassi frasi ogni giorno, pagina dopo pagina. Ne ricomprai un'altra edizione che conservo gel ...continue

    Ai tempi del liceo artistico, una mia carissima amica mi sequestrò questo libro, non potendone più che le citassi frasi ogni giorno, pagina dopo pagina. Ne ricomprai un'altra edizione che conservo gelosamente. La rileggo ogni tanto di nascosto e rido da solo. Grande libro.

    said on 

  • 2

    Sicuramente un classico antimilitarista, il paradosso del comma 22 è giustamente entrato a far parte di un certo immaginario pubblico come metafora fell'assurdità della guerra, purtroppo la narrazione ...continue

    Sicuramente un classico antimilitarista, il paradosso del comma 22 è giustamente entrato a far parte di un certo immaginario pubblico come metafora fell'assurdità della guerra, purtroppo la narrazione anche se con un interessante gioco di frammentazione non è risultata per me molto convincente, l'umorismo un po' meccanico finisce per diventare ripetitivo, i personaggi risultano bidimensionali a parte forse Yossarian, il tutto ha un senso di farragginoso e vagamente datato. Un libro che non mi ha convinto.

    said on 

  • 5

    Sempre eccellente

    L'avevo letto al liceo e mi era piaciuto tantissimo.
    Per anni volevo riprenderlo e finalmente ho avuto modo di farlo.
    Non ricordavo nello specifico che poche parti, ma la sensazione di fondo si: un ca ...continue

    L'avevo letto al liceo e mi era piaciuto tantissimo.
    Per anni volevo riprenderlo e finalmente ho avuto modo di farlo.
    Non ricordavo nello specifico che poche parti, ma la sensazione di fondo si: un capolavoro del nonsense pacifista anche se molto denso. E così è stato.
    Certe parti sono più noiose e faticose, è vero, ma il resto del libro coi suoi dialoghi e personaggi completamente FOLLI vale la fatica.
    Uno dei miei preferiti di sempre.

    said on 

  • 4

    COMMA 22

    Comma 1: L’unico motivo valido per chiedere il congedo dal fronte è la pazzia.
    Comma 22: chiunque chieda il congedo dal fronte non è pazzo.
    Ma il comma 22 non è solo un piccola clausola, è la legge su ...continue

    Comma 1: L’unico motivo valido per chiedere il congedo dal fronte è la pazzia.
    Comma 22: chiunque chieda il congedo dal fronte non è pazzo.
    Ma il comma 22 non è solo un piccola clausola, è la legge suprema. Quella che può essere adattata a qualunque situazione. Quella che azzera la dicotomia tra vero e falso, per cui tutti i regolamenti e le varie disposizioni sono valide, tanto quanto è valido il loro contrario.
    Protagonista principale della storia è John Yossarian, capitano per caso, pilota bombardiere che cerca di farsi rimandare a casa dichiarandosi pazzo. Ma “è più pazzo il pazzo dichiarato tale o quello che sta a guardare pensando di essere sano perché simile alla maggioranza degli altri?”
    Quest’ opera, nonostante abbia venduto milioni di copie negli anni ’60, non può essere considerato un romanzo ‘popolare’. Il fatto che sia ritenuto il precursore della letteratura postmoderna statunitense, non è infatti garanzia di facile leggibilità. Io comunque sono tra coloro che lo considerano un capolavoro.

    said on 

  • 5

    Il circolo vizioso

    Cominciamo con le avvertenze: Comma 22 non è un libro per tutti. E' un libro che in più punti può apparire lungo, faticoso, stancante. Non è un bestseller di Deaver. Alcune parti sono meno scorrevoli ...continue

    Cominciamo con le avvertenze: Comma 22 non è un libro per tutti. E' un libro che in più punti può apparire lungo, faticoso, stancante. Non è un bestseller di Deaver. Alcune parti sono meno scorrevoli e costano al lettore dello sforzo. Finite le avvertenze. Se siete i lettori "adatti", quest'opera vi apparirà come straordinaria. 5 stelline e meritate. Pacifismo? Voglia di guerra? Messaggio invecchiato bene? Male? Non mi importa un accidente. Comma 22 è uno dei più incredibili attacchi satirici alla guerra e alle costrizioni del sistema militare. E' la cronaca della mancanza (vera o presunta) di scelta, costruita attraverso un'interminabile serie di paradossi e popolata da personaggi assurdi, surreali, sopra le righe, che compiono azioni folli mascherate da atti sensati. Facile pensare alla tipica "insensatezza" della guerra, ma il messaggio è più sfuggente. Subito viene da associare Heller a Vonnegut, ma (mi perdoni la buonanima di Kurt, se può) in comma 22 c'è tutto il senso (e il genio) che in opere come Mattatoio 5 o Ghiaccio 9 faccio fatica a riscontrare. Ok, magari il romanzo andava tagliato in qualche punto, ma con tutte le sue imperfezioni, gli do 5 stelline per le idee, il clima surreale e la capacità di comunicare in modo forte, senza moralismi troppo smaccati o strade narrative troppo ovvie. Grandissimo.

    said on 

  • 5

    Catch-22 says they have a right to do anything we can't stop them from doing

    "The enemy," retorted Yossarian with weighted precision, "is anybody who's going to get you killed, no matter which side he's on. And don't you forget that, because the longer you remember it, the lon ...continue

    "The enemy," retorted Yossarian with weighted precision, "is anybody who's going to get you killed, no matter which side he's on. And don't you forget that, because the longer you remember it, the longer you might live."

    said on 

  • 5

    C'era naturalmente un comma. " Comma 22? " chiese Yossarian.

    Come definire un romanzo in poche parole?
    Dissacrante, satirico, critico? Certo anche se... Ironico, divertente, surreale? Si però... Antiretorico, pungente, iconico? Ovvio, questo è stato già detto, ...continue

    Come definire un romanzo in poche parole?
    Dissacrante, satirico, critico? Certo anche se... Ironico, divertente, surreale? Si però... Antiretorico, pungente, iconico? Ovvio, questo è stato già detto, però... Però cosa! Compratelo, noleggiatolo, rubatelo, non importa Ma LEGGETELO! Assumete la responsabilità verso voi stessi.
    " Yossarian Vive!"

    said on 

Sorting by
Sorting by