Cavalieri e cavalleria nel Medioevo

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 82
| 5 contributi totali di cui 2 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
Il termine "cavaliere" è al tempo stesso ambiguo e fortemente evocativo. Si pensa normalmente a uno sdradicato di gran classe, nella dimensione eroica di Lancillotto o nella prospettiva caricaturale di Don Chisciotte. Lo si colloca in scenari ... Continua
Ha scritto il 28/12/15
molto divertente se pensate che a scuola ci hanno raccontato la storiella del cavaliere gentile e premuroso che salva la bella mugnaia
Ha scritto il 25/02/11
Un libro abbastanza breve, ma anche denso e pieno di informazioni utili per chi è interessato all'argomento. Affronta tutte le tematiche che convergono sulla figura del cavaliere medievale, dividendole in tre grosse sezioni e mettendo in luce gli ...Continua
  • 1 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Sep 15, 2017, 08:59
vi era anche una nobiltà passeggera. finché si era miles lo si era, quando l'età avanzava, non più
Ha scritto il Sep 15, 2017, 08:44
nell'xi secolo i milites erano tutti discendenti da famiglie nobiliari o erano più numerosi i poveri coloni? la cavalleria sembra sia germogliata dopo l'anno 1000, con l'aumento dei castelli e dei principi di ciascuno di questi. solo il primogenito ...Continua
Ha scritto il Sep 14, 2017, 16:52
la cavalleria medievale non dipende, affatto, dagli equites dell'impero romano. al massimo, potrebbe avere qualche somiglianza con le forze barbare. i romani diedero un grande contributo alla storia del mondo in tantissimi campi: diritto, ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi