Cecità

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 12231
| 2.225 contributi totali di cui 1.889 recensioni , 333 citazioni , 0 immagini , 2 note , 1 video
In una città qualunque, di un Paese qualunque, un automobilista è fermo al semaforo, in attesa del verde, quando si accorge di perdere la vista. All'inizio pensa si tratti di un disturbo passeggero, ma non è così. Gli viene diagnosticata una malattia ...Continua
Ale 75
Ha scritto il 29/10/18
Auspicando un risveglio collettivo

Come al mattino quei primi istanti dopo il suono della sveglia: sbadigliando ci stiracchiamo, e stropicciandoci gli occhi tentiamo di mettere a fuoco quel che ci circonda...
Ecco, questo libro è così.

Jacobass2006
Ha scritto il 25/09/18
Partiamo...
... dall'assunto che Saramago non è uno banale. Ci si aspetta l'Idea e questa c'è ed è forte, per carità. La descrittivita' di questi zombie ante litteram che vagano per manicomi e per una città post apocalittica , se fervidamente " visualizzata" dal...Continua
Cristiana Villani
Ha scritto il 24/09/18
Bellissima descrizione sulla natura umana davanti ad enormi difficoltà. La cecità che scatena la violenza delle istituzioni nell'isolamento e l'abbandono dei diversi è un'estrema metafora sull'attualità. Avverrà il riscatto e il ritorno alla normalit...Continua
Aglaia
Ha scritto il 23/09/18
Sconvolgente. Una apocalittica, pessimistica, lucida visione di un crescendo di regressione umana che raggiunge livelli infimi di egoismo, crudeltà e lotta per una primitiva, subumana sopravvivenza. Narrazione ben equilibrata nella simmetria del degr...Continua
AS
Ha scritto il 20/09/18
Difficile ma significativo
Comprato casualmente, anche se era uno di quei titoli intorno a cui avevo gravitato più di una volta. Lo stile è molto particolare, veloce ma lento, incisivo sicuramente, ma a tratti gravoso. Anche perchè la trama è una riflessione allegorica sulla c...Continua

Jacobass2006
Ha scritto il Sep 25, 2018, 19:15
Attenzione, al terzo segnale saranno le quattro. Una delle cieche domando' ridendo, Del pomeriggio o del mattino, e fu come se la risata le facesse male. Celatamente , la moglie del medico regolò l'orologio, erano le quattro del pomeriggio, anche se,...Continua
Pag. 107
Holden
Ha scritto il Sep 04, 2018, 21:40
"La cecità è una questione privata fra un individuo e gli occhi con cui è nato." "[...] l'olfatto, che è il più delicato dei sensi, ci sono pesino dei teologi che affermano, benché non con queste parole precise, che la maggior difficoltà per riuscir...Continua
Sweetaholic
Ha scritto il Apr 30, 2018, 10:36
Ecco come sono le parole, nascondono molto, si uniscono pian piano fra di loro, sembra non sappiano dove vogliono andare e, all'improvviso, per via di due o tre, o di quattro che all'improvviso escono, parole semplici, un pronome personale, un avverb...Continua
Pag. 270
Antle2606
Ha scritto il Feb 24, 2018, 09:52
“Perché siamo diventati ciechi, Non lo so, forse un giorno si arriverà a conoscerne la ragione, Vuoi che ti dica cosa penso, Parla, secondo me non siamo diventati ciechi, seconda me lo siamo, Ciechi che vedono, Ciechi che, pur vedendo, non vedono”.
altaltalt
Ha scritto il Feb 03, 2018, 09:35
“Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, Ciechi che vedono, Ciechi che, pur vedendo, non vedono”. Ed è proprio in questo ‘non vedere pur vedendo’ che si radica in profondità l’origine del mal bianco.
Pag. 315

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Katia
Ha scritto il Oct 11, 2016, 22:47
http://www.liberolibro.it/cecita-di-jose-saramago/
Sabrina Ciceri
Ha scritto il May 12, 2016, 16:56

Hedrock
Ha scritto il Oct 18, 2017, 09:53
Cecità
Autore: José Saramago

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi