Cecità

Di

Editore: Einaudi

4.4
(11667)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 315 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Portoghese , Inglese , Spagnolo , Catalano , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Olandese , Svedese

Isbn-10: 8806172999 | Isbn-13: 9788806172992 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Rita Desti

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , CD audio , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Scienze Sociali

Ti piace Cecità?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
In una città qualunque, di un Paese qualunque, un automobilista è fermo al semaforo, in attesa del verde, quando si accorge di perdere la vista. All'inizio pensa si tratti di un disturbo passeggero, ma non è così. Gli viene diagnosticata una malattia sconosciuta: un "mal bianco" che avvolge le vittime in un candore luminoso, simile a un mare di latte. Non si tratta di un caso isolato: è l'inizio di un'epidemia che colpisce progressivamente tutta la città e l'intero Paese. I ciechi vengono rinchiusi in un ex manicomio e costretti a vivere nel più totale abbrutimento da chi non è stato ancora contagiato. Tra la violenza e la lotta per la sopravvivenza si inserirà la figura di una donna che, con un gesto d'amore, ridarà speranza all'umanità.
Ordina per
  • 5

    Molto interessante...

    Questo libro "esplora" un mondo segreto, quello dei ciechi, che alla maggior parte delle persone risulta del tutto ignoto... affascinante e, oserei dire, "illuminante"!

    ha scritto il 

  • 5

    A mio parere un vero capolavoro, degno di un premio Nobel quale Saramago.
    La cecità improvvisa e completa di tutta la popolazione serve a Saramago come spunto per mostrarci la vera natura degli esseri ...continua

    A mio parere un vero capolavoro, degno di un premio Nobel quale Saramago.
    La cecità improvvisa e completa di tutta la popolazione serve a Saramago come spunto per mostrarci la vera natura degli esseri umani. Ridotti a uno stato primitivo, quasi animale, costretti a vivere in condizioni disumane, a lottare per il cibo e per la sopravvivenza, i ciechi tirano fuori tutta la malvagità, la mancanza di rispetto, l'egoismo di cui un essere umano può essere capace, in un mondo in cui ormai l'evoluzione, la tecnologia, le scoperte scientifiche, le invenzioni, non servono più a niente. In realtà la cecità fisica rimanda alla cecità della ragione e dei sentimenti, fino a denunciare che solo l’indifferenza e l’egoismo governano il mondo.
    Inconfondibile lo stile di scrittura di Saramago, fluido e con dialoghi senza punteggiatura che si mescolano in un flusso continuo con le descrizioni. Uno stile che insieme ai contenuti a tratti choccanti spinge a leggere senza soluzione di continuità fino a giungere alla fine di questa incredibile epopea.

    ha scritto il 

  • 3

    Angoscia, ripugnanza e a tratti una sensazione di forte disagio.
    E' quello che ho provato durante la lettura del libro e a caldo non appena l'ho terminata. Forse è ciò che l'autore sperava di suscitar ...continua

    Angoscia, ripugnanza e a tratti una sensazione di forte disagio.
    E' quello che ho provato durante la lettura del libro e a caldo non appena l'ho terminata. Forse è ciò che l'autore sperava di suscitare nel lettore, insieme alla riflessione sulla percezione e consapevolezza di come ruota il mondo intorno a noi e di come ne siamo sovente ignari.

    ha scritto il 

  • 5

    Recensione completa: http://feliceconunlibro.blogspot.it/2017/03/cecita-jose-saramago-recensione-no.html

    Saramago ci racconta la nascita di un nuovo mondo di ciechi, ci fa vedere tutte le difficoltà c ...continua

    Recensione completa: http://feliceconunlibro.blogspot.it/2017/03/cecita-jose-saramago-recensione-no.html

    Saramago ci racconta la nascita di un nuovo mondo di ciechi, ci fa vedere tutte le difficoltà che questa nuova condizione comporta ma soprattutto ci mostra l'emergere della vera natura dell'uomo. La cecità diventa un mezzo attraverso il quale ogni persona viene messa a nudo, mostrando il suo vero io. Essendo tutti ciechi, protetti dal fatto che non possono essere giudicati né riconosciuti, gli uomini compiono le azioni che rispecchiano la loro vera natura, senza vergogna né pudore.

    La visione complessiva che Saramago ci dà di questo nuovo mondo popolato dalla cecità, è principalmente pessimista. Gli uomini sono ridotti a uno stato primitivo, animale, costretti a vivere in condizioni disumane, a lottare per il cibo e per la sopravvivenza. Cieco in mezzo ai ciechi, ogni uomo è solo con se stesso, tutta l'evoluzione, la tecnologia, le scoperte scientifiche, le invenzioni, non servono più a niente.

    ha scritto il 

  • 5

    In una città sconosciuta inaspettatamente scoppia un'epidemia di cecità bianca che colpisce pian piano tutti gli abitanti tranne una donna, unica testimone oculare di quel che accade.. Nessuno ha un n ...continua

    In una città sconosciuta inaspettatamente scoppia un'epidemia di cecità bianca che colpisce pian piano tutti gli abitanti tranne una donna, unica testimone oculare di quel che accade.. Nessuno ha un nome, ciascuno è identificato da una caratteristica che fatalità, fa sempre riferimento agli occhi (il medico che è un oculista, il primo cieco, la ragazza dagli occhiali scuri, il vecchio dalla benda nera, il ragazzino strabico ecc..).. E' molto più di un libro, è un'allegoria sulla natura umana che nel momento del disagio mette in evidenza tutta la malvagità, la mancanza di rispetto, l'egoismo di cui un essere umano può essere capace. Un romanzo che rimane dentro, che colpisce e fa riflettere. Un vero e proprio CAPOLAVORO

    ha scritto il 

  • 5

    Capolavoro immenso di un immenso scrittore. L'umanità accecata che brancola in una cecità che si trasforma presto in sonno della ragione. Grandiosa citazione dei Promessi sposi nell'epidemia che viene ...continua

    Capolavoro immenso di un immenso scrittore. L'umanità accecata che brancola in una cecità che si trasforma presto in sonno della ragione. Grandiosa citazione dei Promessi sposi nell'epidemia che viene debellata con la pioggia.

    ha scritto il 

  • 0

    Non male ma neanche niente di speciale, sicuramente sopravvalutato. Spunto originale, sviluppo abbastanza prevedibile.
    Si fa leggere, ma non è sicuramente un obbligo averlo letto.

    ha scritto il 

  • 5

    Ingredienti: un’umanità intera annegata in una cecità bianco latte, una donna sola in grado di vedere il mondo, la disumanità guadagnata in cambio di un senso perduto, la sopravvivenza ottenuta con gl ...continua

    Ingredienti: un’umanità intera annegata in una cecità bianco latte, una donna sola in grado di vedere il mondo, la disumanità guadagnata in cambio di un senso perduto, la sopravvivenza ottenuta con gli occhi del cuore e della ragione.
    Consigliato: a chi è curioso di “vedere” cosa c’è dentro gli uomini, a chi vive nella luce pensando nel buio (e viceversa).

    ha scritto il 

  • 4

    Non c'è cieco in peggiore condizione di quello che non riesce a leggere tra le virgole - mi si perdoni il gioco - infatti, per la prima volta mi sono imbattuto in questa giungla di simboli e interruzi ...continua

    Non c'è cieco in peggiore condizione di quello che non riesce a leggere tra le virgole - mi si perdoni il gioco - infatti, per la prima volta mi sono imbattuto in questa giungla di simboli e interruzioni. Ho letto questo libro in questo modo, senza punteggiatura differente da punti e virgole, per poi accorgermi alla fine che si trattava di una lettura da parte di un lettore cieco.

    Chissà che mondo sarebbe se tutti diventassimo ciechi da un momento all'altro...chissà se sarebbe poi peggiore di questo o se, invece, potesse migliorare o almeno insegnare a migliorarci. E pensare che tutto è nato da me che chiedo "Ma scusa, che caspita succede se uno come me non sa che votare, non vuole votare, non gliene frega niente di votare perché nessuno gli interessa?".

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per