Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cenerentola

Di

4.2
(141)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 24 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 886145240X | Isbn-13: 9788861452404 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Cenerentola?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Superbamente illustrato

    La traduzione è quella splendida di Collodi e le tavole di Roberto Innocenti che ha ambientato visivamente la celebre fiaba nella Londra degli anni '20; le sue illustrazioni, raffinatissime, hanno il potere magico di trasportare altrove.

    ha scritto il 

  • 3

    Cenerentola dell'età del jazz.

    Roberto Innocenti, ospite d'onore della trentesima edizione di le immagini della fantasia*, illustra la classica fiaba di Charles Perrault come fosse ambientata nei Roaring Twenties di F. Scott Fitzgerald.


    Magistrale la regia delle tavole: valga come esempio la scena in cui le sore ...continua

    Roberto Innocenti, ospite d'onore della trentesima edizione di le immagini della fantasia*, illustra la classica fiaba di Charles Perrault come fosse ambientata nei Roaring Twenties di F. Scott Fitzgerald.

    Magistrale la regia delle tavole: valga come esempio la scena in cui le sorellastre salgono sull'auto che le porterà alla festa, scena inquadrata (letteralmente) dalla finestra della soffita in cui Cenerentola è relegata.

    p.s.:
    sia detto una volta per tutte, non è vero che i piedi femminili sono belli solo se piccoli.

    * Mostra internazionale d'illustrazione per l'infanzia a Rugolo di Sarmede (TV):
    http://www.sarmedemostra.it/ita/le-immagini-della-fantasia-30.html

    ha scritto il 

  • 5

    Semplicemente meraviglioso, e non mi riferisco soltanto alla favola, che per quanto ci si scimmiotti adulti e maturi, non smette mai di essere nel cuore, ma alle tavole del maestro Innocenti. Propone una Cenerentola originale, diversa da quella disneyana in cui ogni elemento è magico. Le illustra ...continua

    Semplicemente meraviglioso, e non mi riferisco soltanto alla favola, che per quanto ci si scimmiotti adulti e maturi, non smette mai di essere nel cuore, ma alle tavole del maestro Innocenti. Propone una Cenerentola originale, diversa da quella disneyana in cui ogni elemento è magico. Le illustrazioni ci portano nella Londra degli anni '20, in scenari che si potrebbero dire moderni, resi realistici dalla moltitudine di dettagli, simboli, elementi che rendono le tavole un sunto di carattere filologico di quella che sarebbe stata la realtà del tempo.
    Resta l'elemento fiabesco nella figura della "comare", la fata che, nella morale aggiunta nella traduzione di Collodi sembra diventare l'allegoria della fortuna in quanto senza il suo aiuto Cenerentola, con le sue sole doti non avrebbe avuto l'occasione di presentarsi al ballo organizzato dal principe.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro regalato è già di per sé magico, se poi è la storia di Cenerentola con la forza del suo amore, splendidamente illustrato da un Maestro, allora le sue pagine si profumano di vera magia.

    ha scritto il 

  • 4

    C'è da dire che come dipinge la Craft non lo fa nessuno e se la storia è un po' sacrificata, un po' riassunta, ebbene il libro non ne perde assolutamente perchè la bellezza di quelle tavole è innegabile e conquista e fa sognare.
    Un libro davvero con cui raccontare le favole ai propri bambin ...continua

    C'è da dire che come dipinge la Craft non lo fa nessuno e se la storia è un po' sacrificata, un po' riassunta, ebbene il libro non ne perde assolutamente perchè la bellezza di quelle tavole è innegabile e conquista e fa sognare.
    Un libro davvero con cui raccontare le favole ai propri bambini e ai cuginetti, ai piccoli che si conoscono e che pendono dalle labbra di chi racconta.

    ha scritto il 

  • 4

    Merita

    Se non altro perchè si tratta della "(...) favola più famosa di Charles Perrault, nella sua traduzione più conosciuta, quella di Carlo Collodi, con le illustrazioni uniche di Roberto Innocenti (...)" L'illustratore ha pensato di ambientare la vicenda nella Londra degli anni Venti, fra le casette ...continua

    Se non altro perchè si tratta della "(...) favola più famosa di Charles Perrault, nella sua traduzione più conosciuta, quella di Carlo Collodi, con le illustrazioni uniche di Roberto Innocenti (...)" L'illustratore ha pensato di ambientare la vicenda nella Londra degli anni Venti, fra le casette in mattoni rossi di un anonimo sobborgo impiegatizio, che fanno da cornice ed esaltazione della mentalità gretta e piccolo borghese della matrigna e delle sorellastre. Non c'è traccia di edulcorate atmosfere e cinguettanti amici; la fata è una Comare coi piedi per terra, che pesca dalla topaiola i futuri cavalli e il cocchiere, Cenerentola per la più sboccata sorella maggiore era Culincenere (!), la carrozza era un cetriolo. La morale finale è suggellata dall'immagine della matrigna, che si annienta tra Bacco e Tabacco mirando desolata fuori dalla finestra... Originale integrazione alle versioni più diffuse in commercio ;-)

    ha scritto il