Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cenerontola, principessa all'arrembaggio

Di

Editore: Il Ciliegio

4.1
(24)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 125 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8888996761 | Isbn-13: 9788888996769 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Children , Fiction & Literature

Ti piace Cenerontola, principessa all'arrembaggio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
C'era una volta una principessa... e il suo nome era Cenerontola. Si, proprio con la "O” in mezzo. E per questo non era né alta né bionda, né bella né magra e non aveva neppure gli occhi azzurri.
Viveva tranquilla nel suo castello in affitto quando un bel giorno…
<br/>

Inizia così l’avventura della più stramba delle principesse che si possa incontrare in un mondo delle fiabe diverso da sempre, dove un sorriso può cambiare le carte in tavola più di mille luoghi comuni.
</br>.

Davide Nonino racconta in un libro-fiaba per grandi e piccini (dai 6 ai 99 anni) l'avventura di Cenerontola, nata da un gioco di parole, accompagnata da una galassia di personaggi spericolati e supportata da una pagina Facebook che ha raccolto migliaia di persone attorno all'idea di una vita dalla lettera diversa, presa con il sorriso.
<br/>

Quella di Cenerontola è un'avventura scritta per i bambini che vogliono sognare con gli occhi all'insù e per gli adulti curiosi che nei riflessi di una storia vogliono sorridere alla luce della fantasia.

</br>
Il libro è edito dalle Edizioni Il Ciliegio (13 euro, 125 pp.) e devolve il 10% dei proventi alla Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus per il progetto Maternità sicura, supportando chi non può neanche sognare un futuro da principessa.

</br>

Per saperne di più, vedere il booktrailer e scaricare in anteprima un minisodio il sito di riferimento è www.cenerontola.it

Ordina per
  • 0

    Cenerontola è arrivata anche da me, ho iniziato a leggerlo e, complice una rinfrescante giornata di pioggia, non sono riuscita a staccarmene fino alla fine. Un libro rivolto ai piccini, ma non solo. Una favola “sui generis” che vede Cenerontola (non è un refuso, si chiama proprio così) protagonis ...continua

    Cenerontola è arrivata anche da me, ho iniziato a leggerlo e, complice una rinfrescante giornata di pioggia, non sono riuscita a staccarmene fino alla fine. Un libro rivolto ai piccini, ma non solo. Una favola “sui generis” che vede Cenerontola (non è un refuso, si chiama proprio così) protagonista, accompagnata da un fedele Gatto con gli stivali costretto a un certo punto a rimanere scalzo. Sfilano i sette nani, Pinocchio l’inguaribile bugiardo, i tre Porcellini, un maialetto con le ali, un coccodrillo chiacchierino, un cavallo ballerino e tanti altri strani personaggi. Un cast improbabile e inconsueto coinvolto in una gara tra “vere” principesse, il set è un bellissimo castello. Già, ma lì non è più l’epoca in cui le principesse devono essere necessariamente belle e “inutili”, ora devono essere “autentiche”. Ecco come Davide Nonino ci propone una moderna Cenerentola: una “O” al posto giusto trasforma la celebre ragazza bistrattata da matrigna e sorellastre, da tutti conosciuta soprattutto per le sue scarpette di cristallo, in un donnino rotondetto, proprio come quella “O” capitata per sbaglio, con le ballerine ai piedi e poco incline al trucco e alle cose futili. E dunque basta con Winx e Barbie tanto longilinee da sembrare anoressiche e che non servono nemmeno a fare ombra, scarpette con il tacco spezza caviglie e rovina schiene e belletti vari, è ora di svegliarsi e cominciare a ragionare, saper interpretare la mimica di un cavallo e imparare a cucinare un ottimo minestrone. È ora di sfatare alcuni miti, il Principe Azzurro non è più necessario, ognuno deve imparare a essere se stesso e non ricorrere ad artifici di sorta. L’autore usa volutamente un linguaggio semplice e diretto, condito da amenità paradossali, il risultato è uno stile brillante e giocoso che cattura l’attenzione dei bambini e del lettore adulto che si ritrova incollato alle pagine. A corredare il tutto, simpaticissime illustrazioni (e qui non posso non menzionare la bravissima Simona Meisser, a cui vanno i miei complimenti) che contribuiscono ulteriormente a farci calare nei bizzarri personaggi. Un libro altamente educativo, che oltre a stimolare la fantasia dei piccoli lettori, insegna loro l’importanza della semplicità e del gioco, troppo spesso sottovalutato da genitori fagocitati dallo stress del vivere quotidiano. La vera principessa non ha bisogno di capelli lunghi e biondi, di una linea perfetta o di vestiti eleganti, né di scarpette all’ultima moda. La nuova principessa ha la sua personalità, ragiona con la propria testa e si fa strada con le proprie forze. Non è finita: dulcis in fundo alcuni “Minisodi”. Cosa sono? Non posso mica dirvi tutto io, scopritelo da soli acquistando il libro, farete anche un bellissimo gesto. Perché? Questa ve la dico: parte del ricavato è destinata a un’associazione Onlus e aiuterete altri bambini meno fortunati.
    Non avete scuse, regalatelo a tutti.

    ha scritto il 

  • 4

    Cenerontola, principessa all'arrembaggio è un libro veramente godibile.


    Si tratta di una favola moderna adatta a tutti: può essere letta come favola della buonanotte ai più piccini oppure può far passare un paio d'ore di relax ai più grandi.


    Infatti in poco più di 100 pagine Davide ...continua

    Cenerontola, principessa all'arrembaggio è un libro veramente godibile.

    Si tratta di una favola moderna adatta a tutti: può essere letta come favola della buonanotte ai più piccini oppure può far passare un paio d'ore di relax ai più grandi.

    Infatti in poco più di 100 pagine Davide Nonino sa trasportare il lettore in un mondo magico, divertente, stuzzicando la nostra fantasia.

    Il libro poi è arricchito da molte illustrazioni, veramente simpatiche che ritraggono i vari personaggi, a cura di Simona Meisser.

    La protagonista è Cenerontola, una principessa moderna, infatti le scarpette di cristallo sono sostituite da comode ballerine, Il gatto con gli stivali prende il posto dei topolini di Cenerentola e il castello non è poi così incantato!!

    Seguiremo Cene nella sua avventura per conquistare il titolo di vera principessa contro la sua rivale Prunella, che ha le caratteristiche di una principessa, come tutti la immaginiamo, anche se forse un po' troppo acidella...

    Nelle sue peripezie Cenerontola sarà accompagnata dal Gatto con gli stivali e da Vandalo, un fedele cavallo muto e ballerino.

    Ma nel racconto compariranno anche tanti altri personaggi, famosi, come Alladin e Pinocchio o inventati come il coccodrillo Arturo.

    Il tutto contribuisce a creare un'atmosfera fatata che ricorda molto le ambientazioni di Schrek.

    Lo stile dell'autore è semplice, scorrevole, adatto ad una favola.

    Battute esilaranti accompagnano ogni scena definendo i vari caratteri dei personaggi.
    Inevitabile la morale di sottofondo, che esaltà l'essere rispetto all'apparire, l'intelligenza e la lealta rispetto alla furbizia sleale.

    Infine oltre al racconto troverete tre Minisodi, delle piccole storie con protagonisti alcuni dei personaggi incontrati nella trama che ho trovato molto belli.
    Insomma un libro leggero, divertente, per passare qualche ora di relax che non potrà mancare a tutti gli manti delle favole, antiche e moderne.

    Inoltre vorrei aggiungere che il 10% del ricavato dalla vendita di ogni libro andrà alla Fondazione FRANCESCA RAVA N.P.H. ITALIA ONLUS.

    E nel libro alcune pagine sono dedicate a chiarire l'operato di questa fondazione che opera a favore dei più deboli.

    ha scritto il 

  • 5

    Per puro caso una collega mi disse: “Hei, ma tu che hai un blog Davide Nonino lo conosci?”.


    Il nome l’avevo sentito eccome, lo associavo all’amica Claudia, ad un libro, ma non riuscivo a ricordare il titolo.


    A quel punto ci siamo scritti e quando mi ha detto il titolo del suo libro ...continua

    Per puro caso una collega mi disse: “Hei, ma tu che hai un blog Davide Nonino lo conosci?”.

    Il nome l’avevo sentito eccome, lo associavo all’amica Claudia, ad un libro, ma non riuscivo a ricordare il titolo.

    A quel punto ci siamo scritti e quando mi ha detto il titolo del suo libro mi e’ subito venuto in mente che avevo partecipato ad un bel giveway indicando un finale inventato da me per una delle sue storie.

    Be’, quando e’ arrivato “Cenerontola, principessa all’arrembaggio”, i primi ad essere curiosi sono stati i miei figli.

    Mattia, che da qualche mese ha imparato a leggere, ha guardato il libro storcendo il naso, accennando a un grossolano errore di grammatica.

    Allora ho incominciato a leggerglielo.

    Curioso lui, curiosa io di vedere se la simpatica principessa Cene ce l’avrebbe fatta a superare l’arcigna Prunella nella grande sfida delle principesse.

    Eh si’, simpatica, perché Cenerontola (la Cene) lo e’, nei gesti, nelle parole, nel suo goffo muoversi a cavallo per il regno. Cenerontola lavora a maglia, e si fa calze a righine azzurre e verdi di cui va fierissima. Cenerontola non e’ alta, ne’ magra, adora il cioccolato e vive in un castello in affitto. Cenerontola non ha servitori, pulisce casa con zelo e passione, e scalda i piedi sotto alla pancia del Gatto con gli Stivali al calduccio del camino.

    Un giorno Cenerontola ci prova, a scalzare Prunella dal podio del concorso “la vera principessa” e tanto fa, tanto briga, che la premiata in effetti riesce a essere lei.

    Ha diritto a un desiderio, le dice il re alla fine della premiazione.
    “Desidero che non ci sia più nessuna edizione di questo concorso. Le vere principesse non sono quelle in copertina, quelle che vincono una prova o quelle che sono più famose. Le vere principesse siamo noi principesse nel cuore, quelle che ogni giorno nel loro castello cucinano e si preparano a nuove sfide senza paura”.

    Mille personaggi delle storie che conosciamo fanno da sfondo a questa bella storia. Il gatto con, ma anche senza stivali, i teppisti Hansel e Gretel, Pinocchio, Aladdin, l’uomo di latta, i tre porcellini, tutti a far da comparse in questo libro speciale.

    L’introduzione di Elasti, dice una cosa verissima.
    “… Davide …ha cambiato una vocale e ha scoperto un tesoro, il tesoro della folle, eroica, nobile e straordinaria normalità di tutte noi…”.

    Sacrosanto. E per questo Davide lo ringrazio volentieri anch’io

    ha scritto il 

  • 5

    Cenerontola, principessa all'arrembaggio

    Siete stanchi delle solite fiabe in cui la bellissima principessa viene salvata dal principe azzurro in sella ad un cavallo bianco? Bene, allora questo libro fa al caso vostro: Cenerontola, la protagonista, sembra non appartenere alla categoria delle "principesse". Vive in un castello in affitto ...continua

    Siete stanchi delle solite fiabe in cui la bellissima principessa viene salvata dal principe azzurro in sella ad un cavallo bianco? Bene, allora questo libro fa al caso vostro: Cenerontola, la protagonista, sembra non appartenere alla categoria delle "principesse". Vive in un castello in affitto in periferia insieme al Gatto con gli Stivali (che non manca fa altro che mangiare), non è di certo una taglia 38 e non ha l'accoppiata vincente dei capelli biondi - occhi azzurri. Come se non bastasse è pure al verde! L'occasione per riscattarsi si presenta alla porta della sua sgangherata dimore sotto forma di messaggero tascabile: il re ha infatti bandito un concorso per proclamare la VERA principessa del regno, con tanto di premio e conseguente celebrità grazie al giornale "La fata pettegola". Desiderosa di vincere e battere finalmente la sua rivale Prunella, Cene (così la chiama il Gatto) parte alla volta del castello del re in sella ad un cavallo che non parla ma sa ballare e fare il mimo e con il Gatto che, stranamente, pensa solo ai buffet che troverà a corte. Il concorso si rivelerà molto ostico anche perchè Prunella riceve l'aiuto della strega Malandrina per superare le prove, ma grazie all'astuzia Cene riuscirà a spuntarla e alla fine anche la povera Prunella capirà che la bellezza che conta è quella interiore.

    Mi sono divertita moltissimo a leggere questo libro, è stato come tornare bambina :) Alcuni passaggi sono veramente spassosi, i personaggi hanno delle belle personalità (mi sono innamorata del coccodrillo!!) e il messaggio che l'autore vuole trasmettere arriva forte e chiaro, nonostante il tono scherzoso: la bellezza esteriore col tempo svanisce, ciò che davvero è importante è la bontà d'animo, la gentilezza e la fiducia in se stessi. Sembra scontato, ma non lo è affatto..

    ha scritto il 

  • 3

    C'era una volta una principessa con i capelli sempre spettinati, golosa e anche un pò pasticciona che viveva in un castello in affitto con un gatto con gli stivali... C'è almeno per una volta una principessa vicina a tutte noi donne..

    continua qui:
    http://mycaffeletterario.blogspot.c ...continua

    C'era una volta una principessa con i capelli sempre spettinati, golosa e anche un pò pasticciona che viveva in un castello in affitto con un gatto con gli stivali... C'è almeno per una volta una principessa vicina a tutte noi donne..

    continua qui:
    http://mycaffeletterario.blogspot.com/2011/11/recensione-cenerontola-principessa.html

    ha scritto il 

  • 4

    Per la prima volta mi ritrovo a dover commentare un libro per bambini. Sembra banale dirlo, ma la cosa non è per nulla semplice! Così come non è per nulla semplice scrivere un libro per bambini, nonostante i pregiudizi in questo senso siano davvero molti.
    Siamo abituati a pensare che i bamb ...continua

    Per la prima volta mi ritrovo a dover commentare un libro per bambini. Sembra banale dirlo, ma la cosa non è per nulla semplice! Così come non è per nulla semplice scrivere un libro per bambini, nonostante i pregiudizi in questo senso siano davvero molti.
    Siamo abituati a pensare che i bambini siano persone semplici e in un certo senso “limitate”, e che per questo possano apprezzare anche cose non particolarmente sofisticate.
    La realtà, però, è del tutto diversa. La storia per bambini non è più, al giorno d’oggi, la semplice “favoletta con la morale”, alla stregua di La volpe e l’uva e La cicala e la formica.
    Scrivere una storia per bambini, oggi, vuol dire scrivere qualcosa di davvero complesso e stratificato, che possa parlare ad un pubblico che va diciamo dai 3 (se qualcuno si prende ancora la briga di leggere ai bambini) ai 10/11 anni. E dai 3 ai 10 anni ne cambiano di cose!
    Come si fa quindi a parlare ad un pubblico così vasto? E’ un po’ la domanda che si sono fatti, immagino, i creatori film d’animazione che, da Pinocchio (quanto ho odiato quel film??) e Cenerentola, sono approdati al ben più attuale Shrek.
    La risposta sembra quindi portare ad una soluzione che si chiama “ironia”.
    Basta favole che parlano di saggezza popolare, di formichine che lavorano duro e vivono a lungo e di cicale che muoiono disperate perché non sono state oculate! Basta morali pesanti e storie strappalacrime! Oggi funziona l’ironia.
    Ed è utilizzando proprio questo sottile espediente che Davide Nonino ha riscritto la storia di Cenerentola. Un versione decisamente più “plebea” del principesco originale, più dissacrante, e senza dubbio più divertente.
    CenerOntola, detta Cene, principessa ante litteram, vive in un castello in affitto e porta praticissime ballerine amaranto al posto delle impraticabili scarpette di cristallo.
    Corteggiata al principe Buzzurro, ha un solo vero amico: il Gatto con gli Stivali (che per motivi di copione diventa per qualche pagina il Gatto senza Stivali!).
    Il mondo in cui vive Cenerontola è quindi spaventosamente simile a quello che ben conosciamo: non ci sono più balli ma concorsi di bellezza, la stampa è in mani corrotte e le principesse sulle copertine delle riviste sono ritoccate con la magia!!
    Però ci sono anche ingredienti di fantasia: i porcelli possono nascere con le ali, gli animali parlano (anzi, nel caso del cavallo Vandalo NON parlano, e tutto ciò è incredibilmente disdicevole!) e la consigliera del regno è una gran farabutta che fa cose proibite per ottenere potere (ah, scusate, questo era uno degli ingredienti realistici!!).
    Insomma, un’ambientazione deliziosa, perfettamente equilibrata tra mondo attuale e universo fiabesco.
    Lo stile incalzante dell’autore ci accompagna attraverso le spericolate avventure di Cenerontola, che sogna di vincere il concorso “VERA Principessa”, se non altro per recuperare il suo castello ipotecato!
    Personaggi irresistibili e situazioni divertentissime riescono ad incantare anche me, che i dieci anni li ho superati da ben tre lustri (ogni volta mi stupisco di quanto la parola “lustro” suggerisca un periodo di tempo ben più lungo di quanto non voglia dire nella realtà!!).
    Una storia adorabile, condita con i bellissimi disegni di Simona Meisser, che ha tutti i requisiti per poter incantare non solo i bambini dai 3 ani 10 anni (e già non è poco!), ma anche gli adulti.
    Consigliatissimo!

    ha scritto il 

  • 0

    Cenerontola principessa all'arrembaggio, di Davide Nonino

    http://www.booksblog.it/post/8457/cenerontola-principessa-allarrembaggio-di-davide-nonino


    Cenerontola è una vecchia conoscenza di Booksblog: Davide Nonino – il suo inventore – aveva giocato sul cambio di una lettera (da Cenerentola a Cenerontola) per proporre un manuale pratico per giovani ...continua

    http://www.booksblog.it/post/8457/cenerontola-principessa-allarrembaggio-di-davide-nonino

    Cenerontola è una vecchia conoscenza di Booksblog: Davide Nonino – il suo inventore – aveva giocato sul cambio di una lettera (da Cenerentola a Cenerontola) per proporre un manuale pratico per giovani scrittori. Ora Cenerontola è tornata: non più come maestra di scrittura creativa, ma come principessa all’arrembaggio.

    ha scritto il 

  • 5

    Cenerontola? Clerici + Savino + DMN

    Un libro indefinibile tra il folle e l'emozionante. Una trasposizione della Clerici a San Remo, con Savino come gatto e la scenografia di Shrek. Capolavoro!

    Qui mi sono dilungato un po' di più nella recensione:
    http://smart.merlinox.com/post/11687712968/cenerontola-libro

    ha scritto il