Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cent'anni di solitudine

Di

Editore: A. Mondadori (Bestsellers ; 1774)

4.4
(23881)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 404 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Spagnolo , Portoghese , Francese , Tedesco , Giapponese , Olandese , Svedese , Catalano , Lettone , Polacco , Turco , Greco , Croato , Ungherese , Norvegese , Finlandese , Danese , Ceco , Rumeno

Isbn-10: 880457349X | Isbn-13: 9788804573494 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Enrico Cicogna

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Cent'anni di solitudine?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In cop.: Ed. speciale 40. anniversario.
Da José Arcadie ad Aureliano Babilonia, dalla scoperta del ghiaccio alle pergamene dello zingaro Melquíades finalmente decifrate: cent'anni di solitudine della grande famiglia Buendía, i cui componenti vengono al mondo, si accoppiano e muoiono per inseguire un destino ineluttabile. Con questo romanzo tumultuoso che usa i toni della favola, sorretto da un linguaggio portentoso e un'inarrestabile fantasia, Gabriel Garcia Màrquez ha saputo rifondare la realtà e, attraverso Macondo, il mitico villaggio sperduto fra le paludi, creare un vero e proprio paradigma dell'esistenza umana. In questo universo di solitudini incrociate, impenetrabili ed eterne, galleggia una moltitudine di eroi predestinati alla sconfitta, cui fanno da contraltare la solidità e la sensatezza dei personaggi femminili. Pubblicato nel 1967, scritto in diciotto mesi ma meditato per più di tre lustri, "Cent'anni di solitudine" rimane un capolavoro insuperato e insuperabile, un romanzo tra i più amati di sempre che, in occasione del quarantesimo anniversario della prima pubblicazione, gli Oscar Mondadori propongono in un'edizione speciale arricchita da un documento d'eccezione: la lettera con cui "Gabo" presentava il manoscritto dell'opera al suo editore.
Ordina per
  • 5

    capolavoro

    Cent'anni di solitudine è un romanzo che richiede una buona dose di impegno: non è di facile lettura. La difficoltà deriva dal continuo ripresentarsi di membri diversi della famiglia Buendia che hanno però in genere sempre gli stessi nomi. La possibilità di fare confusione è sempre dietro l'angol ...continua

    Cent'anni di solitudine è un romanzo che richiede una buona dose di impegno: non è di facile lettura. La difficoltà deriva dal continuo ripresentarsi di membri diversi della famiglia Buendia che hanno però in genere sempre gli stessi nomi. La possibilità di fare confusione è sempre dietro l'angolo. Ma nonostante questo, il romanzo è bellissimo e non è difficile comprendere per quale motivo sia, tra i romanzi di Garcia Marquez, il più amato dal pubblico. Affascina soprattutto, oltre alla storia in sé, il fatto che lo scrittore riesca, in poche righe, a penetrare a fondo nell'animo dei personaggi. L'opera in cui Garcia Marquez è meglio riuscito nel suo intento di compenetrare realtà e immaginazione.

    ha scritto il 

  • 0

    La storia finita

    Questo romanzo è unico soltanto a sè stesso, non credo di aver mai letto nulla che avesse una tecnica simile. Per tutte e 400 le pagine non c'è un solo momento per annoiarsi o grattarsi la testa. Le vicende, quotidiane ma sempre prodigiose avvengono una dopo l'altra, instancabilmente, e le trovat ...continua

    Questo romanzo è unico soltanto a sè stesso, non credo di aver mai letto nulla che avesse una tecnica simile. Per tutte e 400 le pagine non c'è un solo momento per annoiarsi o grattarsi la testa. Le vicende, quotidiane ma sempre prodigiose avvengono una dopo l'altra, instancabilmente, e le trovate di Màrquez sono talmente tante e talmente tanto geniali che è difficile non rimanerne sorpresi.
    Consiglio: lasciate perdere di tenere a mente tutti i singoli personaggi uno per uno, è difficile e non serve a molto. Vivetevi semplicemente una per una le favole che vi verranno raccontate e che vi culleranno senza sosta per parecchi giorni, badando solo di farvi un quadro generale della famiglia.
    Lascatevi incantare, trasportare nel meraviglioso mondo di Màrquez che con lui inizia e con lui finisce. Ed è solo alla fine che capirete realmente.

    ha scritto il 

  • 3

    Artisticamente geniale ma spesso confusionario

    A livello tecnico mi è sembrato molto originale con il caratteristico realismo magico e penso che per questo sia valso il premio nobel.
    Ad un livello di godibilità da parte del lettore penso che sia un po' troppo confusionario e penso che probabilmente la confusione sia voluta dallo stesso ...continua

    A livello tecnico mi è sembrato molto originale con il caratteristico realismo magico e penso che per questo sia valso il premio nobel.
    Ad un livello di godibilità da parte del lettore penso che sia un po' troppo confusionario e penso che probabilmente la confusione sia voluta dallo stesso autore.
    Ad esempio i nomi dei personaggi maschili sono tutti molto simili o uguali tra loro. Mentre si legge si ha la sensazione che tutto sia un sogno dove il passato, il presente e il futuro si fondono in un tutt'uno. Si ha molta difficoltà a seguire il filo e penso che sia proprio quello che voleva Marquez, prendere in giro il lettore, e burlarsi di tutto.

    ha scritto il 

  • 4

    Sospensione dell'incredulità necessaria al massimo grado, ma merita tantissimo

    Lessi questo libro molti anni fa e lo trovai straordinario. Per poterlo apprezzare occorre però che la c.d. "sospensione dell'incredulità", ossia il ben noto "patto" tra autore e lettore, sia particolarmente solido e sia molto più intenso del consueto, perché questo chiede il realismo magico (o m ...continua

    Lessi questo libro molti anni fa e lo trovai straordinario. Per poterlo apprezzare occorre però che la c.d. "sospensione dell'incredulità", ossia il ben noto "patto" tra autore e lettore, sia particolarmente solido e sia molto più intenso del consueto, perché questo chiede il realismo magico (o meglio, il magico realistico, secondo me) della poetica di Marquez.

    ha scritto il 

  • 3

    Questa volta ho fatto fatica. All'inizio mi piaceva molto, poi mi sono persa tra i personaggi tutti con lo stesso nome e ho perso il filo del disocorso. Mi sono un po' ritrovata nell'epoca più recente nel quale è ambientato il romanzo. Dovrei rileggerlo con più attenzione per vedere se lo apprezz ...continua

    Questa volta ho fatto fatica. All'inizio mi piaceva molto, poi mi sono persa tra i personaggi tutti con lo stesso nome e ho perso il filo del disocorso. Mi sono un po' ritrovata nell'epoca più recente nel quale è ambientato il romanzo. Dovrei rileggerlo con più attenzione per vedere se lo apprezzerei di più perchè sicuramente mi sono sfiggite tante cose...ma per ora vado avanti con altro.

    ha scritto il 

  • 5

    Il libro dei mutamenti

    Preparatevi. Entrare nell'epopea della famiglia Buendia non è cosa semplice ma, se seguirete la storia con attenzione, potrebbe cambiarvi la vita.


    Cent'anni di solitudine è la storia di una famiglia, di una parte immaginaria di mondo, ma è, soprattutto, una storia di cambiamento.


    No ...continua

    Preparatevi. Entrare nell'epopea della famiglia Buendia non è cosa semplice ma, se seguirete la storia con attenzione, potrebbe cambiarvi la vita.

    Cent'anni di solitudine è la storia di una famiglia, di una parte immaginaria di mondo, ma è, soprattutto, una storia di cambiamento.

    Non c'è personaggio in questa grande storia che rimanga fedele a sé stesso negli anni.

    Ognuno cambia: c'è chi da grande condottiero diventa un reietto e chi, da emarginato, riesce a diventare eroe.

    A me questo libro ha insegnato proprio questo: la vita ti cambia e sta a te fare in modo che tu possa cambiare nel modo migliore possibile.
    E questa cosa mi ha cambiato.

    ha scritto il 

  • 2

    Sinceramente quando ho acquistato questo libro avevo alcune aspettative che poi sono sfumate sin dalle prime pagine di quest'ultimo. Il romanzo di per sè è molto curato e con esso anche il modo in cui è scritto, ma sia la lentezza della narrazione, che i personaggi mi hanno fatto perdere quasi im ...continua

    Sinceramente quando ho acquistato questo libro avevo alcune aspettative che poi sono sfumate sin dalle prime pagine di quest'ultimo. Il romanzo di per sè è molto curato e con esso anche il modo in cui è scritto, ma sia la lentezza della narrazione, che i personaggi mi hanno fatto perdere quasi immediatamente l'entusiasmo iniziale. Nonostante ciò si piò dire che il romanzo contenga vari spunti di riflesssione, anche se molto spesso vengono nascosti da una narrazione che è prevalentemente descrittiva

    ha scritto il 

Ordina per