Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cento per cento

Di

4.1
(30)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 112 | Formato: Altri

Isbn-10: 8883725387 | Isbn-13: 9788883725388 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Biography , Fiction & Literature , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace Cento per cento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ok, possiamo cominciare. Michèl, su di me

    **** - (7 e mezzo)


    Intenso


    E dire che fino alle prime quaranta pagine ha fatto fatica a decollare, non nascondo, non era nelle mie corde...per le altre 45 invece le sensazioni che mi ha regalato l'autore sono state così forti, da emozionarmi profondamente e commuovermi, ancor ...continua

    **** - (7 e mezzo)

    Intenso

    E dire che fino alle prime quaranta pagine ha fatto fatica a decollare, non nascondo, non era nelle mie corde...per le altre 45 invece le sensazioni che mi ha regalato l'autore sono state così forti, da emozionarmi profondamente e commuovermi, ancor più da pag. 60 in poi quando "una cosa" si è rivelata palese.

    Originale, incisivo, coinvolgente, emozionante.
    Intenso, appunto.

    C'è chi nasce di traverso, c'è chi nasce pugile al cento per cento, punto e basta.

    ha scritto il 

  • 4

    PICCOLO GRANDE LIBRO (SCRITTO DA UN ITALIANO)

    Un piccolo capolavoro. Un concentrato di emozioni. Una storia densa, cristallina, piena come - tanto per restare in tema pugilistico - di un pugno. Questo libro, 100%, monologo di un ex pugile e dei suoi trascorsi esistenziali, si fa leggere d'un fiato. Un po' perché è breve, 100 pagine in caratt ...continua

    Un piccolo capolavoro. Un concentrato di emozioni. Una storia densa, cristallina, piena come - tanto per restare in tema pugilistico - di un pugno. Questo libro, 100%, monologo di un ex pugile e dei suoi trascorsi esistenziali, si fa leggere d'un fiato. Un po' perché è breve, 100 pagine in carattere grande su foglio piccolo. Un po' perché la prosa è secca e rapida e la trama piena di colpi incalzanti, qualcuno al limite della scorrettezza, ma alla fune tutti i pugni che l'autore assesta al lettore sono sopra la cintura e lo lasciano senza fiato. Una bella storia. Una parabola esistenziale che si conclude con un grande colpo di scena. Un ex pugile dalla miseria sale sul ring, raggiunge il successo e poi finisce il galera e... Di più non voglio dirvi. Posso solo esprimere l'entusiasmo dopo aver chiuso questo libro breve non per incompetenza dell'autore o scarso respiro, ma perché la prosa convulsa, la densità del tono, la rabbia che contiene imprimono un accelerazione tale alla storia che non può che concludersi, tanto per rimanere in tema pugilistico, con un Ko, prima del limite. Grande Naspini. Su Internet avevo sentito parlare bene di lui. Dopo questo libro mi sono comprato I Cariolanti, che dicono sia il suo migliore. Staremo a vedere.

    ha scritto il 

  • 4

    Non me lo aspettavo

    Non me lo aspettavo. Non perche' non avessi fiducia nella scrittura di Naspini, ma perche' il pretesto narrativo dell'intervista mi sembrava inadatto a creare emozioni. Mi sbagliavo e di parecchio. Questo lungo monologo del camnpione Dino Carrisi e' scrittura incisa nella pietra a forza di cazzot ...continua

    Non me lo aspettavo. Non perche' non avessi fiducia nella scrittura di Naspini, ma perche' il pretesto narrativo dell'intervista mi sembrava inadatto a creare emozioni. Mi sbagliavo e di parecchio. Questo lungo monologo del camnpione Dino Carrisi e' scrittura incisa nella pietra a forza di cazzotti. E' realistico, e' ridotto all'osso, e' credibile. E nasconde una verita' che quando alla fine ti piomba addosso ti apre mille orizzonti, ti fa capire tutto cio' che Carrisi ha sottinteso. E Naspini e' come lui, un autore destinato a lasciare il segno.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Nonostante l’argomento non mi attirasse più di tanto, devo ammettere che questo libro mi ha preso, soprattutto nella seconda parte. Impostato come se fosse un’intervista, racconta la vita di un ex pugile. Dai combattimenti clandestini ai successi sul ring, fino ad arrivare all’omicidio della mogl ...continua

    Nonostante l’argomento non mi attirasse più di tanto, devo ammettere che questo libro mi ha preso, soprattutto nella seconda parte. Impostato come se fosse un’intervista, racconta la vita di un ex pugile. Dai combattimenti clandestini ai successi sul ring, fino ad arrivare all’omicidio della moglie, avvenuto parecchi anni prima. E’ scritto molto bene e ci sono un paio di colpi di scena che mi hanno lasciata sconcertata. Dopo aver apprezzato questo e “I cariolanti” ho deciso che leggerò sicuramente altri libri di Sacha! ;-)

    ha scritto il 

  • 3

    3+ Sette C'è chi nasce cento per cento e chi settanta e chi zero!

    Libro breve e lucido, dove l'imprevedibilità della vita fa da padrone, dove casi e destini si intrecciano con un intervento di persone egoiste in nome del bene.
    Naspini ha una scrittura che arriva dritta al lettore, apprezzato già ne 'I Cariolanti' è una delle belle scoperte dell'anno passa ...continua

    Libro breve e lucido, dove l'imprevedibilità della vita fa da padrone, dove casi e destini si intrecciano con un intervento di persone egoiste in nome del bene.
    Naspini ha una scrittura che arriva dritta al lettore, apprezzato già ne 'I Cariolanti' è una delle belle scoperte dell'anno passato.
    Pregevole pagina 21.

    Un attimo prima sei bello tranquillo sulla tua carreggiata, che punta a un posto che hai in mente, ma a un certo punto ecco ti passa per la testa chissà cosa e svolti senza pensarci troppo, ritrovandoti su una squallida provinciale che porta da tutt'altra parte.

    ha scritto il 

  • 4

    Scritto in stile documentaristico: un'intervista televisiva a un famoso ex-pugile ormai a riposo. Ma man mano che Dino Carrisi si racconta, la storia della sua vita si fa vivida e dolorosa, fino al finale a sorpresa, che sa di delusioni, amarezze e tentativi di riscatto.
    E' il primo libro c ...continua

    Scritto in stile documentaristico: un'intervista televisiva a un famoso ex-pugile ormai a riposo. Ma man mano che Dino Carrisi si racconta, la storia della sua vita si fa vivida e dolorosa, fino al finale a sorpresa, che sa di delusioni, amarezze e tentativi di riscatto.
    E' il primo libro che leggo di questo autore e per ora la prova è superata :-)

    ha scritto il 

  • 0

    da leggere

    Titolo: Cento Per Cento
    Autore: Sacha Naspini
    Editore: Historica
    Collana: Short Cuts
    Pagine: 95
    Prezzo: 5,00 euro

    Short Cuts è un ramo importante della casa editrice Histoica. In questa collana sono presenti brevi romanzi dall’imp ...continua

    Titolo: Cento Per Cento
    Autore: Sacha Naspini
    Editore: Historica
    Collana: Short Cuts
    Pagine: 95
    Prezzo: 5,00 euro

    Short Cuts è un ramo importante della casa editrice Histoica. In questa collana sono presenti brevi romanzi dall’impatto forte ed immediato. Cento Per Cento è uno di questi frammenti.
    L’autore, Sacha Naspini, ha raggiunto il suo scopo. Le pagine scorrono veloci per il lettore come round da tre minuti per gli spettatori di un incontro di pugilato. Ogni riga è un uppercut da assorbire e ridare immediatamente.
    Una storia che piacerà agli appassionati della boxe, ma che renderà felice anche gli amanti delle comuni storie semplici.
    Dino Carrisi decide per la prima volta di concedere un’intervista ad una troupe televisiva per svelare alcuni segreti riguardanti la sua tormentata esistenza. Un ex pugile famelico, figlio di immigrati italiani, due volte campione del mondo dei massimi, ora è ridotto ad essere un vecchio alcolizzato e sboccato.
    La storia ben strutturata e i colpi di scena ( e ce ne saranno molti) non fanno altro che rendere il racconto ancora più intrigante.
    Vale la pena prendere un’ora del nostro tempo e lasciarci andare alla lettura di questo interessante libro.

    ha scritto il