Cento quartine e altre storie d'amore

Voto medio di 219
| 77 contributi totali di cui 39 recensioni , 38 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il libro ospita all'inizio cento quartine per dire senza alcuna reticenza quello che succede fra un uomo e una donna nel "tempo reale" di un incontro d'amore; alla fine, mille versi in terza rima per raccontare la metamorfosi di una sopraffazione ero ...Continua
Nyctea (anche su...
Ha scritto il 01/09/15
1. Come sei bello quando sei eccitato! Come hai gli occhi più neri… così neri: due nere notti che stanno in agguato sopra i miei sensi, sopra i miei pensieri. 2. «Tu mandali a dormire i tuoi pensieri, devi ascoltare i sensi solamente; sarà un combatt...Continua
Rumble_Fish
Ha scritto il 21/05/15

La poetessa incontra i cetrioli

...
Ha scritto il 06/07/13
Quartine sincopate

Quartine sincopate, attraenti ed intriganti. Giudizio positivo. Antonello Bellanca

Lechu
Ha scritto il 24/03/13

Le quartine sono divertenti, di più non si può dire. Molto meglio le sezioni successive, più vecchie e più magnetiche.

generAzione rivista
Ha scritto il 10/05/12
Recensione su www.generazionerivista.com
"Che cosa vi aspettate da una notte d’amore? Quali etichette pensate di mostrare, quali mosse segrete che non avete mai osato realizzare, quali paesaggi del vostro corpo scoprire e riuscire a intravedere? Che biancheria indossare? Tanto la si toglie,...Continua

Clementine
Ha scritto il Dec 11, 2010, 13:43
Se spaventarmi vuoi più che non fai minacciami la vita e non la morte, più morta di così non sarò mai.
Pag. 140
Clementine
Ha scritto il Dec 11, 2010, 13:40
(...) Qui la morte per me pianta le tende, qui al suo tribunale io dichiaro che è questo vuoto quello che mi offende, vuoto infinito, infinito niente, un niente che dà niente e niente prende nel niente di un tale niente di niente che l'anima nel cu...Continua
Pag. 138
Clementine
Ha scritto il Dec 11, 2010, 08:33
Ogni giorno per loro era sereno. E io, triste rifiuto di natura, fuggivo il giorno, evitavo la luce, mangiavo fiele, trangugiavo lacrime e aspettavo soltanto di morire; troppo da spesso spiata nel dolore, dovevo sempre fingermi serena, ma mi sarei af...Continua
Pag. 126
Clementine
Ha scritto il Dec 11, 2010, 08:29
Morire è forse una grande sventura? Gli sventurati non ne hanno paura. Io temo il nome che lascio e nient'altro.
Pag. 123
Clementine
Ha scritto il Dec 11, 2010, 08:28
(...) io che ho perduto il dominio dei miei sensi, che sotto questo giogo vergognoso respiro a malapena! io che muoio! Stavo quasi per cadere ai suoi piedi... E tutta la mia furia si è svelata, è uscita alla mente desolata; e nessuno doveva mai sent...Continua
Pag. 121

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi