Centomila gavette di ghiaccio

Voto medio di 944
| 122 contributi totali di cui 114 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ha scritto il 21/09/17
Romanzo autobiografico di Giulio Bedeschi che, celato sotto lo pseudonimo di Italo Serri, ci racconta un pezzo di storia della seconda guerra mondiale prima sul fronte albanese-greco, poi in Russia e della successiva ritirata, avvenuta in seguito ...Continua
Ha scritto il 27/07/17
Mi sono appassionata di libri che parlano in prima persona della tragica esperienza della guerra un paio d'anni fa, trascinata da un richiamo che non riuscivo a capire. Tra i libri che ho letto per me rimane il migliore, nel suo infinito dolore. ...Continua
Ha scritto il 25/06/17
“Centomila gavette di ghiaccio” è il racconto, estremamente dettagliato, delle vicende dell’ARMIR (Armata Italiana in Russia), il corpo d’armata italiano che nella Seconda Guerra Mondiale fu inviato sul fronte orientale per affiancare le ...Continua
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 14/06/17
Questo, e altri come questo, è un libro che non è possibile recensire
Ha scritto il 30/05/17
Quando c'era lui...
...i treni arrivavano in orario, ma sui viaggi all'estero lasciamo perdere!Ho voluto leggere in parallelo "Centomila gavette di ghiaccio" e "Il sergente nella neve", entrambe testimonianze della ritirata di Russia dell'esercito italiano nell'inverno ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Nov 12, 2014, 21:09
La colonna, folle fuggente mostro partorito dall'inverno e dalla steppa, non udiva il lamento degli uomini ma solo la sferzante voce del vento; perdeva membra d'uomini lungo il cammino ma proseguiva implacabile, frenetica, rimescolando razze e ...Continua
Pag. 371
Ha scritto il Nov 04, 2014, 19:44
E tutto ciò faceva pensare che la guerra è una terribile dispensatrice di odi e l'avversione ufficiale è una potente leva, ma alla lunga è più potente ancora l'umile intesa della buona gente che, al di sopra di ogni contrasto comandato, si ...Continua
Pag. 115
Ha scritto il Nov 22, 2010, 18:26
Cosi nasceva il canto.Mormorato all'inizio, quasi sèguito di pensieri accorati, gonfio di contenuto respiro, lamento più che grido poiché mai dissociato dal rimpianto per coloro che non cantano più attorno ai fuochi. Un'infinita nostalgia di ...Continua
Pag. 99
  • 1 commento
Ha scritto il Nov 22, 2010, 18:11
Erano soldati al pari di ogni altro, gli alpini della Julia; solamente, come tutti gli alpini, portavano uno strano cappello di feltro a larga tesa, all'indietro sollevata e in avanti ricadente, ornato di una penna nera appiccicata a punta in su sul ...Continua
Pag. 87
  • 1 commento
Ha scritto il Nov 22, 2010, 17:55
La notte di Natale calò sulla distesa bianca; era patetica e struggente come solo i soldati in trincea la sentono, lontani da ogni bene, dispersi nel silenzio, prossimi alle stelle. A mezzanotte, dalle gelide tane disperse fra la neve, ombre lente ...Continua
Pag. 241
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Dec 22, 2015, 11:05
Collocazione: NR 572

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi