Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Charles Chaplin

My Autobiography: My Autobiography

By Charles Chaplin

(0)

| Audio Cassette | 9785557087544

Like Charles Chaplin ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Charles Chaplin was born in London in 1889 to actor parents. His career in films started in 1914 with a string of single-reelers for Keystone Comedy Film Company. Success was immediate, and nine years later, to get better terms, he helped form United Continue

Charles Chaplin was born in London in 1889 to actor parents. His career in films started in 1914 with a string of single-reelers for Keystone Comedy Film Company. Success was immediate, and nine years later, to get better terms, he helped form United Artists.

Chaplin's life was full of controversy, from his memorable arguments with the government about taxes to his marriage late in life to Oona O'Neill, daughter of playwright Eugene and two generations his junior. By her he sired an extensive brood. She in turn cared for him devotedly through the remainder of his long life (he died on Christmas Day, 1977).

"From a destitute childhood in Victorian London to fame without frontiers...one of the success extravaganzas of the century." (Publisher's Source)

34 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Viaggio fantastico nel primo novecento.

    Attraverso l'occhio attento e la sensibilità di Chaplin scorriamo i primi anni del XX secolo per riscoprire un periodo magico della storia della civiltà contemporanea, con delle chiavi per capire meglio la nostra realtà di oggi e la cosiddetta societ ...(continue)

    Attraverso l'occhio attento e la sensibilità di Chaplin scorriamo i primi anni del XX secolo per riscoprire un periodo magico della storia della civiltà contemporanea, con delle chiavi per capire meglio la nostra realtà di oggi e la cosiddetta società dello spettacolo che ci pervade.

    Is this helpful?

    Gabriel said on Jul 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Da piccola adoravo le comiche del muto di Charlot, tanto da considerarlo un vagabondo vivo e vegeto, e quando ho scoperto che era un attore, Charles Chaplin, ad interpretarlo ci sono rimasta un po' male... A distanza di anni ho voluto leggere l'autob ...(continue)

    Da piccola adoravo le comiche del muto di Charlot, tanto da considerarlo un vagabondo vivo e vegeto, e quando ho scoperto che era un attore, Charles Chaplin, ad interpretarlo ci sono rimasta un po' male... A distanza di anni ho voluto leggere l'autobiografia di quest'uomo straordinario e ne sono rimasta un po' delusa.
    La prima parte e' particolarmente interessante, l'infanzia e l'adolescenza vissute a Londra in una profonda miseria sono pagine molto commoventi e sincere.
    Nella restante parte poi il libro si dilunga, nel periodo vissuto in California e poi in Svizzera, alla descrizione degli incontri fatti da Chaplin con personalita' importanti del tempo: senza nulla togliere a Gandhi, Hearst (il magnate della carta stampata ripreso da Orson Welles in "Quarto Potere"), Roosevelt, Einstein, Picasso, Dylan Thomas, gli attori e soci nella United Artists Douglas Fairbanks e Mary Pickford, e molti veramente molti altri ancora, mancano pero' maggiori approfondimenti sui lungometraggi girati e non c'e' nessun riferimento agli altri comici dell'epoca (Oliver e Hardy su tutti, ma anche Harold Lloyd, Fatty Arbuckle e altri).
    Mi sarebbe piaciuto anche trovare maggiori notizie sui suoi rapporti familiari: del secondo matrimonio con Lilita Grey non viene detto nulla per rispetto dei due figli, e anche il suo legame definitivo con Oona O'Neill rimane sempre nello sfondo.
    Lo consiglio comunque, se non per riscoprire e rivedere con gli occhi della memoria le sue indimenticabili opere dell'epoca del muto.

    Is this helpful?

    Roberta said on Oct 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Yawn...

    Charlie, I wish this book was more about your art than about your friends and relations. I love your films, but your going on and on about your dinner parties, your famous acquaintances and their houses and about your attempts to make the evil Hollyw ...(continue)

    Charlie, I wish this book was more about your art than about your friends and relations. I love your films, but your going on and on about your dinner parties, your famous acquaintances and their houses and about your attempts to make the evil Hollywood industry pay you more made me yawn throughout. The only few lines about famous people you met I cared about where those about Nijinsky, but it was not like there was anything there I didn't know beforehand.

    Is this helpful?

    Pu the Owl said on Mar 11, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Uno dei libri più belli mai letti. Un racconto ricco di passione, di sentimenti che si trascinano per le strade di Londra, dell'America dell'ovest, di New York, del mondo intero. Una storia così avvincente che difficilmente riesci a credere che sia s ...(continue)

    Uno dei libri più belli mai letti. Un racconto ricco di passione, di sentimenti che si trascinano per le strade di Londra, dell'America dell'ovest, di New York, del mondo intero. Una storia così avvincente che difficilmente riesci a credere che sia stata la vita di un essere umano. Certo non è la vita di una persona come tanti, ma di un uomo speciale a cui l'esistenza ha fatto un dono meraviglioso alleviando le sofferenze di un'infanzia burrascosa. Lo rileggerei dieci, cento, mille volte ancora. Perché è un libro di un'energia travolgente, che dopo vorresti fare mille cose prima di fermarti a osservare un tramonto.

    ---

    Sono stato al centro dell'affetto del mondo, amato e odiato. Sì, il mondo mi ha dato il meglio e poco del peggio. Quali che furono le mie vicissitudini, credo che la fortuna e la sfortuna si abbattano su di noi con lo stesso capriccio delle nubi. E, sapendolo, non mi lascio mai sorprendere troppo dalle cose cattive, mentre sono piacevolmente sorpreso da quelle buone. Non ho programmi di vita, né una filosofia: saggi o pazzi, dobbiamo tutti lottare per l'esistenza. Oscillo tra profonde incoerenze: a volte m'infastidiscono le piccole cose e le catastrofi mi lasciano indifferente.
    [Charlie Chaplin]

    Is this helpful?

    Rosa said on Aug 31, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book