Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Charlotte

L'ultimo viaggio di Jane Eyre

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai

2.2
(20)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 190 | Formato: Altri

Isbn-10: 8880899945 | Isbn-13: 9788880899945 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Premoli

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Charlotte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un collezionista di libri antichi scorre una pagina di un manoscrittoingiallito dal tempo. "Lettore, questo quadro del mio matrimonio è moltodiverso da quello che ti è stato presentato in versione romantica". Chi scriveè una Charlotte Bronte senza remore, che racconta impudicamente la versionenon ufficiale della vera storia di Jane Eyre. Le notti bianche dell'ingenua mainsoddisfatta Jane, giovane sposa devota, la scoperta che il marito, iltenebroso Edward Rochester, ha continuato fino alla morte a sognare e, insenso traslato, a praticare focosi e violenti rapporti con la prima moglie,Bertha Mason, la pazza rinchiusa nelle soffitte del castello, la rivelazionedell'esistenza di un figlio segreto e la partenza alla ricerca della verità.
Ordina per
  • 1

    No davvero???
    Cito: "D.M. Thomas ci trasporta nel cuore delle vibranti inquietudini sottese al sommesso decoro vittoriano, creando un indimendicabile 'pastiche' letterario di straordinaria invenzione e forza."

    Più che altro ha creato un pasticcio di qualchecosa di indefinibile e di v ...continua

    No davvero???
    Cito: "D.M. Thomas ci trasporta nel cuore delle vibranti inquietudini sottese al sommesso decoro vittoriano, creando un indimendicabile 'pastiche' letterario di straordinaria invenzione e forza."

    Più che altro ha creato un pasticcio di qualchecosa di indefinibile e di volgare, veramente una schifezza.
    E' stato un insulto alla memoria di Charlotte e a quel capolavoro che rintengo sia Jane Eyre.

    La povera Charlotte si sarà rivoltata nella tomba.
    Lasciamola stare va...

    ha scritto il 

  • 1

    Acquistato alla Libreria Milton (Alba) splendida libreria!

    Mi è sembrato un pasticcetto. Troppa carne al fuoco. Un pò è risultata bruciata ed un pò cruda.
    Forse l'idea poteva anche essere buona. Ecco perchè una stella.

    ha scritto il 

  • 1

    Se non l'avessi già riconsegnato incollerei i brani migliori :-D
    no, terribile! osceno.
    io non ho assolutamente niente in contrario alle riletture in chiave parodistica , oppure nel riuso in qualsiasi altro modo dei classici purchè non ci si prenda sul serio nel farlo!
    non ho id ...continua

    Se non l'avessi già riconsegnato incollerei i brani migliori :-D
    no, terribile! osceno.
    io non ho assolutamente niente in contrario alle riletture in chiave parodistica , oppure nel riuso in qualsiasi altro modo dei classici purchè non ci si prenda sul serio nel farlo!
    non ho idea di cosa avesse in mente l'autore nello scrivere questa continuazione porno-demenziale di Jane Eyre!Non è una parodia, sembrano le fantasie di un vecchio maniaco.
    poi non so, magari in inglese è scritto benissimo, eh! ma non mi piglierò certo la briga di scoprirlo.

    ha scritto il 

  • 2

    peccato...l idea non era male...trovare un finale "diverso" sul romanzo della bronte...ma quando è iniziata la storia di quella tipa...solo sesso e stronzate...mio dio....pessimo....una mente diabolica...lo sconsiglio...soprattutto per chi ha amato come me il romanzo jane eyre...

    ha scritto il 

  • 2

    Una truffa bella e buona: comprato per via di un articolo su Repubblica che parlava di pastiche letterari mi sono ritrovata un'inconcludente pseudo studiosa della Bronte con un irrisolto complesso di Elettra, interessata solo ad avere il maggior numero possibile di rapporti non protetti con qualu ...continua

    Una truffa bella e buona: comprato per via di un articolo su Repubblica che parlava di pastiche letterari mi sono ritrovata un'inconcludente pseudo studiosa della Bronte con un irrisolto complesso di Elettra, interessata solo ad avere il maggior numero possibile di rapporti non protetti con qualunque uomo eccetto il marito, a cui però farà crescere il figlio avuto con un nero durante il suo viaggio sulle orme di Jane Eyre...
    Che schifezza di libro!

    ha scritto il