Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Che animale sei?

Storia di una pennuta

Di

Editore: Guanda

3.6
(1405)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 189 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8882467112 | Isbn-13: 9788882467111 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Franco Matticchio

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri

Genere: Children , Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature

Ti piace Che animale sei??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando uno nasce, non sa chi è. E se non c'è nessuno che glielo dice, la vita diventa una bella complicazione. Lei, per esempio, non sapeva chi era, perché quando era nata, rotolando giù dal camion di Jack il Camionista, si era ritrovata sola e aveva scambiato per sua madre una pantofola di pelo. Una calda pantofola accogliente, dentro la quale si era accoccolata sognando di non essere ancora nata. In fondo, era contenta di avere questa mamma. E tutto sarebbe rimasto per sempre così, se non avesse voluto conoscere il mondo e non avesse continuamente incontrato qualcuno che le chiedeva: "Che animale sei?"Finché un giorno si ritrovò alla scuola della maestra Tolmer, che aveva una profonda convinzione, e cioè che tutto a questo mondo passa, anche le domande.
Ordina per
  • 4

    Il mare da lontano non è come il mare da vicino: è fermo, ed è più grande. Sembra finto. Non fa odore e non fa rumore, e così si può pensare di esserselo sognato. Poi si scende fin giù a vedere se invece esiste per davvero e, quando si scopre di sì, che il mare c'è, è lì davanti e ha odore di mar ...continua

    Il mare da lontano non è come il mare da vicino: è fermo, ed è più grande. Sembra finto. Non fa odore e non fa rumore, e così si può pensare di esserselo sognato. Poi si scende fin giù a vedere se invece esiste per davvero e, quando si scopre di sì, che il mare c'è, è lì davanti e ha odore di mare, fa le onde e gli spruzzi e dentro ci sono anche i pesci, allora si è veramente felici. Come quando scopri che quel che hai sognato nom era un sogno, era vero. Ma per provare questa felicità, devi aver pensato, anche solo una volta, che era tutto finto. Devi vederlo anche solo una volta, il mare da lontano....

    Una chicca...

    ha scritto il 

  • 4

    per bimbi e per grandi

    una fiaba piacevole e bella, brava Mastrocola che anche in questo genere brilli. Le buone favole insegnano e fanno pensare, questa non fa eccezione, a cominciare dal titolo… la paperella nasce sola senza nessuno a dirle chi è, .. da qui comicia la favola, e qui il primo stimolo alla riflessione ...continua

    una fiaba piacevole e bella, brava Mastrocola che anche in questo genere brilli. Le buone favole insegnano e fanno pensare, questa non fa eccezione, a cominciare dal titolo… la paperella nasce sola senza nessuno a dirle chi è, .. da qui comicia la favola, e qui il primo stimolo alla riflessione, che animale sono e chi sono io? già perchè ... in quanti ci siam fatti questa domanda sul serio? quanti di noi vivono in modo consapevole e quanti invece spensierati vivono i loro giorni contenti di esserci, ma essere cosa? essere perchè? essere? vabbè mi sa che sto vagheggiando. Figo fermarsi a vagheggiare ;)

    ha scritto il 

  • 4

    Una favola da leggere, ma soprattutto una lezione di vita.
    Chi siamo in realtà? Cosa vedono gli altri in noi? Cosa riusciamo ad apprezzare di noi stessi?
    Una vera sorpresa questo libro, scorrevole, commovente in una parola "delizioso". ^_^

    ha scritto il 

Ordina per