Che paese, l'America

Voto medio di 1567
| 133 contributi totali di cui 126 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il romanzo narra le vicende del giovane McCourt giunto in America con l'intenzione di riscattare l'infelice infanzia irlandese, raccontata nelle "Ceneri di Angela". La scena è quella di New York nel secondo dopoguerra. Una New York proletaria, dove ... Continua
Ha scritto il 28/03/17
... dove la vita si racconta
Ha scritto il 23/01/17
un irlandese a new york
finalmente frank riesce a tornare in America, ma la vita non è molto semplice e non si riesce a fare i miliardi come si diceva in patria. inoltre la birra chiama sempre e spesso ci si ubriaca allegramente. carino ma a volte un po pesante e noioso
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/11/16
"Che paese, l'America" è il seguito de "Le ceneri di Angela, dove seguiamo Frank che finalmente realizza il suo più grande sogno della sua vita: andare a vivere in America, e precisamente a New York. Ma per un povero immigrato irlandese non sarà ...Continua
Ha scritto il 08/09/15
La continuazione de "Le Ceneri di Angela". Un po' forzato a volte, sembra scritto più per sfruttare il successo de "Le Ceneri di Angela" che per qualcosa di cui si ha veramente bisogno.
  • 2 mi piace
Ha scritto il 28/11/14
SPOILER ALERT
http://changeschances.blogspot.it/2014/11/che-paese-lamerica-frank-mccourt.html

Ha scritto il Mar 04, 2011, 11:31
L'anno in cui nacque Maggie dissi ad Alberta come diceva sempre mia madre, che i bambini iniziano a vedere a sei settimane, e se era vero avremmo dovuto portare la pupa in Irlanda di modo che la sua prima immagine fosse quella dei capricciosi cieli ...Continua
Pag. 409
Ha scritto il Mar 04, 2011, 11:29
[...] lei mi rispondeva che nessuno ha tanto da fare che non riesce a trovare il tempo per farsi una tazza di tè decente e se proprio uno ha tanto da fare una tazza di tè decente non se la merita perchè in fin dei conti che senso ha la vita? Si ...Continua
Pag. 349
Ha scritto il Jun 02, 2010, 21:30
La mente è un tesoro che dovreste riempire bene e è l'unica parte di voi in cui il mondo non può ficcare il naso.
Pag. 59
Ha scritto il Mar 12, 2010, 22:09
Mi dispero perché temo di andare troppo in là e scoprire che in Platone e Giovanni manca qualcosa. Temo di arrivare in un punto morto, capito? No. Hai mai letto Platone? Sì. E san Giovanni? A messa i Vangeli li leggono in continuazione. Non è la ...Continua
Pag. 315
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 29, 2008, 16:12
Malachy aveva ragione. Anziché i postumi della sbornia la mattina dopo sentii solo una gran felicità all'idea che a Brooklyn una pupettina portasse il mio nome e che d'allora in poi avrei vissuto vedendola crescere e quando chiamai Alberta quasi ...Continua
Pag. 388
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi