Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Chi ha spostato il mio formaggio?

Edizione speciale illustrata

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.5
(771)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 109 | Formato: Paperback

Isbn-10: 882004398X | Isbn-13: 9788820043988 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Education & Teaching , Self Help , Social Science

Ti piace Chi ha spostato il mio formaggio??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una storiella breve, densa di significati e insegnamenti, che fa comprendere ai lettori l'importanza e il valore del cambiamento, della flessibilità e dell'apertura al nuovo. Nasofino e Trottolino sono topolini, Tentenna e Risolino sono gnomi grandi come topolini. Tutti e quattro vivono in un labirinto e sono alla ricerca del formaggio, che li nutra e li faccia vivere felici. Il formaggio è la metafora di quello che vorremmo avere dalla vita: un lavoro soddisfacente e appagante, una bella relazione d'amore, tranquillità economica. Il labirinto è il mondo in cui viviamo, fatto di cose e persone.
Ordina per
  • 3

    Si legge davvero in un'ora. Ti da qualche spunto di riflessione per non piangerti addosso di fronte ad un cambiamento: non significa per forza che tutto è finito! Detto questo, molto semplice e semplicistico!

    ha scritto il 

  • 2

    Chi ha spostato il mio formaggio?

    Dovrebbe essere tipo un libro di auto - aiuto o qualcosa del genere. L'ho letto col mio fidanzato. Che dire? L'ho trovato un libretto banale, scontato, noioso, una classica "americanata". Voto: 2 stelline solo per i disegni dei topini.

    ha scritto il 

  • 5

    20-2014

    Testo fondamentale sul tema del cambiamento. E' una storiella molto citata (anche dal sottoscritto) ma che finora non avevo mai letto integralmente.


    La si legge in meno di un'ora, ma vi assicuro che raramente potreste impiegare meglio questo tempo. Applicato alle dinamiche di lavoro è sicu ...continua

    Testo fondamentale sul tema del cambiamento. E' una storiella molto citata (anche dal sottoscritto) ma che finora non avevo mai letto integralmente.

    La si legge in meno di un'ora, ma vi assicuro che raramente potreste impiegare meglio questo tempo. Applicato alle dinamiche di lavoro è sicuramente il testo con la maggior capacità di efficacia. Attenzione: non è un libro sul cambiare lavoro. E' un libro sul cambiare testa.

    In fondo... siamo tutti un pò Tentenna, ma nessuno vuol essere Tentenna....

    ha scritto il 

  • 1

    Quattro personaggi, che vivono in un labirinto, assumono comportamenti diversi alla costante ricerca del formaggio. Il labirinto rappresenta la nostra vita e il formaggio è la metafora di quello che vorremmo avere. La morale: se non ci adattiamo ai cambiamenti, difficilmente raggiungeremo i nostr ...continua

    Quattro personaggi, che vivono in un labirinto, assumono comportamenti diversi alla costante ricerca del formaggio. Il labirinto rappresenta la nostra vita e il formaggio è la metafora di quello che vorremmo avere. La morale: se non ci adattiamo ai cambiamenti, difficilmente raggiungeremo i nostri obiettivi.

    Il messaggio di fondo, non certo rivelatore e rivoluzionario come si vorrebbe far credere in alcuni passi del libro, è presentato con una semplice parabola, purtroppo così noiosa e colma di ripetizioni che la lettura si fa presto poco interessante, rendendo interminabile quell'oretta necessaria per arrivare alla fine della storia.

    ha scritto il 

  • 1

    American way of thinking

    Come affrontare il cambiamento nel mondo del lavoro.
    Non l'ho trovato così illuminante.
    Preferisco pensare che, anzichè dover per forza rincorrere un obiettivo all'interno del labirinto, io possa avere la facoltà di modificare il labirinto, di cambiarne i meccanismi o anche di uscirne ...continua

    Come affrontare il cambiamento nel mondo del lavoro.
    Non l'ho trovato così illuminante.
    Preferisco pensare che, anzichè dover per forza rincorrere un obiettivo all'interno del labirinto, io possa avere la facoltà di modificare il labirinto, di cambiarne i meccanismi o anche di uscirne.

    ha scritto il 

  • 3

    Librettino dal sapore un po' troppo americano per i miei gusti, si esalta uno stile di pensiero per una migliore produttività lavorativa e una migliore vita sociale. Il titolo è Chi ha spostato il mio formaggio e non Chi ha rubato il mio formaggio, proprio a far intendere che ciò che vogliamo è s ...continua

    Librettino dal sapore un po' troppo americano per i miei gusti, si esalta uno stile di pensiero per una migliore produttività lavorativa e una migliore vita sociale. Il titolo è Chi ha spostato il mio formaggio e non Chi ha rubato il mio formaggio, proprio a far intendere che ciò che vogliamo è sempre "spostato" e possiamo ogni volta andarlo a recuperare. Il segreto è non farci trovare impreparati ai cambiamenti, anzi anticiparli e trovare subito un'alternativa che a volte è anche migliore della situazione precedente. Tutto ciò può essere assolutamente apprezzabile, ma, mentre leggevo, mi veniva da sorridere in modo amaro conoscendo la situazione di grande precarietà lavorativa nel nostro Paese. Magari fra qualche anno, (spero) quando l'economia sarà più florida, se ne potrà riparlare, adesso nel contesto in cui viviamo, mi sembrano teorie un tantino ridicole!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Breve storiella apparentemente per bambini (per i quali però sarebbe impossibile capire il concetto della storia) che vuol far comprendere alle persone l'importanza dei cambiamenti nella vita ed il saperli accettare o addirittura prevenire. Detto questo il libro non mi è piaciuto molto, la storie ...continua

    Breve storiella apparentemente per bambini (per i quali però sarebbe impossibile capire il concetto della storia) che vuol far comprendere alle persone l'importanza dei cambiamenti nella vita ed il saperli accettare o addirittura prevenire. Detto questo il libro non mi è piaciuto molto, la storiella è carina e di veloce lettura ma è un pò a parer mio diseduchevole perché nella vita non si possono sempre accettare i cambiamenti, soprattutto quando, come sentiamo ogni giorno nei tg, avvengono delle tragedie. Il concetto del cambiamento può andare bene in campo lavorativo o sentimentale ma non sempre, come invece scrive il libro. In ogni caso, se proprio dovessi immedesimarmi in un personaggio, io sarei sicuramente Tentenna perché i cambiamenti, anche i più piccoli e banali, mi fanno paura e quindi tendo sempre a rimanere come sono.. il ché poi non è tanto male.

    ha scritto il 

Ordina per