Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Chi manovrava le Brigate Rosse?

Di ,

Editore: Ponte alle Grazie

3.3
(28)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862201745 | Isbn-13: 9788862201742 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: History , Non-fiction , Political

Ti piace Chi manovrava le Brigate Rosse??
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Alla domanda retorica del titolo bisognerebbe rispondere con un'altra domanda: erano manovrate le Brigate Rosse? E' indubbio che un'organizzazione rivoluzionaria clandestina subisca tentativi di condizionamenti e sia più esposta a Opa ostili di una confraternita universitaria ma è altrettanto ver ...continua

    Alla domanda retorica del titolo bisognerebbe rispondere con un'altra domanda: erano manovrate le Brigate Rosse? E' indubbio che un'organizzazione rivoluzionaria clandestina subisca tentativi di condizionamenti e sia più esposta a Opa ostili di una confraternita universitaria ma è altrettanto vero che in un campo di forze così contrastanti molte delle spinte contrapposte hanno finito per elidersi.
    Trovo infine stucchevole l'ossessione per l'Hiperion ...

    ha scritto il 

  • 4

    FANTAPOLITICA ?

    Il libro nella prima parte ripercorre le tappe del terrorismo brigatista soffermandosi su fatti ed episodi già ampiamente descritti e studiati nelle inchieste e sui libri pubblicati gli scorsi anni; la seconda metà è invece più "particolare" in quanto si sofferma in maniera esauriente sul ruolo d ...continua

    Il libro nella prima parte ripercorre le tappe del terrorismo brigatista soffermandosi su fatti ed episodi già ampiamente descritti e studiati nelle inchieste e sui libri pubblicati gli scorsi anni; la seconda metà è invece più "particolare" in quanto si sofferma in maniera esauriente sul ruolo del centro Hyperion di Parigi e su chi gli ruotava attorno teorizzando, alla fine, un possibile legame tra BR e Jean-Louis Baudet (ACTION DIRECTE) che a sua volta sarebbe (forse) stato manovrato da un ulteriore "vertice". Molto interessante anche se, a mio modo di vedere, non convincente in toto nella sua ultima parte. Da leggere.

    ha scritto il