Chiamate telefoniche

Voto medio di 424
| 67 contributi totali di cui 55 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quattordici racconti di un autore cileno considerato tra i più originali e nuovi della letteratura ispanoamericana: vite immaginarie di scrittori a cavallo dell'Oceano e della storia, lunghi amori che contrassegnano in realtà inestricabili ... Continua
Ha scritto il 11/05/17
Mi richiami?
Il racconto che ho preferito è stato “UN ALTRO RACCONTO RUSSO”:“Il dolore che sentì gli fece venire le lacrime agli occhi e disse, anzi gridò, la parola cazzo. Con le tenaglie in bocca l’imprecazione si modificò e uscì nello spazio ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 31/12/16
Mi rendo conto che sto centellinando Roberto Bolano: lo scrittore cileno è uno dei pochi autori che sarebbe in grado di farmi precipitare in una spirale monografica e monomaniacale che escluderebbe per settimane altre possibilità di lettura. E’ ..." Continua...
  • 4 mi piace
Ha scritto il 11/05/16
CHIAMATE TELEFONICHE
Personaggi con esistenze borderline, vagabondi e sballati, che vivono una incoerente quotidianità, tra amori sofferti, sbagli e solitudini. Quattordici racconti di un autore considerato tra i più dotati della nuova letteratura ispanoamericana, il ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 09/02/16
quattro stelline e mezzo
E' il primo libro di racconti che leggo di Bolano e anche in questa forma narrativa si conferma un grandissimo scrittore. Alcuni racconti, tra cui Sensini, Un'avventura letteraria, Clara e Joanna Silvestri sono dei veri capolavori. Mi avvicinerò ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 03/02/16
Cinema e vita
Raccolta abbastanza arbitraria di un autore discontinuo e complesso.

Leggere delle sue sperimentazioni e difficoltà di scrittore è un viaggio nella sua vita, condito con scene che hanno un sapore quasi cinematografico.

Ha scritto il Dec 18, 2012, 20:19
Sofia mi guardò e sorrise, credo per la prima volta da quando ci eravamo ritrovati. Fu un sorriso breve ma perfetto.
Pag. 195
Ha scritto il Dec 18, 2012, 20:18
Passò molto tempo prima che la rivedessi. Passeggiava per le Ramblas; sembrava sperduta. Parlammo in piedi, mentre il freddo ci entrava nelle ossa, di cose che non avevano niente a che vedere né con lei né con me.
Pag. 188
Ha scritto il Dec 17, 2012, 17:21
Quando parlava di Miranda, invece, Sensini diventava allegro, Miranda era giovane, aveva voglia di mangiarsi il mondo, una curiosità insaziabile, e per di più, diceva, era buona e bella. ...In una lettera chiesi a Sensini se anche Miranda si ... Continua...
Pag. 25
Ha scritto il Dec 17, 2012, 16:39
Gli risposi che non avevo abbastanza racconti per partecipare ai sei concorsi, ma soprattutto cercai di toccare altri argomenti, la lettera mi prese la mano, gli parlai di viaggi, di amori perduti, di Walsh, di Conti, di Francisco Urondo, gli chiesi ... Continua...
Pag. 22
Ha scritto il Dec 17, 2012, 16:19
A volte rileggevo per la centesima volta la sua lettera, altre volte sfogliavo Ugarte, e quando avevo voglia di azione, novità, leggevo i suoi racconti....In altre parole, storie di tipi armati, disgraziati, solitari o con uno strano senso della ... Continua...
Pag. 20

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi