China Girl

Di

Editore: Einaudi

3.1
(143)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 466 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806214322 | Isbn-13: 9788806214326 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alfredo Colitto

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace China Girl?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Robert Pendleton è un genio della chimica e ha appena brevettato un fertilizzante che potrebbe valere una fortuna. Partito per una conferenza a San Francisco, smette di dare notizie di sé e dei frutti delle sue ricerche. Non c’è da stupirsi se gli Amici di Famiglia, che hanno finanziato il suo lavoro, vogliono scoprire che fine abbia fatto, decidendo anche stavolta di rivolgersi a Neal Carey, il loro uomo migliore. Quella che sembra un’indagine facile si rivela però un incubo. Neal sarà costretto a un lungo viaggio costellato di pericoli, tra la Chinatown di San Francisco e le strade di Hong Kong, fino ad arrivare nella Cina piú profonda e arcaica. E dovrà vedersela con la Cia, con il governo cinese e con un’organizzazione altrettanto letale, che agisce nell’ombra. Ma soprattutto con la bellissima Li Lan: una dark lady, o forse una vittima innocente.
Ordina per
  • 3

    Di questo libro quello che ho maggiormente amato sono state le descrizione della Cina, delle sue tradizioni, dei suoi paesaggi.... la storia un po' troppo tirata alla ricerca di continui colpi di scen ...continua

    Di questo libro quello che ho maggiormente amato sono state le descrizione della Cina, delle sue tradizioni, dei suoi paesaggi.... la storia un po' troppo tirata alla ricerca di continui colpi di scena

    ha scritto il 

  • 3

    secondo capitolo della saga dedicata a neal carey. noir d'azione con risvolti di avventura esotica e spy story, vagamente scanzonato qua e là. nonostante lo stile sia ancora acerbo, don winslow dimost ...continua

    secondo capitolo della saga dedicata a neal carey. noir d'azione con risvolti di avventura esotica e spy story, vagamente scanzonato qua e là. nonostante lo stile sia ancora acerbo, don winslow dimostra di saperci fare e questo romanzo risulta godibile e ben confezionato.

    ha scritto il 

  • 2

    Un personaggio che non decolla

    La prima avventura di Neal Carey era abbastanza incoraggiante, ma imponeva una crescita del personaggio; in questo secondo volume non soltanto questa crescita non avviene, ma si registra una marcata i ...continua

    La prima avventura di Neal Carey era abbastanza incoraggiante, ma imponeva una crescita del personaggio; in questo secondo volume non soltanto questa crescita non avviene, ma si registra una marcata involuzione. Le peripezie in Cina fanno pensare più ai romanzi avventurosi di Cussler che non alla penna di Winslow, ma è proprio il personaggio che non va. Il suo umorismo, espresso in brevi pensieri in corsivo, è banale; ma anche l'innamoramento per la dark lady del titolo è veramente posticcio. Tutta la ricostruzione della rivoluzione culturale cinese, per quanto un po' da bignamino, è comunque interessante, da cui la sufficienza. Resta una discreta leggibilità, ma non so se prenderò il terzo.

    ha scritto il 

  • 3

    Meno convincente dell'esordio di Neal Carey.
    Qui e là la corda viene tirata un po' troppo e l'amore assoluto di Neal per Li... bah..
    Belle le pagine che parlano della rivoluzione culturale e la parte ...continua

    Meno convincente dell'esordio di Neal Carey.
    Qui e là la corda viene tirata un po' troppo e l'amore assoluto di Neal per Li... bah..
    Belle le pagine che parlano della rivoluzione culturale e la parte ambientata nella città murata di Hong Kong (angoscia pura).

    ha scritto il 

  • 3

    Un Don Wilson un po' sottotono rispetto ai precedenti letti. Storia un po' intricata, un po' esagerata e un po'....annoiata (tanto per fare la rima),; il libro si legge in modo abbastanza scorrevole m ...continua

    Un Don Wilson un po' sottotono rispetto ai precedenti letti. Storia un po' intricata, un po' esagerata e un po'....annoiata (tanto per fare la rima),; il libro si legge in modo abbastanza scorrevole ma i protagonisti non sono molto credibili e la trama ne risente.

    ha scritto il 

  • 5

    Don Winslow è proprio bravo

    Anche questo secondo libro con protagonista Neal Carey è bello, avvincente, originale. Spero vivamente che Einaudi (stile libero) non smetta di pubblicare.

    ha scritto il 

  • 2

    il mio primo...

    ...ebook. L'ho scaricato dalla biblioteca di Monza e me lo sono letto sul cellulare.
    Lo volevo acquistare, perche' si parla di Hong Kong e quindi ha suscitato la mia curiosità. Pensavo parlasse di str ...continua

    ...ebook. L'ho scaricato dalla biblioteca di Monza e me lo sono letto sul cellulare.
    Lo volevo acquistare, perche' si parla di Hong Kong e quindi ha suscitato la mia curiosità. Pensavo parlasse di striscio di Cina, invece i 3/4 o piu' del romanzo sono in Cina, prima a Hong Kong, poi a Chengdu la capitale del Sichuan.
    E' una storia improbabile, a tratti noiosa. Tuttavia il libro e' del 1992. Che facevo nel 92? finivo il liceo e partivo in vacanza per il Portogallo. Non esistevano i cellulari e nemmeno internet (in Italia), per informarmi sul Portogallo, avevo una vecchia guida cartacea.
    Insomma, anch'io, in Portogallo, avrei voluto incontrare una donna bellissima e poi seguirla magari in Korea o in Giappone.... peccato che all'epoca il mio primo viaggio da solo era col treno (interrail): prima in Irlanda con gli amici e poi da solo e senza soldi a Lisbona. Ho incontrato Luz, che mi ha pagato cibo e pellicole della macchina fotografica, ma non era bella e aveva almeno 15 anni piu' di me. In cambio ha voluto solo un bacio casto sulla guancia. Ma sto divagando!

    L'ho letto tutto d'un fiato, ma non mi ha interessato. Dietro al testo, e ai personaggi si percepisce netta la supponenza di un occidentale che, ben informato su Cina e Hong Kong, ce la racconta. Pur sempre uno sguardo occidentale.
    Concordo con qualche recensione che punta sul "divertimento" di un racconto intricato ma leggero, sullo stile dei film di spionaggio anni 50-60 (Intrigo internazionale?). Si e' vero, la leggerezza di un innamoramento a prima vista.
    Ripeto: chi non desidererebbe in cuor suo incontrare una donna asiatica perfetta e inseguirla nel lontano oriente!?

    ha scritto il 

  • 3

    La storia non sembra male e scorre piacevolmente. Ma il finale è troppo inverosimile e per quanto mi riguarda c'è troppa Cina dentro, una cultura che non mi appassiona. Winslow scrive bene, ma mi sa c ...continua

    La storia non sembra male e scorre piacevolmente. Ma il finale è troppo inverosimile e per quanto mi riguarda c'è troppa Cina dentro, una cultura che non mi appassiona. Winslow scrive bene, ma mi sa che devo leggere qualcosa di più recente per apprezzarlo.

    ha scritto il 

  • 2

    scritto nel '92, quando in Cina il capitalismo era il diavolo

    quando un autore vende si va a ripescare anche quello che ha scritto un quarto di secolo fa: l'ambientazione geografica è affascinante , ma quella storico politica superata. Un bel po' pasticciato e a ...continua

    quando un autore vende si va a ripescare anche quello che ha scritto un quarto di secolo fa: l'ambientazione geografica è affascinante , ma quella storico politica superata. Un bel po' pasticciato e anche insensato. Però ci si diverte a leggerlo. E dovrò leggere Huckleberry Finn (anche se è un po' tardi per i romanzi di formazione)

    ha scritto il