Chocolat

Di

Editore: RL Libri

3.9
(3502)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 352 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco , Polacco , Olandese , Spagnolo , Finlandese , Svedese , Portoghese , Ceco

Isbn-10: 8846202503 | Isbn-13: 9788846202505 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Grandi

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Cucina, Cibo & Vini , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Chocolat?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    Sciacquati la bocca Vianne! Il cioccolato è sacro

    Forse sono stata traviata dal film, ma questo libro è brutto brutto brutto in modo assurdo. Noioso, ripetitivo, scritto (o tradotto) male. Le uniche parti interessanti sono le riflessioni del prete. I ...continua

    Forse sono stata traviata dal film, ma questo libro è brutto brutto brutto in modo assurdo. Noioso, ripetitivo, scritto (o tradotto) male. Le uniche parti interessanti sono le riflessioni del prete. I personaggi carini, ma molto spesso si lasciano trascinare dal vento e cambiano idee e modi di essere come schioccare le dita. Inoltre l'aspetto economico è super irrealista (parlo da commerciante), soprattutto se riportato agli anni in cui si intuisce sia ambiantato il romanzo. Povero cioccolato.. bistrattato così da una sciacquetta come Vianne!

    ha scritto il 

  • 0

    Effetti collaterali

    Se a pagina 89 non succede niente, non ricordo nemmeno un nome dei personaggi che compaiono e la noia prende il sopravvento, mi appello al diritto di abbandonarlo senza pietà.
    Il cioccolato se consuma ...continua

    Se a pagina 89 non succede niente, non ricordo nemmeno un nome dei personaggi che compaiono e la noia prende il sopravvento, mi appello al diritto di abbandonarlo senza pietà.
    Il cioccolato se consumato in dosi massicce è colpevole di uno spiacevole effetto emorroidale. Anche la lettura della Harris non scherza, eh.

    ha scritto il 

  • 2

    Più Vianne che Chocolat

    Non male in linea generale. Ma da un libro che ha a che fare con il cibo mi aspetto che ogni pagina profumi di cannella e cioccolato, come succede in La maga delle spezie o in molti testi di Amado. Ri ...continua

    Non male in linea generale. Ma da un libro che ha a che fare con il cibo mi aspetto che ogni pagina profumi di cannella e cioccolato, come succede in La maga delle spezie o in molti testi di Amado. Rispetto al film (che ahimé in questo caso considero superiore) c'è molto più Vianne che Chocolat

    ha scritto il 

  • 3

    Le aspettative per questo libro erano molto alte. Ho amato il film, speravo che il romanzo fosse meglio, come di norma succede. Ed invece è stato l'esatto opposto.
    Per quanto la caratterizzazione dei ...continua

    Le aspettative per questo libro erano molto alte. Ho amato il film, speravo che il romanzo fosse meglio, come di norma succede. Ed invece è stato l'esatto opposto.
    Per quanto la caratterizzazione dei personaggi sia ben riuscita, specialmente le doti di Vianne, la trama mi ha lasciato molto amaro in bocca, e poco gustoso come dovrebbe essere il cioccolato.

    ha scritto il 

  • 3

    Premesso che conoscevo già la storia, dato che avrò visto il film almeno 400 volte, ero comunque curiosa di leggere questo libro. La trama è grossomodo questa: Lansquenet-sous-Tannes, un villaggio al ...continua

    Premesso che conoscevo già la storia, dato che avrò visto il film almeno 400 volte, ero comunque curiosa di leggere questo libro. La trama è grossomodo questa: Lansquenet-sous-Tannes, un villaggio al centro della Francia, è una comunità chiusa e bigotta, guidata dal giovane curato Francis Reynaud. Nel villaggio giungono il giorno di Carnevale Vianne Rocher e la sua figlioletta Anouk. Vianne rileva una vecchia pasticceria, ribattezzandola La Celeste Praline, e la trasforma in una cioccolateria che sin da subito turberà gli equilibri della comunità. Lo scontro tra moralisti timorati di Dio e golosi peccatori, tra le delizie terrestri offerte da Vianne e quelle celesti promesse da padre Reynaud, diventerà ben presto inevitabile.
    Che dire? Un bel libro, una lettura piacevole e uno stile scorrevole scorrevole. Le descrizioni dei dolci e del cioccolatini preparati da Vianne sono così verosimili ed accurate (anche se a tratti alquanto prolisse) da far venire l'acquolina in bocca! Però continuo a preferire il film... Merito di Johnny? Sicuramente si!
    Voto: 6,5/10
    Visitate la mia pagina Facebook, per scambiarci opinioni e consigli! www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 5

    Che dire: come al solito, molto meglio del film!

    La prima volta che l'ho letto mi sono arresa, per via dei nomi che mi creavano confusione, o forse perchè non era il momento adatto...
    Stavolta non riuscivo a staccarmi! Vianne rappresenta la libertà, ...continua

    La prima volta che l'ho letto mi sono arresa, per via dei nomi che mi creavano confusione, o forse perchè non era il momento adatto...
    Stavolta non riuscivo a staccarmi! Vianne rappresenta la libertà, l'amore per la vita (e per il cioccolato) e soprattutto l'indifferenza per i pregiudizi e per la normalità.
    Sicuramente una delle mie eroine preferite, in cui mi sono immedesimata subito: altro che spade e cattiveria, datemi del cioccolato e conquisterò il cuore del mondo!

    ha scritto il 

  • 3

    Ho trovato molte diversità rispetto al film, mi chiedo come mai sono state fatte determinate scelte, ad esempio, perché stravolgere il ruolo del prete?!?! Boh.. Comunque libro particolare e scorrevole ...continua

    Ho trovato molte diversità rispetto al film, mi chiedo come mai sono state fatte determinate scelte, ad esempio, perché stravolgere il ruolo del prete?!?! Boh.. Comunque libro particolare e scorrevole, anche se vi sono alcuni punti che non si comprendono a fondo, sono poco chiari.

    ha scritto il 

  • 4

    Un romanzo che fa venire l'aquolina in bocca

    Questo libro mi è piaciuto molto. E' la storia di una donna di nome Vianne che, insieme alla figlia Anouk, si trasferisce in nu paesino della Francia e apre una cioccolateria, ma la cosa non viene vis ...continua

    Questo libro mi è piaciuto molto. E' la storia di una donna di nome Vianne che, insieme alla figlia Anouk, si trasferisce in nu paesino della Francia e apre una cioccolateria, ma la cosa non viene vista bene dal parroco del paese... durante la storia, Vianne conoscerà i cittadini e svolgerà, tra alti e bassi, la sua vita...
    Come lettura personalmente l'ho trovata un pò pesante, almeno per quanto riguarda la prima parte, dopo è abbastanza scorrevole; alcuni punti bisogna rileggerli attentamente perchè sono poco chiari. Fa davvero venire l'acquolina in bocca, con tutte quelle ricette di dolci =)
    Mi piace molto il messaggio che vuole dare, e cioè che bisogna sempre cercare qualcosa di positivo nelle cose, anche se non ci piacciono, e cercare di sorridere e di dimostrare quanto valiamo, anche se inizialmente abbiamo tutto contro.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per