Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Suchen Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Chourmo.

By

Verleger: Unionsverlag

4.2
(2121)

Language:Deutsch | Number of Seiten: 268 | Format: Others | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , French , Italian , Spanish , Greek , Polish

Isbn-10: 3293201873 | Isbn-13: 9783293201873 | Publish date:  | Edition 7., Aufl.

Auch verfügbar als: Audio CD

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Chourmo. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 5

    "[..]Sollevò il viso verso di me. Un viso sfatto. Il rimmel era colato. Lunghe tracce blu. Le guance sembravano piene di crepe, come dopo un terremoto. Vidi il suo sguardo ritirarsi dentro di lei. Per ...weiter

    "[..]Sollevò il viso verso di me. Un viso sfatto. Il rimmel era colato. Lunghe tracce blu. Le guance sembravano piene di crepe, come dopo un terremoto. Vidi il suo sguardo ritirarsi dentro di lei. Per sempre. Gèlou se ne andava. Altrove. Nel paese delle lacrime.
    Gli occhi e le mani, malgrado tutto, si aggrappavano ancora a me, disperatamente. Per restare al mondo. E mantenersi a tutto ciò che ci univa fin dall'infanzia. Ma non le ero di alcun aiuto. La mia pancia non aveva spinto un bambino verso la luce. Non ero una madre. E neppure un padre. E tutte le parole che potevo dire appartenevano al dizionario della stronzaggine umana. Non c'era niente da dire. Non avevo niente da dire. [...]

    Sapessi dire così io quel niente. Izzo, un niente colmo di tutto.

    gesagt am 

  • 2

    Qualcosa in meno...

    ... Rispetto al primo della saga, lo confermo a 4 anni di distanza dalla prima lettura. Troppi temi, troppi colpi di scena, troppe coincidenze.

    gesagt am 

  • 4

    Il secondo libro con Fabio Montale. Migliore del primo.

    Lo stile letterario è maturo: un perfetto linguaggio da duri: secco ed incisivo. L'intreccio è pur sempre complicatissimo, ma meno di quello di "Casino totale". Consiglio comunque ai nuovi lettori di ...weiter

    Lo stile letterario è maturo: un perfetto linguaggio da duri: secco ed incisivo. L'intreccio è pur sempre complicatissimo, ma meno di quello di "Casino totale". Consiglio comunque ai nuovi lettori di prendere appunti sui frequenti cadaveri.

    gesagt am 

  • 4

    Siamo al secondo volume della trilogia che sto leggendo alla rovescia. Chourmo, un'espressione che evoca complicità e collaborazione, solidarietà insomma, nel bene come nel male. Un noir naturalmente, ...weiter

    Siamo al secondo volume della trilogia che sto leggendo alla rovescia. Chourmo, un'espressione che evoca complicità e collaborazione, solidarietà insomma, nel bene come nel male. Un noir naturalmente, con molto cibo, molta cucina, molto Lagavulin, un po' di sesso, ma molto erotismo: nei profumi, nelle situazioni, nell'aria salmastra. Come sempre. Tutto nasce dal misterioso omicidio del figlio di una cugina e si impasta con affari di mafia, con una società multietnica poco omogenea e che si tollera, ma non si ama, e con le spinte del Front Nationale verso il bisogno di un repulisti, fare ordine, restituire Marsiglia ai marsigliesi, liberarla da quegli arabi, quegli ebrei, quegli italiani. Come se i marsigliesi non fossero appunto arabi, ebrei, italiani. Interessante il legame che Izzo - sempre molto documentato - pone tra il successo di Le Pen (padre) e la criminalità dei quartieri arabi. Sono gli attivisti del FN che fomentano e manipolano gli arabi proprio per poi fare campagne di pulizia etnica e "Loi et Ordre". O meglio "Ordre sans Loi". Quindi il FN invischiato con il riciclaggio, la corruzione, lo spaccio e la microcriminalità per poi avere il pretesto di ergersi a baluardo contro queste derive.
    Mi affascina sempre molto la capacità di Izzo di mettere sulla pagina bicchieri di Bandol, piatti di rascasse o loup de mer, bronzei turgori femminili, cronaca documentata, musica e gustosa e tesa narrazione.
    Da leggere prima di scappare a Marsiglia con una creola dalla bruna aureola.

    gesagt am 

  • 5

    Marsiglia città di luce...anche in un noir

    Un libro così o si ama o si odia ma non lascia indifferenti. Ti conquista ed è bellissimo perdersi in questo incantesimo che coinvolge tutti i tuoi sensi. La trama è quasi in secondo piano rispetto al ...weiter

    Un libro così o si ama o si odia ma non lascia indifferenti. Ti conquista ed è bellissimo perdersi in questo incantesimo che coinvolge tutti i tuoi sensi. La trama è quasi in secondo piano rispetto alla protagonista indiscussa, Marsiglia.

    gesagt am 

  • 4

    Marsiglia ovvero la Vita

    Fabio Montale, mi piace il suo modo di amare Marsiglia - ovvero la vita. Mi piace guardare con i suoi occhi, godere dei piaceri che può offrire, mangiare e bere su una terrazza o in un ristorantino fa ...weiter

    Fabio Montale, mi piace il suo modo di amare Marsiglia - ovvero la vita. Mi piace guardare con i suoi occhi, godere dei piaceri che può offrire, mangiare e bere su una terrazza o in un ristorantino familiare. Visto che mancano le persone, che almeno ci siano personaggi come lui, che si incazzano con chi è razzista senza buonismi, il nostro tempo ne ha un gran bisogno. Il secondo pezzo della trilogia è quello che scorre più fluido, meglio organizzato. Cruento quanto gli altri ma in una forma più delicata. Da divorare a ritmo della sua ricca colonna sonora.

    gesagt am 

  • 5

    Un noir 5 stelle

    Se casino totale non mi aveva convinto, chourmo mi ha conquistato e deliziato
    Bella storia, ottimo ritmo. Grandissimi affresco di Marsiglia, tra tutto, la marcia in più di questo libro.

    gesagt am 

  • 4

    Chourmo, la ciurma di Fabio Montale.
    Secondo episodio della trilogia noir di Fabio Montale,
    che riscuote più simpatia da parte mia rispetto al primo.

    Marsiglia, romantica e maledetta.
    I sapori del med ...weiter

    Chourmo, la ciurma di Fabio Montale.
    Secondo episodio della trilogia noir di Fabio Montale,
    che riscuote più simpatia da parte mia rispetto al primo.

    Marsiglia, romantica e maledetta.
    I sapori del mediterrano, l'intuizione del problema islamico,
    10 anni prima delle torri gemelle.

    La malinconia. Il passato che non si riscatta. Leggerò il terzo.

    gesagt am 

  • 5

    "Casino Totale" e "Chourmo", letti in due giorni "Solea" iniziato a ruota e poi sospeso dopo poche pagine. Devo ingoiare un'emozione, poi finisco e so che mi dispiacerà.

    Fabio Montale fa il poliziotto ...weiter

    "Casino Totale" e "Chourmo", letti in due giorni "Solea" iniziato a ruota e poi sospeso dopo poche pagine. Devo ingoiare un'emozione, poi finisco e so che mi dispiacerà.

    Fabio Montale fa il poliziotto a Marsiglia, ma pare che sia dalla parte dei deboli e che abbia dubbie frequentazioni, quindi è mestiere per lui questo?

    Leggi, cerchi di seguire la trama, quando ...tac...in poche righe quà e là c'è quello che conta, che rimane.
    Parole che ora sfiorano l'anima, ora ci si appoggiano, ora la schiacciano.
    Parole in cui ti puoi specchiare, solo se più di una volta nella vita ti sei masticato il cuore perbenino, ne hai sputato i pezzi e poi ti sei messo a raccoglierli per cercare di ricomporli come in un puzzle.
    Non lo puoi buttare il tuo cuore, se sei un uomo.
    Ti serve per stare nel mondo da una parte ben precisa, dall'altra i cinici e i padreterni.
    Questa più che una lettura è un'esperienza quasi fisica...
    come quando la vita ti si blocca per un tremendo dolore e non ce la fai,
    come quando sei preso in un vortice di vita stupenda e non vuoi soffermarti...che non è per sempre,
    come quando tutto finisce e ti senti scemo e triste e non t'importa se fuori c'è il sole,
    come quando sei malato e sei costretto a farti un tè, che niente ti va giù e sogni una bruschetta e un buon bicchiere di vino perché, la vita in fondo è tutta lì e quando stai bene a volte questo ti sfugge,
    come quando guarisci e ti rituffi in questo mondo "dove anche per perdere bisogna sapersi battere",
    come quando non ne puoi più di questo schifo e "ti metti a correre in ogni direzione soltanto per non essere raggiunto dalla stupidità e dalla stronzaggine del mondo",
    come quando ti rifugi in un angolo tutto tuo dove ritrovi lucidità e calma
    e questo è già molto se Fabio Montale sei tu.

    gesagt am 

Sorting by