Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Chronicles

Volume 1

Di

Editore: Feltrinelli

4.0
(364)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8807720116 | Isbn-13: 9788807720116 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Biography , History , Music

Ti piace Chronicles?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il primo volume della trilogia autobiografica di Bob Dylan, dedicato agli anni della formazione e a quelli degli incontri decisivi, ricco di episodi inediti. Non costretto da gabbie cronologiche, il libro spazia dall'epoca del Greenwich Village alla fine degli anni Sessanta, fino agli Ottanta. Il tono dominante è la gratitudine per chi ha reso possibile che Bob Dylan fosse Bob Dylan: verso il poeta Archibald MacLeish, che indirettamente lo guida alla realizzazione di "New Morning", o verso Daniel Lanois, musicista e produttore che direttamente lo aiuta a creare "Oh Mercy". Woodstock, San Francisco, New Orleans, città dell'anima con pochi tratti scuri, completano la geografia interiore di un'America invisibile ma mai davvero scomparsa.
Ordina per
  • 2

    L'inizio fa ben sperare, ci sono tutte le premesse per un viaggio nella New York e nel mondo folk del 1961, un'avventura per case discografiche, contratti, mondo musicale, intuizioni, immagini... Inve ...continua

    L'inizio fa ben sperare, ci sono tutte le premesse per un viaggio nella New York e nel mondo folk del 1961, un'avventura per case discografiche, contratti, mondo musicale, intuizioni, immagini... Invece resta tutto potenziale, ridondante, salvo brevi sprazzi di intensità, un salto temporale buttato un po' a casaccio che descrive la nascita di "Oh, Mercy" (praticamente uno stralcio nel bel mezzo del racconto che più o meno seguiva un filo), per poi tornare di nuovo indietro e concludere con poco. Si gira intorno e non si arriva a niente. Peccato.

    ha scritto il 

  • 5

    看第一章時很想放棄這本書。
    除了我還沒有真心喜歡上Bob Dylan的音樂(雖然看到還是會借回家聽)之外,中譯本把中英對照放在最後面實在……很難對照好嗎。

    後來覺得Bob Dylan身邊的人也太有趣了吧!才開始喜歡這本書。
    像是p.111
    她對事物的本質有一套獨特的見解;她說死神是一名演員,出生是一種侵犯隱私的行為。聽她這麼說,你不知道如何還口,你也無法證明她是錯的。 ...continua

    看第一章時很想放棄這本書。
    除了我還沒有真心喜歡上Bob Dylan的音樂(雖然看到還是會借回家聽)之外,中譯本把中英對照放在最後面實在……很難對照好嗎。

    後來覺得Bob Dylan身邊的人也太有趣了吧!才開始喜歡這本書。
    像是p.111
    她對事物的本質有一套獨特的見解;她說死神是一名演員,出生是一種侵犯隱私的行為。聽她這麼說,你不知道如何還口,你也無法證明她是錯的。

    ha scritto il 

  • 4

    Il Divin menestrello racconta...

    Non dovrebbe sorprendere più di tanto l'abilità di Dylan nella scrittura. Uno degli uomini più importanti dei nostri tempi, un cantante, un poeta, un'artista, un rivoluzionario, e adesso anche un narr ...continua

    Non dovrebbe sorprendere più di tanto l'abilità di Dylan nella scrittura. Uno degli uomini più importanti dei nostri tempi, un cantante, un poeta, un'artista, un rivoluzionario, e adesso anche un narratore d'eccezione in questa atipica autobiografia scritta di suo pugno, non lasciata scrivere a qualche giornalista bravo con le parole. Dylan non ne ha bisogno e spazia a suo piacimento stravolgendo le carte (tarocchi?) in tavola, spaziando dagli anni delle influenze musicali e delle prime incisioni e raccontando poi non già gli anni del successo ma quelli successivi. Un volume 1 di cui attendo speranzoso il secondo, cui a quanto pare Dylan sta finalmente lavorando. Uscirà mai o rimarrà solo questo frammento di frammenti? Poco importa, Bob Dylan ci ha già dato tantissimo, troppo, ma forse non tutto.

    ha scritto il 

  • 4

    "In giro nei vari locali erano in parecchi a essere più bravi di me, ma nessuno faceva quello che facevo io. Le canzoni folk erano la via attraverso la quale io esploravo l'universo, erano pitture nel ...continua

    "In giro nei vari locali erano in parecchi a essere più bravi di me, ma nessuno faceva quello che facevo io. Le canzoni folk erano la via attraverso la quale io esploravo l'universo, erano pitture nelle quali c'era più di quello che io potessi dire a parole.
    [...]
    Molti artisti cercavano di mettere in mostra se stessi, non la canzone, ma quello non era il mio modo di fare. Per me veniva prima la canzone."

    ha scritto il 

  • 5

    C'è un essere al mondo che è in grado di scrivere canzoni, poesia e prosa e rendere tutto questo magnifico sogno un'esperienza indimenticabile e insostituibile: quell'essere è Robert Allen Zimmerman, ...continua

    C'è un essere al mondo che è in grado di scrivere canzoni, poesia e prosa e rendere tutto questo magnifico sogno un'esperienza indimenticabile e insostituibile: quell'essere è Robert Allen Zimmerman, più noto come Bob Dylan.

    ha scritto il 

  • 3

    Io amo Bob Dylan. Penso sia uno dei pochi geni reali del '900, ma la prosa non è il suo forte. Mi ha annoiato abbastanza come lettura, tant'è che l'ho abbandonato, cosa che mi è capitata rarissime vol ...continua

    Io amo Bob Dylan. Penso sia uno dei pochi geni reali del '900, ma la prosa non è il suo forte. Mi ha annoiato abbastanza come lettura, tant'è che l'ho abbandonato, cosa che mi è capitata rarissime volte.

    ha scritto il 

Ordina per