Chronique D'Une Mort Annoncee

By

Editeur: LGF - Livre de Poche

4.0
(8747)

Language: Français | Number of pages: 116 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Spanish , German , Italian , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 2253043974 | Isbn-13: 9782253043973 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Aimez-vous Chronique D'Une Mort Annoncee ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    Strano come una storia della quale si conosce già il finale riesca a tenere l'interesse vivo, pagina dopo pagina, nella speranza di scoprire sempre "quel qualcosa in più" in grado di fare la differenz ...continuer

    Strano come una storia della quale si conosce già il finale riesca a tenere l'interesse vivo, pagina dopo pagina, nella speranza di scoprire sempre "quel qualcosa in più" in grado di fare la differenza. La voglia di salvare Nasar diventa palpabile fin da subito, ma nessuno può sottrarsi al proprio fato.

    dit le 

  • 4

    Amo Marquez e questo libro ne è solo la conferma. Libro eccezionalmente divorato in due ore grazie alla scorrevolezza del testo, alla sua velocità di lettura e all'angoscia che mi ha preso dalla prima ...continuer

    Amo Marquez e questo libro ne è solo la conferma. Libro eccezionalmente divorato in due ore grazie alla scorrevolezza del testo, alla sua velocità di lettura e all'angoscia che mi ha preso dalla prima all'ultima riga.

    dit le 

  • 4

    Non amo particolarmente Marquez; sono fra coloro che non hanno mai finito "Cent'anni di solitudine", anche se ne conosco a memoria l'incipit; "Cronaca di una morte annunciata" lo lessi d'un fiato in u ...continuer

    Non amo particolarmente Marquez; sono fra coloro che non hanno mai finito "Cent'anni di solitudine", anche se ne conosco a memoria l'incipit; "Cronaca di una morte annunciata" lo lessi d'un fiato in una notte d'estate dell'ottantatre.

    dit le 

  • 5

    Il romanzo possiede una complessa

    struttura narrativa, mi è piaciuto l'aspetto che già dal principio si conosca il finale della storia. Marquez è molto preciso nel descrivere gli avvenimenti.

    studentessa di classe III NLA a.s. 2016_1 ...continuer

    struttura narrativa, mi è piaciuto l'aspetto che già dal principio si conosca il finale della storia. Marquez è molto preciso nel descrivere gli avvenimenti.

    studentessa di classe III NLA a.s. 2016_17

    dit le 

  • 3

    Mi rifiutavo di ammettere che la vita finisse per assomigliare tanto alla cattiva letteratura.

    Un’allegoria che rappresenta la vita, il caso, ciò che sembra insignificante, le coincidenze e ciò che può scaturire vedendo le cose da angolazioni e sguardi diversi. È forse questo quanto vorrebbe t ...continuer

    Un’allegoria che rappresenta la vita, il caso, ciò che sembra insignificante, le coincidenze e ciò che può scaturire vedendo le cose da angolazioni e sguardi diversi. È forse questo quanto vorrebbe trasmettere Márquez. Considerato uno dei più importanti messaggi dello scrittore e innalzato a classico d’autore, è una colonna portante della narrativa moderna. Un romanzo al contrario, poiché esso inizia proprio con la frase finale. Non c’è più nulla da scoprire, se non gli eventi antecedenti la morte di Santiago Nasar. Ogni antefatto con una piccola storia a sé stante. Un libro considerato poeticamente ironico.
    Ho letto ovunque recensioni entusiastiche e piene di adorazione. Beh, io apprezzo molto questo grandissimo scrittore, ma mi sento sempre un po’ in imbarazzo quando so di dover scrivere qualcosa che contrasta il parere comune. Possibile che nessuno si sia capacitato di quanto sia noioso “Cronaca di una morte annunciata”? Dalla mia modesta esperienza letteraria vedo certamente una padronanza linguistica eccezionale, moti d’ispirazione e beffa marcati, congenialità. Ma niente può togliermi dalla testa la pesantezza di queste poche pagine. Non riesco a incastrare il pensiero di chi, in riferimento, scrive romanzo davvero avvincente o mozzafiato. Forse sarebbero fioccati pareri diversi se non ci fosse la firma di Márquez. Sarò anomalo, però è stata una scoperta amara.

    dit le 

  • 3

    Un bel libro con una bella storia, in una struttura particolare; a mio parere però il numero dei personaggi è eccessivo, più che altro perché tende a far confondere il lettore.

    dit le 

  • 5

    conciso, si legge in un giorno. bello: è svelto ben intrecciato, come d'altronde tutti i libri di garcia Marquez. anche se breve si riesce e entrare nell'atmosfera dell'epoca

    dit le 

  • 4

    Sorprendente

    Una storia senza storia, già spiegata con le prime dieci pagine, eppure Marquez riesce a mantenerci in un permanente stato di tensione. Il grande protagonista di questo racconto non è la trama, ma il ...continuer

    Una storia senza storia, già spiegata con le prime dieci pagine, eppure Marquez riesce a mantenerci in un permanente stato di tensione. Il grande protagonista di questo racconto non è la trama, ma il ritmo.

    dit le 

Sorting by
Sorting by