Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ciò che conta è la bicicletta

Di

4.0
(61)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Altri

Isbn-10: 8862203101 | Isbn-13: 9788862203104 | Data di pubblicazione: 

Genere: Crafts & Hobbies , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace Ciò che conta è la bicicletta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Un giornalista decide di farsi cucire una bici su misura, e ce lo racconta in questo libro. Sì, ho scritto cucire, non costruire, e proprio una bici, non un abito. Gli appassionati del pedale, o comunque i simpatizzanti del cicloturismo come il sottoscritto, sanno bene che le biciclette vanno/and ...continua

    Un giornalista decide di farsi cucire una bici su misura, e ce lo racconta in questo libro. Sì, ho scritto cucire, non costruire, e proprio una bici, non un abito. Gli appassionati del pedale, o comunque i simpatizzanti del cicloturismo come il sottoscritto, sanno bene che le biciclette vanno/andrebbero intese come prolungamenti del corpo, pezzi nostri concepiti e venuti al mondo qualche anno dopo di noi, organi trapiantati e accolti senza bisogno farmaci antirigetto.
    Salendo su una bici di serie (anche molto buona e costosa) non saremo mai a nostro agio come su una “custom” pensata per pedalate naturali fino a quel momento solo sognate. E il telaista è l'artigiano che confeziona il nostro sogno. Ma non solo. Il telaista, il TUO telaista, è ben più di un costoso meccanico specializzato. È un pignolo misuratore di angoli, ingombri e umori. È uno che ti squadra per un minuto o due, quando sei in piedi e su un sellino, e da quel momento ti saprà sempre dire cosa ti passa per la testa solo con un'occhiata. È il compromesso tra il padre spirituale, l'amico fraterno conosciuto sotto le armi e il vecchietto dei film anni '80 che in due ore scarse trasforma un adolescente sottopeso in un picchiatore (sempre sottopeso) che mette al tappeto Tyson con due improbabili calci chiamati col nome di un uccello marino. Ma senza romperti l'anima con cere da dare e togliere.
    Strada facendo l'autore stringe amicizia anche con i costruttori degli altri componenti (sella, la serie sterzo, ruote, pneumatici, pedali, manubrio etcetera), personaggi strambi e affascinanti come solo sa essere chi ama il proprio lavoro. Il punto di arrivo di questo viaggio è una bici ganza, gajarda e ficherrima e un bel libro che racconta quello che c'è da sapere sulle due ruote spinte a pedale, dai primordi a oggi, e che lascia, almeno a me, una pericolosa smania di spendere tutto quello che si ha in una bici da sogno cucita su misura.

    ha scritto il 

  • 4

    Per chi ama la propria bicicletta, per chi la usa tutti i giorni, per chi fa agonismo, per chi fa turismo, per chi una volta ogni tanto non fa male, per chi sogna di fare il giro del mondo e per chi fa il giro dell'isolato....Tante storie nella storia della bicicletta: da piccoli artigiani/artis ...continua

    Per chi ama la propria bicicletta, per chi la usa tutti i giorni, per chi fa agonismo, per chi fa turismo, per chi una volta ogni tanto non fa male, per chi sogna di fare il giro del mondo e per chi fa il giro dell'isolato....Tante storie nella storia della bicicletta: da piccoli artigiani/artisti a grandi manager e industriali di famosi marchi ciclistici, il libro offre tanti spunti per conoscere ancora di più una macchina che ha quasi 2 secoli di vita e che, per fortuna, non "è mai ferma" ma in continua evoluzione! Da leggere!!

    ha scritto il 

  • 4

    ARIA - ai ferri

    Un libro fatto bene, bello anche per chi non ha la passione nerd per la bicicletta.
    Scrivere: scorrevole come un bel giro in bici sarebbe banale.
    Preferisco scrivere che è semplice scrivere: scorrevole come un bel giro in bici.
    Ed è semplice capire perché una delle prime parole ...continua

    Un libro fatto bene, bello anche per chi non ha la passione nerd per la bicicletta.
    Scrivere: scorrevole come un bel giro in bici sarebbe banale.
    Preferisco scrivere che è semplice scrivere: scorrevole come un bel giro in bici.
    Ed è semplice capire perché una delle prime parole associate a bicicletta è libertà.

    ha scritto il 

  • 0

    Ciò che conta è la bicicletta, di Robert Penn

    http://www.booksblog.it/post/24009/cio-che-conta-e-la-bicicletta-di-robert-penn

    Cosa ci vuole per essere felici? A sentire l’autore Robert Penn pare che la soluzione al problema sia molto semplice: andare in bicicletta.

    ha scritto il 

  • 5

    Assolutamente spettacolare, un ciclista amatoriale dovrebbe senz'altro leggerlo, se io avessi avuto l'occasione di farlo prima di comprare la mia bici senz'altro l'avrei assemblata da solo come fa l'autore di questo libro. Le piccole storie che contornano la ricerca di ogni singolo componente del ...continua

    Assolutamente spettacolare, un ciclista amatoriale dovrebbe senz'altro leggerlo, se io avessi avuto l'occasione di farlo prima di comprare la mia bici senz'altro l'avrei assemblata da solo come fa l'autore di questo libro. Le piccole storie che contornano la ricerca di ogni singolo componente della bici sono ben scritte e per nulla banali.
    Da leggere

    ha scritto il 

  • 4

    libro interessante per tutti coloro che amano la bicicletta e il ciclismo!

    La mia recensione completa sul blog:
    http://marcoecifra.blogspot.it/2012/03/robert-penn-cio-che-conta-e-la.html

    ha scritto il 

  • 4

    Dedicato ai "fanatici" delle bici

    Sicuramente un bel libro, un pò di nicchia. Se fai qualche migliaio di chilometri in sella durante l'anno, alla fine di questo libro puoi dire : " Robert, sei uno di noi!"
    Grande impegno dell'autore nel mescolare il racconto della sua esperienza, con una vera e propria documentazione sulla ...continua

    Sicuramente un bel libro, un pò di nicchia. Se fai qualche migliaio di chilometri in sella durante l'anno, alla fine di questo libro puoi dire : " Robert, sei uno di noi!"
    Grande impegno dell'autore nel mescolare il racconto della sua esperienza, con una vera e propria documentazione sulla storia della bici (Dal 1800 ad oggi). Non penso che lettori non appassionati e " non fanatici" della bici possano esaltarsi con questo libro.Forse sulla parte storica è stato un po ripetitivo in alcuni capitoli.
    Detto questo, a me è piaciuto molto

    ha scritto il 

  • 5

    Amare la bici

    L'Amore per la bici.
    Per riuscire a leggere l'entusiasmante prova del giornalista gallese Robert Penn dovete per forza averne..
    Amare il fruscio delle ruote,pedalare con passione,in ogni stagione..
    A tutti voi buona lettura !!

    ha scritto il