Ci saranno altre voci

di | Editore: Fazi
Voto medio di 111
| 31 contributi totali di cui 28 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il commissario Ottavio Ponzetti, già protagonista de "I gatti lo sapranno", torna a parlare di sé e dell'universo che lo circonda grazie a un nuovo, appassionante caso. Trasferitesi dall'Esquilino ai Parioli, diviso tra la nostalgia per il vecchio qu ...Continua
Dea dei serpenti
Ha scritto il 23/08/15

Diverte è non ha pretese.

Tonino
Ha scritto il 10/12/14
Bello.

Un giallo non cruento, con ambientazione fantastica e personaggi molto ben caratterizzati. Si legge con vero piacere. E' una scoperta per me questo autore e questo personaggio.

Rosella
Ha scritto il 10/07/14

Non sono proprio quattro stelle piene, ma il libro si fa leggere con piacere.
E poi è un classico giallo italiano e già solo per questo merita tutta la mia simpatia...

  • 1 mi piace
Momi
Ha scritto il 14/07/13
Un poliziesco garbato e incruento. Come molti suoi nobili antenati, il “giallo” è un pretesto per raccontare un pezzo di Italia. Qui i veri protagonisti sono Roma e i suoi abitanti, piuttosto lontani dai luoghi comuni. Una Roma vissuta insomma, con a...Continua
  • 4 mi piace
  • 2 commenti
Canada
Ha scritto il 19/11/12

Anche questo si legge velocemente ma non lascia molto. Simpatico il protagonista e il suo vice certo ma forse quel che lascia a desiderare è proprio l'intreccio "giallo" che ogni volta non lo è molto. Peccato.

  • 1 mi piace

Piperitapitta
Ha scritto il Apr 13, 2011, 13:14
«Io mi ricordo tutto. Era il giorno della memoria, il 27 gennaio. Lei lo sa che lui, insomma, è ebreo, no? E io mi aspettavo che ci facesse il solito discorso che ripeteva tutti gli anni. Invece lesse un racconto di Buzzati: Le mura di Anagoor. Avev...Continua
Pag. 103
  • 1 commento
Piperitapitta
Ha scritto il Apr 13, 2011, 13:13
Strano, complicato e un po' zoppicante. Però mi colpì per qualcosa d'indefinibilmente familiare: evocava le nevrosi che porto con me negli interstizi tra un momento e l'altro della giornata, quando mi sembra di essere come Achille che corre a perdifi...Continua
Pag. 80
Raffaele
Ha scritto il May 01, 2010, 15:46
Aveva ragione. I puri di cuori, come Mario, non dividono la loro esistenza fra cose dette e cose non dette. Sono ciò che dicono, forse non sempre, ma non scatta in loro il bisogno istintivo di frapporre un velo fra sè e il mondo. Io sono dell'altra...Continua
Pag. 136

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi