Ci sono bambini a zigzag

Voto medio di 943
| 159 contributi totali di cui 148 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Per i suoi 13 anni, a Nono viene offerto un viaggio in treno da Gerusalemme adHaifa. A organizzarlo sono il padre, un celebre detective, e la sua compagna.Ma il viaggio si trasforma in una serie di imprevisti e avventure orchestrateda clown, ... Continua
Ha scritto il 26/02/17
capolavoro!
  • Rispondi
Ha scritto il 25/12/16
Bambini, fatte attenzione a quelli che dicono di "adorare i bambini"!
Questo brano e la definizione meravigliosa dei bambini a zig zag.
Il resto un po' così.
  • Rispondi
Ha scritto il 03/10/16
Una fiaba per adulti, che in molte cose mi ha ricordato Mr. Vertigo
  • Rispondi
Ha scritto il 02/09/16
non il miglior Grossman, ma comunque si può leggere
Leggendo le altre opinioni vedo che non sono il solo ad aver faticato nella prima parte.Poi la storia, o dovrei dire la favola, decolla. I pezzi del puzzle si ricompongono, e riesci a collocare i personaggi nella loro posizione.La cosa bella delle ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 02/08/16
Classico romanzo di formazione adolescenziale
Resta un po' di delusione che permane per tutto il libro, insieme alla perplessità e allo sconcerto di rendersi conto che l'autore è Grossman e non un semplice scrittore banale e scontato. Eppure il romanzo è molto didascalico, fin troppo per ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Apr 15, 2016, 17:25
"Forse non vuoi sapere tutto. Perché le cose, finché non le si sa... non fanno male"
Pensai che ora mi faceva molto male quel che non sapevo. Feci cenno di continuare.
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 15, 2016, 17:24
Se dunque non siamo altro che comparse sul palcoscenico, allora Felix vuole lo spettacolo più bello che si può! Uno spettacolo con più luci possibile e colori, orchestra, applausi. Un grande spettacolo: circo! Con una stella al centro, cioè io. ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 15, 2016, 17:22
Quando ero in mare, fra le onde, mi sentivo subito calmo. Chiudevo gli occhi, dicevo apertamente cose che non osavo dire con i piedi per terra, le cose più preziose le bisbigliavo al mare, tutte le domande che non avevo il coraggio di formulare, ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 03, 2013, 19:33
Papà diceva che ogni faccia è un libro che bisogna saper leggere.
Pag. 42
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 09, 2013, 13:24
Secondo Gabi, ero un pesce capitato per sbaglio in terraferma, e davvero, quando ero in mare, fra le onde, mi sentivo subito calmo, chiudevo gli occhi, dicevo apertamente cose che non osavo dire con i piedi per terra, le cose più preziose le ... Continua...
Pag. 100
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi