Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Ci sono bambini a zigzag

By David Grossman

(555)

| Paperback | 9788804442301

Like Ci sono bambini a zigzag ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Per i suoi 13 anni, a Nono viene offerto un viaggio in treno da Gerusalemme adHaifa. A organizzarlo sono il padre, un celebre detective, e la sua compagna.Ma il viaggio si trasforma in una serie di imprevisti e avventure orchestrateda clown, mangiato Continue

Per i suoi 13 anni, a Nono viene offerto un viaggio in treno da Gerusalemme adHaifa. A organizzarlo sono il padre, un celebre detective, e la sua compagna.Ma il viaggio si trasforma in una serie di imprevisti e avventure orchestrateda clown, mangiatori di fuoco, e dall'elegantissimo Felix, un ladrointernazionale che rapisce Nono e, su una favolosa Bugatti, lo porta aconoscere la grande diva Lola. Perché quei due mostrano di sapere tante cosesu sua madre? Nono ne è ovviamente affascinato e li seguirà in altrefantastiche avventure prima di scoprire che si tratta dei nonni che non ha maiconosciuto. Da loro verrà finalmente a sapere la vera storia dei suoigenitori.

136 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Lo preferisco bambino...

    ... o adolescente che sia. Grossman intendo. Questo libro è una favola per adulti, che ti fa venir voglia di vivere un'avventura. Proprio come una favola degna di essere chiamata tale. Ti fa innamorare dei suoi personaggi. Ti fa indossare un paio di ...(continue)

    ... o adolescente che sia. Grossman intendo. Questo libro è una favola per adulti, che ti fa venir voglia di vivere un'avventura. Proprio come una favola degna di essere chiamata tale. Ti fa innamorare dei suoi personaggi. Ti fa indossare un paio di occhiali a forma di cuore, con le lenti rosa, e ti fa fare pace con il mondo.
    Ottimo per sognare.

    Is this helpful?

    Rob Fleming said on Jun 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Avendo letto altri libri di Grossman, quest'ultimo mi ha dato l'impressione di essere un po' "forzato", come se molte riflessioni del protagonista siano state messe perché se no il libro non era in "stile Grossman". Nonostante questo va detto che è u ...(continue)

    Avendo letto altri libri di Grossman, quest'ultimo mi ha dato l'impressione di essere un po' "forzato", come se molte riflessioni del protagonista siano state messe perché se no il libro non era in "stile Grossman". Nonostante questo va detto che è una storia carina, facilmente leggibile e che cattura subito l'attenzione.

    Is this helpful?

    Elisa Catani1 said on Apr 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Plot alquanto intrigante, tuttavia non definirei il libro un romanzo "per bambini", come sembra fosse nelle intenzioni di Grossman. Inoltre, forse per via della traduzione (?), l'eloquio di Felix somiglia un po' troppo alle caricature ebraiche che fa ...(continue)

    Plot alquanto intrigante, tuttavia non definirei il libro un romanzo "per bambini", come sembra fosse nelle intenzioni di Grossman. Inoltre, forse per via della traduzione (?), l'eloquio di Felix somiglia un po' troppo alle caricature ebraiche che fa Moni Ovadia quando racconta le barzellette - molto più divertenti, direi.
    L'aspetto interessante del libro sta nell'andamento picaresco della vicenda,una sorta di viaggio iniziatico.

    Is this helpful?

    Wieden said on Feb 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho iniziato a leggerlo per lavoro, quasi per obbligo, ma pagina dopo pagina mi ha conquistata. Questo romanzo è una simpatica storia che ricalca la struttura classica delle fiabe, ma con divertenti varianti che la rendono più moderna e allettante. Il ...(continue)

    Ho iniziato a leggerlo per lavoro, quasi per obbligo, ma pagina dopo pagina mi ha conquistata. Questo romanzo è una simpatica storia che ricalca la struttura classica delle fiabe, ma con divertenti varianti che la rendono più moderna e allettante. Il protagonista, l'eroe, è un ragazzino di tredici anni alquanto "arzigogolato", come è giusto che sia a questa età. Ha una matrigna, anzi un'aspirante matrigna, che più simpatica non si potrebbe: peccato solo che il papà non si decida a sposarla (ma lui ha i suoi buoni motivi e scoprire quali questi siano fa parte della missione che il nostro "eroe" deve compiere). Poi c'è il mandante, il padre appunto, che fa il poliziotto ed è un po' Montalbano e un po' l'ispettore Clouseau. Ma soprattutto c'è la prova da superare, il percorso da compiere, per diventare "grandi" e per essere davvero degni dell'imminente bar-mitzvah... C'è – e che personaggio! – l'aiutante, che però potrebbe anche essere il "falso eroe", o addirittura (brivido di paura) l'antagonista! Poi c'è la fata, un po' attempata ma sempre affascinante. E ovviamente non manca il lieto fine.

    Is this helpful?

    Daisy (in perpetuo volo) said on Nov 18, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Che bello! *-*
    È vero, la verità si intuiva un centinaio di pagine prima della fine, ma è dolce scoprirla assieme a Nono e tramite le parole di Grossman!

    Is this helpful?

    Sunflower said on Nov 3, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ...l'ho trovato bello, si, anche ci ho messo tanto a leggerlo, ma questo non è dipeso dal libro...
    Le ultime pagine mi hanno anche commossa.....
    Più che altro non avevo mai letto libri di questo autore, sicuramente non ho letto il suo più celebre "A ...(continue)

    ...l'ho trovato bello, si, anche ci ho messo tanto a leggerlo, ma questo non è dipeso dal libro...
    Le ultime pagine mi hanno anche commossa.....
    Più che altro non avevo mai letto libri di questo autore, sicuramente non ho letto il suo più celebre "A un cerbiatto somiglia il mio amore"...che forse adesso mi tenterà!
    Ma questo è un libro Romantico, nella sua definizione più ampia, perché parla di emozioni, sentimenti, continue riflessioni. E' la visione, certamente speciale di un bambino (speciale) di 13 anni, alle soglie del suo rito di passaggio, il bar-mitzvah.
    ....forse mi ha ricordato un pò Allende...
    Ancora, mi ha colpito l'ambientazione: Gerusalemme, Tel Aviv...posti così lontani......

    Is this helpful?

    Egizia De Pascale said on Nov 1, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book