Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ciaula e le altre novelle

Di

Editore: Mondadori

3.8
(25)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: A000042750 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Ciaula e le altre novelle?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Una fiaba di altri tempi come solo Pirandello poteva scrivere
    .La novella tratta di un povero ragazzo di nome Ciàula, che lavorava in una miniera di zolfo in Sicilia (la miniera a cui si ispirò Pirandello è la "Taccia Caci" che si trova ad Aragona), caruso di un minatore chiamato Zi Scarda, ...continua

    Una fiaba di altri tempi come solo Pirandello poteva scrivere
    .La novella tratta di un povero ragazzo di nome Ciàula, che lavorava in una miniera di zolfo in Sicilia (la miniera a cui si ispirò Pirandello è la "Taccia Caci" che si trova ad Aragona), caruso di un minatore chiamato Zi Scarda, controllato dal padrone Cacciagallina.
    Una sera Cacciagallina, che in miniera ha il compito di controllare i minatori, vuole farli restare a lavorare per finire il carico di quel giorno, ma nessuno lo ascolta. Gli unici a rimanere sono Zi Scarda e il suo caruso Ciàula che, molto stanco, non si ribella ed ubbidisce, anche se di malavoglia. Il suo problema non è rappresentato dal buio della miniera, perché ne conosce bene le gallerie, ma dalla paura del buio della notte, della quale non conosce niente. Il suo timore inizia quando nella miniera scoppia una mina (che aveva ucciso il figlio di Zi Scarda e aveva fatto perdere a quest'ultimo un occhio).

    ha scritto il 

  • 4

    Un insieme di novelle di Pirandello in cui i personaggi, in conflitto con se stessi e con gli altri, denunciando con ironia, l'artificiosità di tutte le nostre costruzioni spirituali. Un'ironia non costruttiva perchè dietro i falsi rapporti sociali e morali non esiste nulla.

    ha scritto il