Cigni selvatici

Tre figlie della Cina

di | Editore: Longanesi
Voto medio di 1768
| 270 contributi totali di cui 265 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La storia vera di "Tre figlie della Cina": l'autrice, sua madre, sua nonna, lecui vite e le cui sorti rispecchiano un tumultuoso secolo di storia cinese,un'epoca di rivoluzioni, di tragedie e di speranze. Dal 1909, quando nasce lanonna di Jung Chang ... Continua
Ha scritto il 09/02/17
Avendolo in ebook non mi ero neanche accorta che fosse così lungo, ma la cosa non ha avuto più importanza perchè leggendolo mi sono sentita coinvolta e solidale con queste tre donne, che, Dio solo sa come, hanno attraversato un secolo traballante ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 30/01/17
noioso, direi
Per chi non sa nulla della storia della Cina può anche essere utile per conoscere il punto di vista delle donne cinesi in questo Paese così immenso e duro. Per chi già conosce un pò, è immensamente noioso e denso di particolari inutili.
  • Rispondi
Ha scritto il 19/01/17
Per chi vuole approfondire la storia cinese
"Cigni Selvatici" non è alta letteratura, non offre una scrittura emozionante o indimenticabile, non tiene incollato il lettore alle pagine e, probabilmente, poteva essere di duecento pagine più breve. Ciò detto, è un libro che consiglio a chi ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 09/12/16
Un capolavoro, questa saga familiare che mi ha attirato a sé a poco a poco con l'aplomb, la profusione ed il rigore tipici di alcuni romanzi russi dell'Ottocento, o almeno così mi è parso. Mi è restata impressa la tenacia della madre, che non ha ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 02/12/16
Cigni selvatici è la storia della Cina. Un secolo di storia per la precisione. Ma è anche altro: la storia di una famiglia, in particolare di tre donne, che vivono nel paese. Dalla dominazione giapponese alla vittoria del nazionalismo, dal ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Jun 02, 2014, 12:04
Cominciai a rendermi conto che quando la gente è felice diventa gentile.
Pag. 452
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 21, 2010, 12:09
Un esempio tipico del terrore che regnava in quel periodo era il fatto che nessuno più osava bruciare o gettare via i giornali vecchi: in prima pagina c'era il ritratto di Mao, e ogni due o tre righe c'erano le sue citazioni. Per questo andavano ... Continua...
Pag. 428
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 21, 2010, 12:04
Da bambina mi ero fatta un'idea dell'Occidente come d un miasma di povertà e di squallore, sul tipo della Piccola fiammiferaia, la favola di Hans Christian Andersen. Nel periodo in cui ero all'asilo e non volevo finire il piatto, la maestra mi ... Continua...
Pag. 313
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 21, 2010, 11:47
Dopo aver superato la montagna dovettero guadare alcuni fiumi profondi e dalla corrente impetuosa; l'acqua le arrivava alla cintola e le riusciva quasi impossibile mantenere l'appoggio sul fondo. A un certo punto, nel bel mezzo di un fiume, ... Continua...
Pag. 178
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 09, 2010, 19:44
Il suo pregio maggiore, però, erano i piedi fasciati, che in cinese venivano chiamati << gigli dorati di otto centi metri >> (san-tsun-gin-lian). Ciò significava che si muoveva << come un tenero virgulto di salice alla brezza primaverile >>, per ... Continua...
Pag. 20
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi