Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Cigni selvatici

By Jung Chang

(69)

| Others | 9788830421646

Like Cigni selvatici ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

La storia vera di "Tre figlie della Cina": l'autrice, sua madre, sua nonna, lecui vite e le cui sorti rispecchiano un tumultuoso secolo di storia cinese,un'epoca di rivoluzioni, di tragedie e di speranze. Dal 1909, quando nasce lanonna di J Continue

La storia vera di "Tre figlie della Cina": l'autrice, sua madre, sua nonna, lecui vite e le cui sorti rispecchiano un tumultuoso secolo di storia cinese,un'epoca di rivoluzioni, di tragedie e di speranze. Dal 1909, quando nasce lanonna di Jung Chang e la Cina è ancora una società feudale, al 1932, chevede, sotto l'occupazione giapponese, la nascita della madre, fino agli anni'60 quando tocca a Jung Chang il compito di vivere, riflettere e sopportare larealtà del Paese.

230 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    tre generazioni di donne in Cina... molto bello, da leggere!!!

    Is this helpful?

    Simona said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Penso che sia un libro da leggere soprattutto per conoscere, dall'interno, cosa è stato il regime maoista in Cina.
    Lo consiglio, soprattutto poiché racconta una storia (vera) che a scuola non si studia.

    Is this helpful?

    Marchimar said on Jul 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Un libro che mi ha coinvolta al 100%. Jung Chang ci trasporta in una Cina spietata, crudele e assurda: quella antica inizialnente costituita da pregiudizi insormontabili, credenze, scaramanzie, concubine tirannate e mille autocelebrazioni, passando p ...(continue)

    Un libro che mi ha coinvolta al 100%. Jung Chang ci trasporta in una Cina spietata, crudele e assurda: quella antica inizialnente costituita da pregiudizi insormontabili, credenze, scaramanzie, concubine tirannate e mille autocelebrazioni, passando poi al primo cominusmo e all'era di Mao Zedong.
    Inizialmente visto come un modo per sradicare le mille disuguaglianze ingiuste nella patria, il comunismo viene accolto con grande entusiasmon dal popolo, ma come ogni totalitarismo si rivelerà disastro.
    Questa opera è quindi un altro prezioso documento che testimonia la pazzia del ventesimo secolo. Mi sono sempre chiesta perchè in questa era cosi vicina alla nostra poche persone abbiano potuto prendere piede in maniera tale da diventare assoluti e supremi, soprattutto in paesi molto vasti come la Russia e, appunto, la Cina. La mia conclusione è che sia stata creata una pericolosissima arma di finezza psicologica, oltre che ad una buona dose di violenza fisica, in modo molto astuto e che per lo piu'la massa deve obbidire e farsi soggiogare come piccole pedine in un gioco molto ben studiato. Controllare la vita, la mente, e persino i pensieri di milioni di persone sembra oggi impossibile. E piu' impossibile ancora sembra per noi dover vivere in un continuo stato di terrore, dove anche i tuoi stessi pensieri possono portarti a sofferenze inimmaginabili.

    Is this helpful?

    Kemmy said on Jun 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Molto bello per chi ama la storia. E' un romanzo impegnativo in quanto vengono descritte le violenze fisiche e psicologiche inflitte ai cinesi.

    Is this helpful?

    Jenny Moscato said on Apr 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Se non si legge non si può capire la Cina

    Un vero "malloppone" sì, e per me è stato una sorta di sacrificio riuscire a leggerlo tutto quando me lo hanno prestato un paio d'anni fa, ma ne valeva davvero la pena. La storia della Cina è molto complessa, ma cercare di approfondirla è imprescindi ...(continue)

    Un vero "malloppone" sì, e per me è stato una sorta di sacrificio riuscire a leggerlo tutto quando me lo hanno prestato un paio d'anni fa, ma ne valeva davvero la pena. La storia della Cina è molto complessa, ma cercare di approfondirla è imprescindibile se ci si vuole minimamente raccapezzare sull'attuale situazione e anche sullo spirito dei cinesi, così diversi e distanti dalla nostra mentalità occidentale. Il libro della Chang ci propone la storia della sua famiglia, risalendo di due generazioni (mamma e nonna), dall'epoca imperiale in cui le donne erano obbligate a fasciarsi i piedi rompendone le ossa, alla dittatura di Mao (portandone a galla una verità molto diversa da ciò che ci era dato di sapere dalla stampa!), fino ai giorni nostri. I fatti storici sono vissuti in prima persona e non attraverso i "passa-parola", sono ricordi ancora vividi e indelebili che hanno segnato intere generazioni. Grandiosa la sua capacità di trovare le parole giuste e i giusti ritmi per descrivere una situazione politica così complessa e mutevole, in parallelo con l'indole pacifica e ubbidiente dei cinesi. Per scrivere la verità ha rischiato molto, ma non si dilunga su questo, semplicemente ha dipinto un enorme quadro, come enorme è la Cina, lasciando al lettore la libertà di pensiero e di giudizio: proprio ciò che loro invece non hanno mai avuto (...e forse non avranno mai!).

    Is this helpful?

    CR 55 said on Feb 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Magnifico trattato sulla società nella cina comunista, dalla diffusione del movimento alla presa di potere di Mao, raccontato attraverso le vicissitudini di una famiglia. Colpisce soprattutto l'ignoranza generale su questo periodo storico a causa del ...(continue)

    Magnifico trattato sulla società nella cina comunista, dalla diffusione del movimento alla presa di potere di Mao, raccontato attraverso le vicissitudini di una famiglia. Colpisce soprattutto l'ignoranza generale su questo periodo storico a causa della disinformaizione da parte dei media e dei governi, che per ragioni politiche non hanno ancora condannato apertamente le atrocità maoiste. Per chi vuole conoscere i fatti storici di un governo tirannico ancora tenuto nell'ombra (il libro stesso è ovviamente bandito in cina).

    Is this helpful?

    Ali Tety said on Feb 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection