Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cime tempestose

Di

Editore: Confidenze

4.2
(16885)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 322 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Portoghese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Francese , Coreano , Chi semplificata , Catalano , Svedese , Slovacco , Norvegese , Polacco , Olandese , Greco , Turco , Ungherese , Ceco , Macedone

Isbn-10: A000067387 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , Cofanetto , CD audio , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Cime tempestose?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Sarà che partivo con troppe aspettative ma io non l'ho trovato poi tutto sto capolavoro. Buon libro? si. Scritto bene? certo. Personaggi interessanti? si. ho trovato però poco approfondite le "persona ...continua

    Sarà che partivo con troppe aspettative ma io non l'ho trovato poi tutto sto capolavoro. Buon libro? si. Scritto bene? certo. Personaggi interessanti? si. ho trovato però poco approfondite le "personalità", ovvero, situazioni e caratteri portati all'esasperazione poco attinenti alla realtà. Tutto sommato è un buon libro ma di certo non uno dei migliori classici che io abbia mai letto (e quando mi accosto ad un grande classico è questo che mi aspetto).

    ha scritto il 

  • 5

    CIME TEMPESTOSE – BRONTE
    E’ arrivato il famoso brivido di cui parlo spesso nei miei commenti. Si manifesta appena leggo l’ultima parola del romanzo, scorrendomi lungo la schiena e scaricandosi sul pav ...continua

    CIME TEMPESTOSE – BRONTE
    E’ arrivato il famoso brivido di cui parlo spesso nei miei commenti. Si manifesta appena leggo l’ultima parola del romanzo, scorrendomi lungo la schiena e scaricandosi sul pavimento. E resto fermo, attonito, pensieroso, emozionato.
    Cime Tempestose, per me, è un capolavoro. Parla di quello che siamo, della nostra natura perversa, bastarda, ma anche dolce, buona e ipocrita allo stesso tempo.
    … e parla di odio e rabbia.
    “Tu dici che io ti ho uccisa: tormentami, allora. Le vittime perseguitano i loro assassini, io credo. Io so di fantasmi che hanno errato sulla terra. Sta sempre con me... prendi qualunque forma... rendimi pazzo! Ma non lasciarmi in questo abisso, dove non ti posso trovare! Oh Dio, è impossibile! Non posso vivere senza la mia vita, non posso vivere senza la mia anima!”
    Ma parla soprattutto d’amore. Quell’amore forte, ossessivo e possessivo che ci spinge a maledire il nostro stesso sangue e a cercare di soddisfare la nostra sete di vendetta.
    “Io lo amo più di me stessa, Ellen; e lo so da questo: tutte le sere io prego di potergli sopravvivere, perché preferirei essere infelice io, piuttosto che saperlo infelice. È la prova che l'amo più di me stessa”
    Cosa saremmo senza l’amore? Degli esseri grigi e insignificanti, forse. Oppure delle persone forti, padroni del proprio destino e della propria esistenza, incapaci di far del male e provocare sofferenza.
    Ho amato Heathcliff e Catherine, la signora Nelly e perfino il servo Joseph, ho amato la Brughiera e il vento delle terre del Nord e non mi sono fatto scoraggiare dalla pronuncia del nomi delle tenute.
    Sono felice di averlo letto e ringrazio la mia amica Ilaria che non sbaglia un colpo.

    ha scritto il 

  • 5

    Che ci combina l'amour...

    CIME TEMPESTOSE – BRONTE
    E’ arrivato il famoso brivido di cui parlo spesso nei miei commenti. Si manifesta appena leggo l’ultima parola del romanzo, scorrendomi lungo la schiena e scaricandosi sul pav ...continua

    CIME TEMPESTOSE – BRONTE
    E’ arrivato il famoso brivido di cui parlo spesso nei miei commenti. Si manifesta appena leggo l’ultima parola del romanzo, scorrendomi lungo la schiena e scaricandosi sul pavimento. E resto fermo, attonito, pensieroso, emozionato.
    Cime Tempestose, per me, è un capolavoro. Parla di quello che siamo, della nostra natura perversa, bastarda, ma anche dolce, buona e ipocrita allo stesso tempo.
    … e parla di odio e rabbia.
    “Tu dici che io ti ho uccisa: tormentami, allora. Le vittime perseguitano i loro assassini, io credo. Io so di fantasmi che hanno errato sulla terra. Sta sempre con me... prendi qualunque forma... rendimi pazzo! Ma non lasciarmi in questo abisso, dove non ti posso trovare! Oh Dio, è impossibile! Non posso vivere senza la mia vita, non posso vivere senza la mia anima!”
    Ma parla soprattutto d’amore. Quell’amore forte, ossessivo e possessivo che ci spinge a maledire il nostro stesso sangue e a cercare di soddisfare la nostra sete di vendetta.
    “Io lo amo più di me stessa, Ellen; e lo so da questo: tutte le sere io prego di potergli sopravvivere, perché preferirei essere infelice io, piuttosto che saperlo infelice. È la prova che l'amo più di me stessa”
    Cosa saremmo senza l’amore? Degli esseri grigi e insignificanti, forse. Oppure delle persone forti, padroni del proprio destino e della propria esistenza, incapaci di far del male e provocare sofferenza.
    Ho amato Heathcliff e Catherine, la signora Nelly e perfino il servo Joseph, ho amato la Brughiera e il vento delle terre del Nord e non mi sono fatto scoraggiare dalla pronuncia del nomi delle tenute.
    Sono felice di averlo letto e ringrazio la mia amica Ilaria che non sbaglia un colpo.

    ha scritto il 

  • 3

    Cuore di tenebra.

    Mi stupisce venga considerata una storia d'amore. Credo sia una storia sulle più basse pulsioni ed emozioni umane. E' una storia di vendetta e di odio, sebbene quest'ultimo sia causato da un amore mal ...continua

    Mi stupisce venga considerata una storia d'amore. Credo sia una storia sulle più basse pulsioni ed emozioni umane. E' una storia di vendetta e di odio, sebbene quest'ultimo sia causato da un amore malsano. Il lieto fine mi ha stupita, ma è in linea col personaggio di Heathcliff. Sono felice di aver finalmente letto questo classico, per quanto non sia stato del tutto di mio gradimento. Probabilmente non ho un animo abbastanza tenebroso da riuscire ad abbracciare i sentimenti che la storia mi ha trasmesso.

    Nota musicale: è scontato che a fare da sottofondo alla lettura ci sia stata Wuthering Heights, nello specifico la versione degli Angra.

    Out on the Wiley, windy moors
    We'd roll and fall in green
    You had a temper like my jealousy
    Too hot, too greedy

    How could you leave me?
    When I needed to possess you
    I hated you, I loved you too

    Bad dreams in the night
    They told me I was going to lose the fight
    Leave behind my wuthering, wuthering
    Wuthering Heights

    Heathcliff, it's me, Cathy, I've come home
    I'm so cold, let me in your window
    Heathcliff, it's me, Cathy, I've come home
    I'm so cold, let me in your window

    Oh, it gets dark, it gets lonely
    On the other side from you
    I pine alot to find the lot
    Falls through without you

    I'm coming back love
    Cruel Heathcliff
    My one dream, my only master

    Too long I roam in the night
    I'm coming back to his side to put it right
    I'm coming home to wuthering, wuthering
    Wuthering Heights

    Heathcliff, it's me, Cathy, I've come home
    I'm so cold, let me in your window
    Heathcliff, it's me, Cathy, I've come home
    I'm so cold, let me in your window

    Oh, let me have it, let me grab your soul away
    Oh, let me have it, let me grab your soul away
    You know it's me, yeah

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro veramente bello, che non dovrebbe mancare a nessuno. Credo ci sia una concezione assolutamente sbagliata di quest'opera, ovvero che sia un'opera d'amore e destinato specialmente alle ragazze. ...continua

    Un libro veramente bello, che non dovrebbe mancare a nessuno. Credo ci sia una concezione assolutamente sbagliata di quest'opera, ovvero che sia un'opera d'amore e destinato specialmente alle ragazze. Anzi fu persino censurato ai tempi perchè non rispettava questi canoni e descriveva passioni troppo forti. Queste passioni non sono quelle tipiche di un amore tra due ragazzi, ma quelli espressi da Cathy rappresentano una vera e propria identificazione con Heathcliff. Molto interessante anche la creazione di queste due case che diventano dei veri e propri personaggi con caratteristiche opposte, una piena di luce, l'altra oscura e circondata da un tempo volubile e appunto di tempesta. Un libro bello da analizzare e non lasciare ad una lettura superficiale.

    ha scritto il 

  • 4

    Questo è sicuramente un libro godibile, si legge bene ed è ben strutturato ma quello che mi incanta è l'incredibile forza, passione e una rabbiosa voglia di libertà che scaturisce sembra solo dalla pe ...continua

    Questo è sicuramente un libro godibile, si legge bene ed è ben strutturato ma quello che mi incanta è l'incredibile forza, passione e una rabbiosa voglia di libertà che scaturisce sembra solo dalla penna di una donna mite e taciturna come Emily Bronte......ESALTANTE!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Tetro, inquietante e politicamente scorretto

    Un aggettivo ricorre frequentemente in questo libro: "infernale". Ed anche "diabolico". Questa è l'atmosfera in cui si muovono i personaggi dell'opera, tutti dominati ed oppressi dal leggendario Heath ...continua

    Un aggettivo ricorre frequentemente in questo libro: "infernale". Ed anche "diabolico". Questa è l'atmosfera in cui si muovono i personaggi dell'opera, tutti dominati ed oppressi dal leggendario Heathcliff. Proprio lui: vittima o carnefice? Cattivo e politicamente scorretto per indole o per costrizione? Leggendo si riesce ad avvertire la profonda inquietudine ed abbrutimento che suscita questo essere soprannaturale che dialoga col fantasma della sua amata. Ma lo vede solo lui? E' tutto profondamente ingiusto, ma l'originalità e la bellezza di quest'opera straordinaria sta proprio in questo.

    ha scritto il 

  • 3

    Altri tempi, altri romanzi. 292 pagine fitte fitte e francamente interminabili.

    Traspare lo scopo “educativo” , le idee da trasmettere che viaggiano sottotraccia.

    Il Male è una costruzione sociale . ...continua

    Altri tempi, altri romanzi. 292 pagine fitte fitte e francamente interminabili.

    Traspare lo scopo “educativo” , le idee da trasmettere che viaggiano sottotraccia.

    Il Male è una costruzione sociale . L’uomo non è intrinsecamente malvagio o buono ma si piega inesorabilmente alle pressioni esercitate su di lui dall’ambiente sociale. Hareton è uno degli esempi : rozzo, trasandato , emarginato fino alla rinascita nell’uomo nuovo; baciato dall’amore di Lei (Cathy) e dalla fine del Male di Lui (Heathcliff). Heathcliff dice di Hareton : “ E vedremo se un albero non cresce contorto come il vicino , se lo piega lo stesso vento!”. E su Hindley : “ Quando la sua nave era stata colpita, il capitano aveva abbandonato il suo posto ; e la ciurma, invece di tentare di salvarla, si era rivoltata e ribellata, non lasciando alcuna speranza per lo sfortunato vascello.”. Nell’800, probabilmente, tesi ardita intrisa di giustizia sociale. Oggi chi può negare che le condizioni sociali possano essere ininfluenti sull’agire dell’uomo : in fin dei conti siamo sempre un retaggio del mondo animale e i nostri istinti sono ancora vivi e vegeti , “ se un cane lo bastoni prima o poi ti azzannerà”. Però fosse così semplice. I bravi ragazzi di buona famiglia con un’educazione sulle spalle sono sempre innocenti? E l’ideologia che spinge ad azioni dirette perché convince di essere dalla parte del giusto ? Oggi chi più fa danno : la massa di disperati che emigrano dal sud del mondo o quei figli di puttana di doppiopetti dietro allo schermo del PC che governano i flussi finanziari mondiali?

    L’odio e la vendetta non portano a nulla

    Heathcliff vive per odiare e la vendetta è il suo scopo. Ma lo scopo alla lunga scompare e alla fine egli confessa : ” ho perduto la facoltà di godere della loro distruzione e son troppo pigro per distruggere senza scopo” . L’odio però è un potente motore che libera energie impensate e che le alimenta senza sosta.

    L’Amore è immortale
    L’amore rinasce sempre anche dalle macerie, come l’amore tra Cathy e Hareton . Ma l’amore immortale è anche quello idealizzato, assoluto e disperato di Heathcliff per la sua Caterina Linton che permane inalterato anche dopo la morte di Lei.

    Insomma: Amore, Odio, Vendetta ; la Brontë non si è fatta mancare nulla nel suo romanzo che però resta un romanzo di altri tempi.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per