Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cime tempestose

Di

Editore: Mondadori Oscar 381

4.2
(16527)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 335 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Portoghese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Francese , Coreano , Chi semplificata , Catalano , Svedese , Slovacco , Norvegese , Polacco , Olandese , Greco , Turco , Ungherese , Ceco

Isbn-10: A000094758 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Antonio Meo ; Prefazione: Charlotte Brontë

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , Cofanetto , CD audio , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace Cime tempestose?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il nucleo centrale di Cime tempestose è la passione di Heathcliff, orgoglioso e ribelle, per Cathy, legata a lui da un sentimento che non le dà pace, neppure dopo il suo matrimonio con il ricco Edgar Linton, teneramente innamorato di lei. Fanno a sfondo a questa vicenda le lande deserte, le brughiere aspre e selvagge dello Yorkshire. Pur risentendo in molte delle sue pagine dell'accesa sensibilità romantica, quest'opera se ne distacca per la finezza del disegno psicologico e per un senso di commossa interiorità che sembra percorrere alcune delle più mature conquiste del romanzo inglese post-vittoriano. Cime tempestose, che al suo apparire fu definito perverso, brutale e cupo, è stato tradotto in tutte le lingue, e una serie di riduzioni teatrali e cinematografiche lo ha portato sugli schermi e sui palcoscenici di tutto il mondo.
Ordina per
  • 4

    Ho voluto leggere il libro e devo dire di averlo letto velocemente, soprattutto i capitoli finali. Ma giuro che non sono riuscita ad amare nessun personaggio. Ogni volta che finivo un capitolo ci pensavo e ripensavo, cercavo di analizzare e di capire il perchè del comportamento così crudele di He ...continua

    Ho voluto leggere il libro e devo dire di averlo letto velocemente, soprattutto i capitoli finali. Ma giuro che non sono riuscita ad amare nessun personaggio. Ogni volta che finivo un capitolo ci pensavo e ripensavo, cercavo di analizzare e di capire il perchè del comportamento così crudele di Heathcliff. Troppo odio, solo voglia di vendicarsi a tutti i costi. E poi questo modo ostinato di prendersela anche con i figli dei personaggi tanto odiati. Mah..comunque sia, solo il fatto che questo romanzo mi facesse pensare e riflettere così tanto, vuol dire che in qualche modo mi ha conquistata. Gli do 4 stelline perchè è indubbiamente un'opera geniale, a mio avviso. Che non mi siano piaciuti i personaggi e il loro carattere è un altro discorso, ma non si può non riconoscere la genialità dell'autrice.

    ha scritto il 

  • 2

    Per me è no, peccato.

    Mi aspettavo tantissimo da questo romanzo, ma purtroppo le aspettative sono state deluse. In partenza sì, sono rimasta incantata, infatti i primi capitoli me li sono divorati. Ma poi è diventato di una pesantezza esagerata. La pecca principale per me è la confusione totale che si fa con i nomi de ...continua

    Mi aspettavo tantissimo da questo romanzo, ma purtroppo le aspettative sono state deluse. In partenza sì, sono rimasta incantata, infatti i primi capitoli me li sono divorati. Ma poi è diventato di una pesantezza esagerata. La pecca principale per me è la confusione totale che si fa con i nomi dei protagonisti e le varie parentele, oltre al fatto che in trecento pagine, gira che ti rigira, tutto è stato scritto per dire, ribadire, sottolineare, ripetere, confermare, straconfermare, quale sia la personalità di Heathcliff.
    Una delle cose che ho apprezzato è l'ambientazione, sia temporale che spaziale. Anche il personaggio di Ellen è piacevole.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Lento scorrere di bruta violenza e piagnistei e sottomissione femminile.

    Finito dopo tanti mesi dall'inizio. Il perchè? Sia per una questione mia personale ma sia per la lentezza del racconto.
    Eppure ho dato 3 stelle, che sarebbero anche 3 stelle e mezzo.

    Il personaggio che più mi è piaciuto è quello di Ellen Dean, la governante la quale al 98% è la narra ...continua

    Finito dopo tanti mesi dall'inizio. Il perchè? Sia per una questione mia personale ma sia per la lentezza del racconto.
    Eppure ho dato 3 stelle, che sarebbero anche 3 stelle e mezzo.

    Il personaggio che più mi è piaciuto è quello di Ellen Dean, la governante la quale al 98% è la narratrice principale. E poi sono rimasta colpita dal personaggio di Heathcliff: non pensavo potesse esserci personaggio più bruto, crudo, violento, represso e rabbioso di lui. Un tormento e un rancore che si protraggono da tutta la vita ma che peggiorano alla perdita (prima sentimentale e poi fisica) dell'amata (Catherine Earnshaw, anch'ella un personaggio sconvolgente... per i suoi piagnistei e comportamenti da meritarsi ceffoni. Lei e la figlia Cathy sono insopportabili credo in egual misura). Catherine è innamorata di Heathcliff, con cui è cresciuta, ma grazie al suo stupido carattere viziato e altezzoso lo rifiuterà poichè lui è un poveretto, e si farà sedurre dal più facoltoso ma estremamente meno passionale ed irruento signorino Edgar Linton, che poi sposa. Il momento di rottura interiore di Heathcliff è quando egli sente di nascosto una conversazione fra Catherine ed Ellen Dean, durante il quale Catherine ammette sì l'amore per il focoso Heathcliff... ma allo stesso tempo lo denigra e pone sopra la sua persona aggettivi spregiativi (particolarmente riferiti alla condizione economica e di classe di Heathcliff). Ed ecco che Heathcliff scappa ed avviene la trasformazione peggiore: un uomo già irruento di indole, che viene rifiutato dalla propria amata. (Chi non è mai stata una Heathcliff?! Io pensavo di essere la peggiore specie, ma il personaggio originale qui narrato non batte nessuno).
    Un altro personaggio amabile, sebbene più marginale rispetto ai sopra citati, è quello di Hareton Earnshaw (cugino di Cathy, "schiavo" di Heathcliff, defraudato e dapprima reso ignorante e rozzissimo... alla fine si riscatterà).

    La filosofia di Heathcliff, secondo me, può essere ricondotta ad un "Al pari di quanto ho sofferto io grazie a Catherine Earnshaw ed a Catherine ed Edgar Linton, allora lei stessa e tutta la sua generazione, vicina o lontana, dovrà patire la mia ira anche per tre volte di più".

    Il romanzo è da leggere, almeno una fatidica volta.
    Fate attenzione con i nomi. E' la confusione più totale in quanto sembra che tutti portino gli stessi nomi e/o cognomi dei due personaggi principali. Catherine-Cathy-Heathcliff-Linton-Earnshaw).

    Una nota in merito all'edizione specifica che sto recensendo: presenti un sacco di errori ortografici.

    ha scritto il 

  • 5

    Una straziante gotica storia d'amore!

    Che dire: un grande classico! Mi chiedo come in epoca vittoriana non l'abbiano apprezzato subito. A mio avviso possiede tutti i requisiti per classificarlo come capolavoro: caratterizzazione dei personaggi a tutto tondo, solida trama di fondo, assenza di ampie e inutili descrizioni(molto in voga ...continua

    Che dire: un grande classico! Mi chiedo come in epoca vittoriana non l'abbiano apprezzato subito. A mio avviso possiede tutti i requisiti per classificarlo come capolavoro: caratterizzazione dei personaggi a tutto tondo, solida trama di fondo, assenza di ampie e inutili descrizioni(molto in voga all'epoca). Graditissimo l'espediente letterario con cui viene intrapresa la narrazione (un estraneo alla vicenda che si fa raccontare la storia della famiglia dalla governante) che si avvicina molto al Fitzgerald di "Il grande Gatsby".
    I personaggi, soprattutto quello di Catherine e se vogliamo anche Heathcliff e si disvelano al lettore nelle contraddizioni del loro agire, sembrano uscire dalle pagine e parlarci direttamente guardandoci negli occhi spiegando accuratamente l'insensatezza del loro agire. Non per forza una grande storia d'amore deve avere l'happy ever after anzi questa è meno scontata e più reale: è cosi che spesso va a finire!
    Io credo che Heathcliff e Catherine vaghino ancora nella brughiera di Wuthering Heights e celebrano il loro amore come non riuscirono a fare in vita.

    ha scritto il 

  • 3

    The confused story of a kind of extended rural, gypsy and unfortunate family. Remorse, fights, love, revenge, jealousy, violence, death and moors. Avoidable. - La storia confusa di una specie di famiglia allargata, rurale, disgraziata e zingaresca. Rimorsi, litigi, amori, vendette, gelosie, viole ...continua

    The confused story of a kind of extended rural, gypsy and unfortunate family. Remorse, fights, love, revenge, jealousy, violence, death and moors. Avoidable. - La storia confusa di una specie di famiglia allargata, rurale, disgraziata e zingaresca. Rimorsi, litigi, amori, vendette, gelosie, violenze, morti e brughiera. Evitabile.

    ha scritto il 

  • 5

    Unico!

    Tormento, amore, vendetta, brivido... manca solo la magia.
    Emily, alias Ellis Bell, crea così il suo unico e originale romanzo, pubblicandolo con uno pseudonimo maschile. A differenza delle sorelle non tratta il tema governante-scuola-diario e la cosa particolare che sembra una vera e propr ...continua

    Tormento, amore, vendetta, brivido... manca solo la magia.
    Emily, alias Ellis Bell, crea così il suo unico e originale romanzo, pubblicandolo con uno pseudonimo maschile. A differenza delle sorelle non tratta il tema governante-scuola-diario e la cosa particolare che sembra una vera e propria sceneggiatura di un film! Infatti ne sono stati tratti più di una decina di adattamenti cinematografici e questo rende l'idea della sua innovazione.
    Emily è sempre stata la più silenziosa e appartata delle tre sorelle, non timida come e Anne, e non temeraria come Charlotte. Essa amava la brughiera e la sua casa ad Haworth. E la brughiera entra con la sua immancabile forza e solitudine in questo tragico libro.
    E' un racconto che non ha un genere e non ha morale né religiosa né politica in sé. Ma ha veramente una sua forza, io l'ho amato altri lo odiano. Non ci sono mezzi termini.
    5 stelle

    ha scritto il 

  • 0

    La storia si apre nel 1801, quando il signor Lockwood, nuovo abitante di Thrushcross Grange, si reca a Wuthering Heights per conoscere i suoi nuovi vicini. In quella casa abita Heathcliff, un orfano che era stato adottato e cresciuto da Earnshaw, che ben presto muore. Il figlio Hindley s’ imposse ...continua

    La storia si apre nel 1801, quando il signor Lockwood, nuovo abitante di Thrushcross Grange, si reca a Wuthering Heights per conoscere i suoi nuovi vicini. In quella casa abita Heathcliff, un orfano che era stato adottato e cresciuto da Earnshaw, che ben presto muore. Il figlio Hindley s’ impossessa della proprietà e tormenta Heathcliff che trova conforto in Catherine, la sua sorellastra. Egli se ne innamora, ma rifiutato dalla ragazza, fugge. Tornato tre anni dopo arricchito, trova Catherine sposata con Edgar Linton. La sua furia aumenta e giura di distruggere le due famiglie che lo hanno fatto così tanto soffrire. Sposa intanto Isabella, la sorella di Edgar, che non ama, ma allo scopo di impadronirsi della fortuna dei Linton. Catherine intanto muore, tormentata dai litigi che aveva il marito con Heathcliff e dando alla luce una bambina chiamata come lei. Muore poco tempo dopo anche Isabella, di dolore e perché era maltrattata, dando alla luce suo figlio Linton. Per riavere le ricchezze di Catherine, Heathcliff la fa sposare con Linton, che ben presto muore. Morirà subito dopo anche il signor Linton.. In questo modo, il suo progetto fu compiuto poiché s’ impossessò di tutte le ricchezze dei Linton e di quelle degli Earnshaw. Catherine fini per stabilirsi da Heathcliff e qui conobbe Hareton ultimo discendente degli Earnshaw. I due si sposarono subito dopo la morte di Heathcliff, il quale morì ossessionato dal volere incontrare la sua amata Catherine.

    ha scritto il 

  • 5

    una storia di odio.
    un odio profondo, totale, nato come reazione
    a un amore identico, ma di segno contrario.
    come la forza centrifuga, che è forza apparente,
    di reazione alla vera forza, quella centripeta.

    ripenso ai pochi amori della mia vita
    e non posso evit ...continua

    una storia di odio.
    un odio profondo, totale, nato come reazione
    a un amore identico, ma di segno contrario.
    come la forza centrifuga, che è forza apparente,
    di reazione alla vera forza, quella centripeta.

    ripenso ai pochi amori della mia vita
    e non posso evitare di vedere l'heathcliff che mi porto dentro,
    di temere il suo totale essere indifeso nell'amare,
    di sentire la furia del suo odio.

    al mio heathcliff auguro
    di non amare mai piu'.

    ha scritto il 

Ordina per