È questa un'opera del tutto isolata nella tradizione narrativa inglese. In essa l'aspro realismo del quotidiano vive di misteriose e inquietanti tensioni onirico-simboliche e di cupe fiammate emotive, all'interno di una struttura narrativa di grande ...Continua
December
Ha scritto il 13/10/18
Sanità mentale cercasi
Sono d'accordo con chi si è detto sorpreso dal contenuto di questo classico. Per qualche motivo nessuno sa davvero di cosa parla prima di leggerlo. Personalmente, il livello di violenza (fisica e soprattutto psicologica) che pervade le pagine mi ha q...Continua
Edoardo
Ha scritto il 26/09/18
Cime Tempestose è stata una bellissima scoperta. L’ho sempre visto come un grande classico, incentrato sulla tipica storia d’amore ottocentesca: la passione grande, i freni dettati dalla società, il matrimonio finale. Mea ignorantia, non è affatto co...Continua
Ctr biblioteca
Ha scritto il 12/09/18
POSIZIONE LIBRERIA

NA50

valeria
Ha scritto il 04/09/18
Il libro parla di persone orribili che fanno cose orribili. Più che una storia d’amore, è una storia d'ossessione, uno straziante racconto di anime destinate l'una all'altra, tramite cui indagare la voragine dei sentimenti umani. Quel mondo cupo e ve...Continua
newlife
Ha scritto il 27/08/18
Sono stati versati fiumi di commenti nonché veri e propri saggi su questo grandissimo classico della letteratura e per scrivere qualcosa di decente dovrei o fare un’operazione minuziosa di sintesi o, ancora più arduo, tirare fuori qualcosa di totalme...Continua

chey
Ha scritto il Sep 03, 2018, 12:30
Mi degraderebbe sposare Heathcliff ora: così lui non saprà mai quanto lo amo; e non perché sia bello, Nelly, ma perché è me stesso più di quanto io lo sia. Non so di cosa siano fatte le nostre anime, ma la mia e la sua sono identiche; e quella di Lin...Continua
chey
Ha scritto il Aug 22, 2018, 13:13
Sii sempre con me, prendi qualsiasi forma, portami alla follia. Solo non lasciarmi in quest'abisso, nel quale non riesco a trovarti.
Paige91
Ha scritto il Jul 21, 2018, 14:31
[...] accudivo alle faccende domestiche, convinta che Grange non avesse che una sola anima ragionevole tra le sue mura, e che quella fosse alloggiata nel mio corpo.
Ciungala
Ha scritto il Jun 19, 2018, 19:07
“Dopo tutto, ognuno pensa solo a se stesso; quelli di animo mite e generoso sono giustamente ancor più egoisti dei dominatori; e la loro felicità finì per l'appunto quando le circostanze provarono a ciascuno che il proprio interesse non era la princi...Continua
LadyRock
Ha scritto il May 06, 2018, 20:48
Sii sempre con me, prendi qualsiasi forma, portami alla follia. Solo non lasciarmi in quest'abisso, nel quale non riesco a trovarti.

Ladyoceano
Ha scritto il Nov 25, 2016, 10:52
In ogniuno di noi esistono altezze o abissi tali  di sentimenti dove concetti come quiete e stabilità sono impensabili, poiché c'è spazio solo per la tempesta. Questo è  tipico di un sentire forte ed estremo,  resistente a ogni confronto con la ragione.


Caterina e Heathcliff sono cresciuti insieme nella composta e misteriosa brughiera inglese, ribelli, complici e volutamente liberi dalle regole convenzionali; con  loro cresce un sentimento che, inequivocabilmente, è d' amore.  Ma che di amore si tratti, in realtà, è  inequivocabile solo per il lettore, non per Caterina,  che, giovane e capricciosa, non lo comprende e, sottovalutandolo, finisce con il tradirlo, sposando il giovane Linton. Ma la giovane ama Heathcliff e presto comprenderà come, sposando un altro uomo, ha  finito con il tradire solo se stessa.
  "Tu mi amavi: che diritto avevi, allora, di lasciarmi? Che diritto, rispondimi, di sacrificarmi al tuo miserabile capriccio per Linton? Mentre né la miseria, né la degradazione, né la morte, nulla di tutto quel che Dio e Satana potevano infliggerci, ci avrebbe separato, tu, di tua piena volontà hai fatto ciò. Non io ti ho spezzato il cuore, ma tu stessa: e il mio col tuo."  ...dice un disperato Heathcliff prima di perdere la donna  amata e, con essa, ogni ultimo tratto di umanità. Ed è  così che questo amore soffocato  implode prima ed esplode poi,  divenendo logoratore e generatore di odio e vendetta , tempesta,  che solo il velo nero e pacificatore della morte potrà estinguere in una nuova quiete. Un protagonista dal volto disumano e crudele davanti al quale ragione e sentimento  si dividono,  perché in lui si coglie il sottile confine fra odio ed amore e di come egli stesso sia, al tempo stesso, carnefice e vittima.  Un classico su cui si può scrivere e si sono scritti fiumi di parole,  le mie, questa volta,  non vogliono essere una recensione ma solo una considerazione.
In ogniuno di noi esistono altezze o abissi tali di sentimenti dove concetti come quiete e stabilità sono impensabili, poiché c'è spazio solo per la tempesta. Questo è tipico di un sentire forte ed estremo, resistente a ogni confronto con la ragione. Caterina e Heathcliff sono cresciuti insieme nella composta e misteriosa brughiera inglese, ribelli, complici e volutamente liberi dalle regole convenzionali; con loro cresce un sentimento che, inequivocabilmente, è d' amore. Ma che di amore si tratti, in realtà, è inequivocabile solo per il lettore, non per Caterina, che, giovane e capricciosa, non lo comprende e, sottovalutandolo, finisce con il tradirlo, sposando il giovane Linton. Ma la giovane ama Heathcliff e presto comprenderà come, sposando un altro uomo, ha finito con il tradire solo se stessa. "Tu mi amavi: che diritto avevi, allora, di lasciarmi? Che diritto, rispondimi, di sacrificarmi al tuo miserabile capriccio per Linton? Mentre né la miseria, né la degradazione, né la morte, nulla di tutto quel che Dio e Satana potevano infliggerci, ci avrebbe separato, tu, di tua piena volontà hai fatto ciò. Non io ti ho spezzato il cuore, ma tu stessa: e il mio col tuo." ...dice un disperato Heathcliff prima di perdere la donna amata e, con essa, ogni ultimo tratto di umanità. Ed è così che questo amore soffocato implode prima ed esplode poi, divenendo logoratore e generatore di odio e vendetta , tempesta, che solo il velo nero e pacificatore della morte potrà estinguere in una nuova quiete. Un protagonista dal volto disumano e crudele davanti al quale ragione e sentimento si dividono, perché in lui si coglie il sottile confine fra odio ed amore e di come egli stesso sia, al tempo stesso, carnefice e vittima. Un classico su cui si può scrivere e si sono scritti fiumi di parole, le mie, questa volta, non vogliono essere una recensione ma solo una considerazione.
Beatrice
Ha scritto il Oct 01, 2015, 16:49
Albero genealogico
Albero genealogico
Beatrice
Ha scritto il Oct 01, 2015, 16:45
Albero genealogico
Albero genealogico

Giorgia Gia
Ha scritto il Jul 01, 2016, 13:52
ebook all'interno del mammut I grandi romanzi d'amore
Absit
Ha scritto il Apr 26, 2016, 19:06
n. 381 - 1° rist. O.M. giugno 1975 - L8 - Ottimo.
Pag. 1
Biblioteche...
Ha scritto il Apr 18, 2016, 15:14
823 TRO 3410 Letteratura Inglese

Conte Elia Rebecchi
Ha scritto il Aug 19, 2018, 13:10
CIME TEMPESTOSE (Emily Brontë) - commento
Autore: Elia Rebecchi
...
Ha scritto il Mar 26, 2015, 16:26
Wuthering heights
Autore: Kate Bush

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi