Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Cinquanta vacanze orrende

Storie di viaggi infernali

(126)

| Others | 9788806191481

Like Cinquanta vacanze orrende ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Cinquanta fra le peggiori esperienze che possano essere capitate in tema di vacanze: quando le vacanze da sogno si trasformano in un incubo. Storie tragicomiche di: rotture del nucleo famigliare; cibi immangiabili e orribili malattie esotiche; crocie Continue

Cinquanta fra le peggiori esperienze che possano essere capitate in tema di vacanze: quando le vacanze da sogno si trasformano in un incubo. Storie tragicomiche di: rotture del nucleo famigliare; cibi immangiabili e orribili malattie esotiche; crociere sconvolte da uragani e scottature solari terrificanti; inapproppriati viaggi d'affari. Il volume fa anche un passo indietro nel tempo per dare un'occhiate alle infernali vacanze del passato, per poi esaminare la cultura delle vacanze del XXI secolo, con una serie di informazioni su temi piu seri, quali: il numero di morti "da vacanza" che accadono ogni anno, il numero e il tipo di reclami ricevuti ogni anno da operatori diversi, i profitti realizzati ed i prezzi pagati per queste tremende vacanze.

28 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Libro PESSIMO. Pieno di storie palesemente inventate ed inverosimili, non si salva proprio NULLA.

    Is this helpful?

    Giada Sponza said on Aug 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Per chi non può partire in vacanza

    Classica lettura da cesso con resoconti di mezza paginetta o poco più. Consigliato a chi non può o non vuole partire per le vacanze

    Is this helpful?

    Marco Migliardi said on Jul 15, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Cinquanta vacanze orrende...

    ... fanno un libro orrendo. Tranne qualche rarissima curiosità, di questo libro non si salva proprio niente.

    Is this helpful?

    Peregol said on Oct 16, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Le disgrazie altrui

    L’humor inglese è per me irresistibile, (unica eccezione di Mr. Bean che invece mi irrita). In questo libro di humor ce né tantissimo. I primi racconti sono esilaranti, e sull’autobus è stato quasi imbarazzante ridere a crepapelle mentre avevo un tip ...(continue)

    L’humor inglese è per me irresistibile, (unica eccezione di Mr. Bean che invece mi irrita). In questo libro di humor ce né tantissimo. I primi racconti sono esilaranti, e sull’autobus è stato quasi imbarazzante ridere a crepapelle mentre avevo un tipo serissimo seduto accanto a me.

    Dopo il terzo resoconto ho però capito che le vacanze erano “orrende perché non si è scelta la compagnia giusta, o ci si è fracassati una gamba; oppure perché si hanno 12 anni, si è in gita scolastica e non si nessuna voglia di visitare la cupola di San Pietro o la Piramide di Cheope, mentre diventa questione di vita o di morte il fatto che la tipa della quale si è innamorati ti ignori bellamente preferendo il bulletto sbruffone e superficiale. Io invece mi aspettavo una sorta di raccolta tipo “altro consumo”, storie di raggiri e pubblicità ingannevole.

    Molto spazio è stato dato a persone sfigatissime, a dettagli e particolari rivoltanti e impronunciabili per una signora come me, tutti correlati alla “vendetta di Montezuma”; e questo mi fa pensare che o il target o l’autore siano under 18.

    Mi sono anche sentita un po’ a disagio, dopo un po’, nel ridere delle sventure altrui, come quando in un video c’è qualcuno che ballando ballando, inciampa e caracolla dal palco sulla prima fila. All’inizio ci si sganascia, poi si scopre che il tipo si è fatto male davvero.

    Tra il racconto di una sfiga e l’altra, ci sono informazioni interessanti sulle vacanze più inquinanti, prime fra tutte le crociere e le vacanze nei resort con campi da Golf, oppure quelle “politicamente scorrette”, come ad esempio i trekking in Nepal con gli sherpa trattati peggio dei muli.

    Secondo me questo libro va letto, a mo’ di consolazione, soprattutto se siete un po’ sadici e se quest’anno non potete permettervi una vacanza.

    Is this helpful?

    millericcioli said on Mar 16, 2012 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Oltre alle vacanze direi che anche il libro è orrendo. Prosa sciatta e degna di un alunno delle elementari.
    Spesso ho pensato che quel tipo di vacanza non solo se l'erano andati a cercare, ma l'avevano pure strameritata.

    Is this helpful?

    maxtar1965 said on Feb 25, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Inglesi degli anni '80 che si lamentano, magra consolazione del non andare in ferie

    Ci risiamo, come per il libro "100 lavori orrendi", non capisco perché pubblicare a distanza di anni, anzi, diversi decenni, delle lettere di lamentele di un quotidiano inglese, infarcendole di "perle di saggezza" simil ambientalista/mo ...(continue)

    Ci risiamo, come per il libro "100 lavori orrendi", non capisco perché pubblicare a distanza di anni, anzi, diversi decenni, delle lettere di lamentele di un quotidiano inglese, infarcendole di "perle di saggezza" simil ambientalista/moralista quali: non andate alle Galapagos o muoiono le tartarughe, i campi da golf fanno male alla terra, il turismo nei paesi poveri è sfruttamento...
    Non riesce nemmeno lontanamente a fungere da mini-conforto per consolarsi del non andare in ferie...

    Is this helpful?

    Vanlilith said on Feb 23, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (126)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Others 130 Pages
  • ISBN-10: 8806191489
  • ISBN-13: 9788806191481
  • Publisher: Einaudi
  • Publish date: 2008-01-01
Improve_data of this book

Margin notes of this book