Cinque indagini romane per Rocco Schiavone

Di

Editore: Sellerio

3.5
(463)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 244 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8838934452 | Isbn-13: 9788838934452 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Cinque indagini romane per Rocco Schiavone?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Viene da Trastevere e i suoi amici sono tutti romani, ama le storie degli ultimi, è ruvido, tormentato, spesso gioca un po' sporco. E stato "sbattuto" ad Aosta ed è stato un trasferimento punitivo. Cinico e di cattivo carattere, infedele e scorretto con le donne, insomma a prima vista potrebbe fare antipatia, invece ci troviamo a tifare per lui, perché tralascia tutto quello che non è importante e va al cuore dell'indagine, perché conosce davvero l'animo umano. Parliamo del vicequestore Rocco Schiavone di cui si presentano qui cinque indagini ambientate tutte a Roma; Schiavone è infatti innanzitutto romano e prima e dopo il trasferimento fra le nevi eterne, di eterno conosce bene solo la sua città. Le storie - "L'accattone", "Le ferie di agosto", "Buon Natale Rocco", "La ruzzica de li porci", "Rocco va in vacanza" - apparse nelle raccolte a tema pubblicate dalla casa editrice e oggi raccolte in volume a comporre come un mosaico un disegno unico. Perché attraverso le diverse avventure di un poliziotto politicamente scorretto, si svolge un unico racconto. Il racconto della vita di un uomo che si scontra con la impunita e pervasiva corruzione del privilegio sociale, nel disincanto assoluto dell'Italia d'oggi. Un personaggio brutale perché la tenerezza che lo anima sarebbe debolezza, incapace d'amare perché pieno, di un amore totale per chi adesso è solo un fantasma, cinico perché la disonestà sembra aver vinto...
Ordina per
  • 4

    Per conoscere meglio Rocco Schiavone

    5 brevi racconti ambientati nell'amatissima Roma, consentono al lettore di sapere qualcosa di più sul vicequestore Schiavone, nell'ultimo periodo di permanenza nella capitale, in trepidante attesa del ...continua

    5 brevi racconti ambientati nell'amatissima Roma, consentono al lettore di sapere qualcosa di più sul vicequestore Schiavone, nell'ultimo periodo di permanenza nella capitale, in trepidante attesa della futura destinazione di servizio. La curiosità e la preoccupazione non gli impediscono di risolvere in maniera impeccabile i nuovi casi e di strapparci sempre un sorriso

    ha scritto il 

  • 4

    Questo è buono.Tra quelli precedentemente letti vi sono cose egregie e altre mediocri.Penso che il racconto ben si adatta alle tempistiche del nostro eroe.

    ha scritto il 

  • 3

    Cinque indagini romane per Rocco Schiavone
    Manzini

    Questo libro è atipico, troviamo si il vicequestore Rocco Schiavone come protagonista, ma sono cinque racconti.
    L'ambientazione è Roma, qualche mese ...continua

    Cinque indagini romane per Rocco Schiavone
    Manzini

    Questo libro è atipico, troviamo si il vicequestore Rocco Schiavone come protagonista, ma sono cinque racconti.
    L'ambientazione è Roma, qualche mese prima del trasferimento ad Aosta.
    Carino, ma ho preferito gli altri

    ha scritto il 

  • 3

    manca un po' il respiro del romanzo, perchè per ciascuna delle storie verrebbe voglia di saperne di più e di leggere ancora. nonostante tutto scorre bene, da leggere se si conoscono già i romanzi. ...continua

    manca un po' il respiro del romanzo, perchè per ciascuna delle storie verrebbe voglia di saperne di più e di leggere ancora. nonostante tutto scorre bene, da leggere se si conoscono già i romanzi.

    ha scritto il 

  • 2

    A differenza dei vecchietti di Malvaldi, Schiavone funziona meglio sulla distanza medio-lunga, mentre in questi racconti brevi è abbastanza insipido. Stereotipi già visti ad Aosta (la sottoposta cari ...continua

    A differenza dei vecchietti di Malvaldi, Schiavone funziona meglio sulla distanza medio-lunga, mentre in questi racconti brevi è abbastanza insipido. Stereotipi già visti ad Aosta (la sottoposta carina, il sottoposto sveglio, ecc), risoluzioni delle indagini basate su elementi più o meno casuali e non deducibili (il lettore non ci potrebbe arrivare manco volendo), e spesso conclusione traballante. Molto, molto meglio i romanzi soliti.

    ha scritto il 

  • 0

    UN MITO!!!!

    Non sono per niente un'appassionata di cosidette "fiction" ma mesi fa ,incuriosita dai promo ho guardato "questo" Rocco Schiavone a me completamente sconosciuto.Mai sentito nominare nè lui nè l'autore ...continua

    Non sono per niente un'appassionata di cosidette "fiction" ma mesi fa ,incuriosita dai promo ho guardato "questo" Rocco Schiavone a me completamente sconosciuto.Mai sentito nominare nè lui nè l'autore.
    Colpo di fulmine con passaparola immediato e adesso sto leggendo i suoi libri.Questo è composto da cinque racconti che narrano la sua storia prima della trasferta in Valle D'Aosta.Per chi ha visto le puntate in televisione sarà una conferma dell'originalità del personaggio ,per chi non lo conosce una bella sorpresa,almeno lo spero.
    A me piace da pazzi:grandi risate per le battute dissacranti di Schiavone che per me è interpretato magistralmente da Marco Giallini.Adesso ho già iniziato 7.7.2007..promette bene;-)

    ha scritto il 

  • 3

    Praticamente, un fumetto.

    E non c'è niente di male a leggere ogni tanto racconti della consistenza di un fumetto, diciamocelo. L'importante è essere ben convinti che non si sta parlando di alta letteratura.

    Mi sono avvicinato ...continua

    E non c'è niente di male a leggere ogni tanto racconti della consistenza di un fumetto, diciamocelo. L'importante è essere ben convinti che non si sta parlando di alta letteratura.

    Mi sono avvicinato a Manzini proprio attratto dalla fama del suo personaggio principale, quel Rocco Schiavone che è l'archetipo dell'improbabile amministratore della giustizia in uno dei più quartieri più degradati di Roma. Il tentativo dell'autore di dare a questo improbabile agente un minimo di spessore umano riempiendolo di vizi e di antipatia me lo rende curiosamente simile a Toni Baretta agente dei sobborghi di New York violento coi criminali, amorevole con le puttane e protagonista di un telefilm di serie B degli anni 80. Con a differenza che Baretta mi sarebbe stato simpatico, se non avesse sottratto spazio televisivo ai telefilm di Manimal e di Automan.

    Questi cinque racconti romani (precedente pubblicati da Sellerio in altre raccolte insieme ad altre opere di autori diversi) di Rocco Schiavone costituiscono il prequel del ciclo di romanzi ambientati ad Aosta, la città dove il protagonista sarà trasferito a causa proprio delle sue non sempre limpidissime frequentazioni nella capitale, e costituiscono sicuramente un buon passatempo per qualche ora oltre che un mezzo per imparare a conoscere una delle figure più importanti del romanzo di genere italiano di questi anni. Solo che a me risulta abbastanza insipido e piatto persino nel suo lato oscuro e ribelle, anche se non posso essere sicuro che questo non sia dovuto al genere ed al formato del racconto che mal si adatta a mio parere alla storia di una investigazione.

    Onestamente quando devo scendere di livello per riposarmi un po' nelle mie letture, preferisco nettamente l'ambientazione toscanaccia di Marco Malvaldi (altro autore di gialli della scuderia Sellerio) e dei quattro terribili amici del rincitrullito senato accademico del Bar Lume di Pineta. Ma forse quando si tratta di romanzi gialli è solo questione di gusti, e magari in futuro concederò un'altra possibilità al torbido Rocco Schiavone, una possibilità fredda come un'inverno aostano e delle dimensioni di un romanzo.

    ha scritto il 

  • 4

    ****

    Semplicità e' la parola chiave di queste storie romane che hanno come protagonista il complesso e tormentato Rocco Schiavone.da leggere in una notte insonne o in un pomeriggio assolato.Crea dipendenza ...continua

    Semplicità e' la parola chiave di queste storie romane che hanno come protagonista il complesso e tormentato Rocco Schiavone.da leggere in una notte insonne o in un pomeriggio assolato.Crea dipendenza.

    ha scritto il 

Ordina per