Cinque stagioni

Voto medio di 310
| 31 contributi totali di cui 22 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Al termine di una lunga malattia la moglie di Molcho muore, lasciando al marito un immenso vuoto, una vita da reinventare. Negli ultimi sette anni Molcho è vissuto come un perfetto infermiere. Ora sembra che tutti vogliano trovargli un'altra ... Continua
Ha scritto il 17/08/17
Giovanilmente acerbo.
Ho ormai deciso che solo di rado avrò a che fare in futuro con i romanzi giovanili di Abraham Jehoshua: la sensazione è che siano inutilmente prolissi, che si dilunghino alla ricerca di qualcosa di interessante da dire per poter allungare il libro ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 02/08/17
Un personaggio particolare Molcho, un uomo che dopo la morte della moglie si sente vuoto, è alla ricerca di uno scopo per superare le giornate, quelle giornate che prima lo tenevano occupato nel ruolo di marito-infermiere. Arriva poi anche il ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 15/02/17
Cinque stagioni per elaborare il lutto e riappropriarsi della vita; scoprire la tristezza della solitudine che sostituisce il dolore; recuperare sette anni trascorsi ad assistere la moglie, accompagnandola con pignola sollecitudine verso la morte, ..." Continua...
  • 6 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 30/01/16
Cinque Stagioni di Abraham Yehoshua
La misera storia dell'ebreo "prostatico" Molcho che, dopo essere rimasto vedovo, si mette alla disperata ricerca di una nuova compagna ( prima dell'avvento di Internet).Romanzo privo di trama, tuttavia sostenuto dalla prosa eccellente dell'autore. ..." Continua...
Ha scritto il 18/01/16
3,5 stelle
Immagino suoni come una gran cavolata, ma a me questo Molcho sembra un personaggio di Svevo o di Calvino in panni israeliani.
Peraltro - a mio personalissimo gusto - questi panni gli donano.
  • 5 mi piace
  • 3 commenti

Ha scritto il Apr 08, 2013, 08:25
Dormire abbracciato a un altro essere umano fa bene al cuore.
Pag. 350
  • 1 mi piace
Ha scritto il Apr 05, 2013, 07:17
Forse gli si dà il nome di autunno, ma autunno non è.
Pag. 295
Ha scritto il Apr 05, 2013, 07:16
La casa era molto vuota: un doppio silenzio, come un silenzio-nel-silenzio.
Pag. 285
Ha scritto il Mar 29, 2013, 08:30
Chiacchierarono un po' come due vecchi conoscenti, due amici non troppo intimi, sbriciolando in mille pezzettini di nulla quello che c'era stato fra loro. E lui le stava lì di fronte, con gli incartamenti sul petto dove il cuore gli si stringeva ... Continua...
Pag. 154
Ha scritto il Mar 28, 2013, 09:06
Venendo dal vuoto, i giorni, lunghi e spugnosi come piumini gonfi, lo prendevano, lo sommergevano, e lui li rodeva dall'interno per scavarsi in quella gonfia mollezza un sentiero che lo portasse a una vera libertà.
Pag. 151

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi