Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cioè

Di

Editore: Arnoldo Mondadori

3.3
(109)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 228 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000076602 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri

Genere: Fiction & Literature , Humor

Ti piace Cioè?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
2a edizione: giugno 1977
Ordina per
  • 1

    Satira politica datata

    In questo volumetto Luca Goldoni, giornalista de “Il Corriere della Sera” e collaboratore di altre testate, mette alla berlina il sistema politico italiano dei primi anni ’80. Purtroppo, però, il libr ...continua

    In questo volumetto Luca Goldoni, giornalista de “Il Corriere della Sera” e collaboratore di altre testate, mette alla berlina il sistema politico italiano dei primi anni ’80. Purtroppo, però, il libro è pieno di quei luoghi comuni e banalità che vorrebbe deridere, e noioso come il discorso di un parlamentare. La satira politica scade d’attualità più rapidamente di una telecronaca sportiva, e i nomi degli onorevoli citati sono dimenticati da anni. Non manca l’eterna e scontata satira di costume su vizi, pregi e difetti degli italiani, banale e conservatrice, e le solite previsioni catastrofiche sull’economia, x fortuna sempre rimandate a un prossimo infelice e improbabile futuro. L’umorismo è così sottile da divenire impercettibile, le battute surreali sono incomprensibili, ben raramente si sorride in qualche passaggio. Stupisce che al momento della sua pubblicazione il libro sia stato un fenomeno editoriale, con un milione di copie vendute, come proclama lo “strillo” di copertina. Come i politici presi di mira, Goldoni macina parole x riempire pagine di cui è impossibile ricordare il contenuto, e il libro è un’esercitazione letteraria sull’arte di dire nulla. Da trasferire nello scaffale degli Illeggibili, cioè.

    ha scritto il 

  • 3

    un ironico e spietato ritratto di una generazione (che ho vissuto anch'io) quando dire "cioè" faceva figo e modaiolo (nonchè sgrammaticato e ignorante).. un ritorno al passato col sorriso sulle labbra ...continua

    un ironico e spietato ritratto di una generazione (che ho vissuto anch'io) quando dire "cioè" faceva figo e modaiolo (nonchè sgrammaticato e ignorante).. un ritorno al passato col sorriso sulle labbra..

    ha scritto il