Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Citizen gay

Famiglie, diritti negati e salute mentale

Di

Editore: Il Saggiatore

4.1
(66)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 157 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842814679 | Isbn-13: 9788842814672 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Gay & Lesbian , Political , Social Science

Ti piace Citizen gay?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Tra la fine del 2006 e l'inizio del 2007, la questione relativa al riconoscimento giuridico delle unioni tra persone dello stesso sesso ha monopolizzato l'attenzione della stampa italiana e di buona parte del dibattito politico interno. Per eccesso di ideologia ed emotività, il confronto è rimasto tuttavia confinato tra gli attacchi rivolti alla prospettiva di una "famiglia omosessuale" e l'ammissione imbarazzata di dover fare una "concessione alla diversità" in un mondo che cambia. In sostanza, è mancata una lucida riflessione sul rapporto tra omosessualità e cittadinanza e non ci si è chiesti se la distinzione tra "etero" e "omo" possa davvero reggere sul piano giuridico. Storicamente il concetto di "omosessualità" è transitato dalla giurisdizione morale (lecito/illecito) a quella scientifica (sano/malato) a quella politica (soggetto di diritto).
Ordina per
  • 5

    una piccola bibbia da leggere

    In questo saggio il prof.Lingiardi descrive in modo semplice e chiaro,ma allo stesso tempo curato e approfondito,con rigore scientifico,molti aspetti del mondo gay/lesbo.Il saggio è diviso in quattro capitoli : nel primo si parla della differenza tra etero e omo,delle definizioni di gay e lesbich ...continua

    In questo saggio il prof.Lingiardi descrive in modo semplice e chiaro,ma allo stesso tempo curato e approfondito,con rigore scientifico,molti aspetti del mondo gay/lesbo.Il saggio è diviso in quattro capitoli : nel primo si parla della differenza tra etero e omo,delle definizioni di gay e lesbiche,con vari approfondimenti storici e riferimenti alle diverse culture e società;nel secondo capitolo si parla di omofobia,dandone una definizione,esaminandone le radici e le motivazioni;nel terzo si descrivono i vari modi in cui l'omofobia si manifesta,i vari tipi di violenza psicofisica a cui sono sottoposti gli omosessuali,con un accenno alle terapie riparative,di cui si dimostra la totale mancanza di fondamento scientifico e le drammatiche conseguenze che esse portano;infine,nell'ultima parte si tocca il tema più delicato,quello dell'omogenitorialità.Il prof prende in esame tutte le tesi sostenute da coloro che sono contrari alla genitorialità gay,smontandole una ad una.Sottolinea come il concetto di famiglia sia in continua evoluzione nel tempo e la necessità di prendere in considerazione aggregazioni familiari diverse da quella cosiddetta "tradizionale".Dimostra come non ci siano prove per sostenere che i genitori omosessuali siano di serie B rispetto ai genitori eterosessuali.Nelle varie appendici si parla di matrimonio gay,a cui si fa sempre riferimento nei diversi capitoli,dimostrandone l'utilità e gli aspetti positivi per l'intera società.Purtroppo ciò che emerge è quanta strada si debba ancora fare in Italia e in tutto il mondo per riconoscere i diritti per tutti,compresa la cittadinanza gay.

    ha scritto il 

  • 5

    Un testo esemplare per rigore e chiarezza; di particolare rilievo la parte in cui prende in esame le situazioni di disagio psicofisico cui conduce la mancanza di qualsiasi riconoscimento di diritti civili alle coppie gay.

    ha scritto il 

  • 5

    lettura molto interessante e completa da tutti i punti di vista, storico, culturale, psicologico, giuridico, sociale.
    da leggere assolutamente prima di sparare pareri a caso sulle vite degli altri.

    ha scritto il 

  • 4

    Si fa leggere tutto d'un fiato, in poco tempo realmente . è in grado di toccare l'argomento con delicatezza sfoggiando le competenze del caso e dando la possibilità al lettore di fruire di informazioni, sempre poco chiare sull'argomento.

    ha scritto il 

  • 5

    una piccola gaia bibbia

    sottoscrivo ogni singola parola, sistematizza in modo chiaro semplice e argomentato quello che in molti possiamo riscontrare. consigliabilissimo a quanti apprezzano un punto di vista scientifico.

    ha scritto il 

  • 4

    "Citizen Gay" è il saggio di un addetto ai lavori che, a differenza di altri, non soffre di tecnicismi e di autoreferenzialità. In primo luogo, soprattutto nei primi due capitoli, mi è sembrato maggiormente adatto, rivolto e potremmo persino dire didattico, nei confronti di un pubblico ete ...continua

    "Citizen Gay" è il saggio di un addetto ai lavori che, a differenza di altri, non soffre di tecnicismi e di autoreferenzialità. In primo luogo, soprattutto nei primi due capitoli, mi è sembrato maggiormente adatto, rivolto e potremmo persino dire didattico, nei confronti di un pubblico eterosessuale che si avvicini per la prima volta ai temi dell'omosessualità. Determinante, rispetto al passato, la definizione di gay e lesbiche quali soggetti giuridici, del continuo confronto del mondo omosessuale pre e post Stonewall che nel continuo calderone in cui si mescolano la bisessualità nel mondo antico, e l'omosessualità nel mondo moderno e contemporaneo non è per nulla scontata. Per le persone omosessuali e consapevoli di sé è invece un modo per ripercorrere una strada già battuta nel proprio intimo sfatando talvolta dei miti e dei pregiudizi che talvolta aleggiano ancora persino nel mondo gay-lesbico. Coraggioso il capitolo finale sull'omogenitorialità che mette, dati alla mano, in luce le contraddizioni in cui singoli ed istituzioni cadono spesso circa le famiglie con genitori dello steso sesso. Stile fluido, estremamente leggibile. Un libro che forse pecca un po' troppo di citazionismo e che forse per chi é avvezzo alla saggistica che tratta temi inerenti all'omosessualità, tolto il capitolo sul Minority Stress dice poco di nuovo, ma che vanta una bibliografia tale da poter essere un interessante punto di partenza per riflessioni e letture future.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro necessario e amaro, che con chiarezza scientifica mette in luce la discriminazione (più o meno esplicita) che le persone omosessuali ancora subiscono nel nostro Paese, indicando al contempo nel riconoscimento giuridico delle unioni gay e lesbiche la prima, imprescindibile tappa per la trasf ...continua

    Libro necessario e amaro, che con chiarezza scientifica mette in luce la discriminazione (più o meno esplicita) che le persone omosessuali ancora subiscono nel nostro Paese, indicando al contempo nel riconoscimento giuridico delle unioni gay e lesbiche la prima, imprescindibile tappa per la trasformazione della società in senso laico, democratico e anti-omofobo.
    La vergognosa classe politica clerico-fascista che ci governicchia (ma anche la timida compagine teo-veltro-dem) dovrebbe imparare a memoria ogni pagina di questo equilibrato saggio, trarne le inevitabili conseguenze, e sprofondare nella vergogna.
    (ricordo che l'Italia è l'unico Paese dell'Europa Occidentale a non prevedere alcuna legislazione in materia di unioni civili o matrimoni omosessuali, e ad essere privo di dibattito parlamentare in proposito - si veda la mappa alla pagina
    http://commons.wikimedia.org/wiki/Image:Same_sex_marriage_map_Europe_detailed.svg ).

    ha scritto il 

  • 4

    nella collana pamphlet. e in effetti e' un pamphlet, anche senza rabbia e indignazione. piuttosto un manuale da tenere sott'occhio o un libro per imparare a difendersi anche da se stessi. per gay e lesbiche e parenti. per chi en vuole sapere di piu' : http://www.listalesbica.it/content/index.php? ...continua

    nella collana pamphlet. e in effetti e' un pamphlet, anche senza rabbia e indignazione. piuttosto un manuale da tenere sott'occhio o un libro per imparare a difendersi anche da se stessi. per gay e lesbiche e parenti. per chi en vuole sapere di piu' : http://www.listalesbica.it/content/index.php?module=pagemaster&PAGE_user_op=view_page&PAGE_id=275

    ha scritto il